Rovigno-Rovinj 52210, piazza/Trg Matteotti, 13 - Tel. +385 52 811133 / 811412 - Fax +385 52 815786

Orari: da Lunedì a Venerdì 07.00-15.00 E-mail:info@crsrv.org

Buie d’Istria. Famiglie e contrade”

di Lucia Moratto Ugussi


Collana degli Atti N. 40



scarica il libro in formato pdf
Il volume è principalmente una ricerca sui cognomi, sulle origini, sulle immigrazioni, sulle consuetudini e sui mestieri delle famiglie presenti nel corso dei secoli nel comune di Buie. I cognomi sono parte essenziale e indispensabile della vita dell’uomo e del suo patrimonio e sistema culturale ed è perciò che l’onomastica cognominale può fare piena luce sulle diverse genti viventi in un’area, poiché essa, oltre a comportare l’analisi scientifica e sistematica dei cognomi, nomi e soprannomi, implica pure lo studio di varie altre discipline, come dialetto, storia, geografia, araldica, lingue, usi, costumi, tradizioni, tutte interconnesse e sussidiarie all’antroponomastica. Il volume, tuttavia, non si limita alla sola analisi delle casate di Buie e del suo agro comunale, in quanto una parte consistente del lavoro è dedicata all’analisi dei toponimi. La toponomastica rappresenta una vera “archeologia delle parole”, uno scavo verbale che offre contributi importanti alla lettura di un paesaggio; essa, infatti, contribuisce a mantenere vivo e vitale il rapporto col territorio e a difendere sia i luoghi sia le loro denominazioni da pericoli erosivi e da tentativi esterni, che possono essere volontari o meno, di mutamento. Lo studio della toponimia riveste un’enorme importanza nel far luce su particolari aspetti della storia di una città o di un territorio, poiché la sedimentazione di diversi strati linguistici è chiaramente riflessa nel patrimonio toponomastico di un’area e la continuità toponimica si mantiene, anche nell’avvicendamento di lingue e genti, solo se vi è continuità nella sua trasmissione.

Il carteggio P. Kandler - T. Luciani (1843-1871)

di Giovanni Radossi


Collana degli Atti N. 39



scarica il libro in formato pdf
Si tratta di un corpus di ben 160 lettere (con una ricco apparato scientifico) che rappresentano il carteggio certamente tra i più rilevanti (380 pagine), intrattenuti da Pietro Kandler, tra il 1843 e il 1871, con personalità dell’epoca. Lo studioso triestino volle l’albonese Luciani collaboratore nel Museo d’antichità di Trieste e nella sua rivista L’Istria, per cui ne risultò una ricca messe di scritti che aprirono la via agli studi futuri e concorsero alla formazione della cultura e della personalità di ambedue. Negli scritti è sempre presente la preoccupazione a frugare tra le carte e a conoscere i monumenti della provincia, con sopralluoghi e verifiche archeologiche. Taluni pronunciamenti espressi su fatti e uomini in questo carteggio, debbono essere vagliati con circospezione, pur tenendo conto della profonda erudizione dei due studiosi.

Convegno intitolato “Visoni dell’Aldilà antiche e moderne”

 

Rovigno



Radossi al centro con gli ospiti.

Presentazione ATTI XLIII

 

Valle



Pubblico in sala alla Comunità degli Italiani di Valle d'Istria.

La Ricerca 65

 

Giugno 2014



La storiografia adriatica come narrazione (Editoriale) di Nicolò Sponza

Fattacci e aggressioni nell’Istria ottocentesca, espressione di istinti naturali di Paola Delton

Una testimonianza del “mal francese” nell’Istria di fine Ottocento di Rino Cigui

Storie di vini dell’Adriatico. Nuove indagini sulle relazioni tra il Prosecco e il Prošek dalmata
di Fulvio Colombo

Un’antica tradizione capodistriana: la festa della Madonna di Semedella di David Di Paoli Paulovich

Notiziario (di Marisa Ferrara); Notizie e visite al C.R.S.; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Donazioni al nostro Istituto; Nuovi Arrivi in Biblioteca.

Scarica PDF

La Ricerca 65 (Giugno 2014)

   
Donazioni La Ricerca 65 (Giugno 2014) D. M. De Canedolo (Trieste); CI (Laurana); S. Rossit (Trieste); UI (Fiume); U. e G. Senin (Perugia); T. Tomaić (Pola); SMSI (Fiume); Gruppo scout (Duino); S. Garbin (Rovigno); N. Milia (Cagliari); F. Šuran (Rovigno); M. Budicin (Rovigno); W. Klinger (Gradisca d'Isonzo); UPT (Trieste); G. Manzin (Dignano); O. De Crivis (Novara); CI (Albona); G. Tessari (Thiene); G. Abrami (Umago); CI (Isola); F. Dapas (Padova); Museo archeologico (Pola); V. Stella (Udine); A. Salvi (Rovigno); CI (Lussinpiccolo); K. Brajnović (Rovigno); T. e R. Simoni (Firenze); A. Salvi (Rovigno); R. Morghen (Riva del Garda).

Alunni di Pomezia in visita al CRS

 

Rovigno



Pubblico in sala

Lachi e Lacuzzi dell’Albonese e della Valle d’Arsa

di Claudio Pericin


COLLANA DEGLI ATTI – EXTRA SERIE – N. 8



scarica il libro in formato pdf
Nella ricerca dei “Lachi e lacuzzi dell’Albonese e della Valle d’Arsa”, l’autore dell’opera ha individuato ben 600 raccolte d’acqua presenti ed estinte. Queste raccolte d’acqua sono state ripartite in laghi, laghetti (voci dialettali del dialetto istro-veneto d’Albona per stagno o piccolo stagno) / vaschette o vasche di corrosione / vaschette-pozzi di corrosione / sorgenti, polle, fontane, fonti / abbeveratoi o vasche in cemento / laghi-cisterna / laghi bonificati. La documentazione fotografica, illustra lo stato di conservazione di queste raccolte d’acqua o appunto il loro deperimento in un mondo rurale che va scomparendo. Altre immagini che accompagnano i lachi sono case rurali, piante ed animali legati a questi ambienti ed altri che ne sono dipendenti, scorci di paesaggi, e chiesette romaniche in sfacelo. Il testo si riferisce ad aneddoti, avvenimenti e curiosità locali.

Studenti liguri in visita al CRS

 

Rovigno



Pubblico in sala

Presentazione del volume “Lachi e Lacuzzi dell’Albonese e della Valle d’Arsa” di Claudio Pericin

 

Albona



Staff del CRS assieme all'autore

I soci del Lions Club Mestre Host, con il presedente Federico Lisiola, in visita al CRS

 

Rovigno



Pubblico in sala

I Conti di Gorizia e l’Istria nel Medioevo

di Prof. dr. Peter Štih


Collana degli Atti N. 36



scarica il libro in formato pdf
Quasi per mezzo millennio, dall’ultimo quarto del Trecento fino alla fine del Settecento, l’Istria fu divisa nella parte interna, asburgica, e in quella costiera, veneziana. La divisione politica ebbe grandi conseguenze sociali, economiche, istituzionali, culturali, demografiche e anche etno-linguistiche, il che ha segnato in modo durevole la storia istriana. Uno dei più importanti ruoli nel corso storico, che portò alla bipolarità della penisola istriana fu svolto dai conti di Gorizia, dato che proprio dai loro possedimenti e dai diritti che essi godevano all’interno dell’Istria si delineò uno dei due poli politici della penisola.

Presentazione del volume "I conti di Gorizia e l'Istria nel Medioevo" di Peter Štih

 

Lubiana-Ljubljana



Da sinistra l'autore con lo staff del CRS

Simone Cristicchi in visita al CRS

 

Rovigno



In compagnia del direttore Giovanni Radossi.

Attivisti della CI di Matterada in visita la CRS

 

Rovigno



Pubblico in sala.

Alunni della SMSI "Leonardo da Vinci" di Buie in visita al CRS

 

Rovigno



Pubblico in sala.

Giovanni Radossi riconfermato Direttore del CRS

 

Rovigno



Seduta costitutiva del CdA per il mandato 2014/2014 Presenti Kristjan Knez ed Ilaria Rocchi.

Visita del ministro della Salute del Governo Italiano On. Beatrice Lorenzin

 

Rovigno



Nella foto assieme al prof. Radossi

Visita del ministro della Salute del Governo Italiano On. Beatrice Lorenzin

 

Rovigno



Nella foto assieme al prof. Radossi

Angelo Izzo, responsabile dell'Istituto italiano di cultura di Lubiana, in visita al CRS

 

Rovigno



Da sinistra: Tremul, Radossi, Izzo e Somma

Conferenza stampa per il bollettino "La Ricerca 64"

 

Rovigno



Staff del CRS: da sinistra Sponza e Moscarda

La Ricerca 64

 

Dicembre 2013



Le altre “storie” nella nostra storiografia (di Nicolò Sponza); Il protomedico della Provincia dell'Istria Ignazio Lotti e l'ispezione sanitaria del 1778 (di Rino Cigui); Tommaseo e la sfida della doppia lingua (di Dario Saftich); Letteratura del Vin de rosa di Dignano (di Paola Delton); Alle origini dello sport femminile nei territori della Serenissima e dintorni un viaggio da Brescia ad Abbazia (di Alberto Zanetti Lorenzetti); Notiziario (di Marisa Ferrara); Notizie e visite al C.R.S.; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Donazioni al nostro Istituto; Nuovi Arrivi in Biblioteca.

Scarica PDF

La Ricerca 64 (Dicembre 2013)

   
La Ricerca 64 (Dicembre 2013) Donazioni al nostro Istituto O. De Crivis (Trieste); L. Jerin (Pola); N. Milia (Cagliari); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); A. Pastrovicchio (Torino); M. Bertoša (Pola); B. Carra (Castelfranco Veneto); E. Maizzan (Torino); M. Schiozzi (Trieste); Museo della marineria (Cesenatico); Università di Trieste (Trieste); E. Merlić (Pinguente); M. Dapas (Milano); W. Azzaretti (Udine); F. Rota (Trieste); R. Cigui (Verteneglio); Unione Italiana (Fiume); D. Dubrović (Fiume); A. Forlani (Dignano); CAN (Isola); T. Svettini (Grado); L. Meriggioli (Trieste); T. Simoni (Firenze); L. Rusi (Mogliano Veneto - TV); Editore Solfanelli (Chieti); C. Franco (Verona); M. Merni (Gorizia).

Presentazione della riproduzione anastatica di tutti i numeri del giornale "L'Arena di Pola"

 

Rovigno



Pubblicati tra il luglio del 1945 e il dicembre del 1947, da parte dell'Associazione "Libero Comune di Pola in esilio". CRS Rovigno, 25.11.2013. (nella foto: generale Silvio Mazzaroli e Radossi)

Presentazione della riproduzione anastatica di tutti i numeri del giornale "L'Arena di Pola"

 

Rovigno



Pubblicati tra il luglio del 1945 e il dicembre del 1947, da parte dell'Associazione "Libero Comune di Pola in esilio". CRS Rovigno, 25.11.2013. (nella foto: generale Silvio Mazzaroli e Radossi)

Studenti dell'Istituto Tecnico Nautico di Trieste in visita al CRS

 

Rovigno



Studenti in sala

Il cimitero civico di Monte Ghiro a Pola (1846-1947)

di Raul Marsetič


Collana degli Atti N. 35



Parte prima Scarica PDF

Parte seconda Scarica PDF

Parte terza Scarica PDF

Il cimitero è certamente un luogo di particolare importanza per la memoria collettiva di ogni comunità urbana, dove i monumenti testimoniano l'identità della città in un determinato periodo. L’obbiettivo del libro è di presentare attraverso una ricerca metodologica interdisciplinare, interamente fondata sul materiale d’archivio inedito studiato, gli aspetti fino ad oggi completamente sconosciuti e mai analizzati riguardanti la tematica cimiteriale a Pola dal 1846 al 1947. L’intenzione di questo studio è di approfondire e presentare la complessità delle condizioni che hanno determinano l'identità urbana di Pola ed il raggiunto livello di cultura sepolcrale insieme ad una migliore comprensione dei processi sociali e di modernizzazione che hanno interessato la città.

Viene esaminata una struttura urbana estremamente particolare piena di molteplici significati come luogo di commemorazione ed identità cittadina, non volendo però essere specificatamente uno studio sulla morte e sul lutto. Si discute a analizza l’origine, lo sviluppo ed il patrimonio storico culturale del cimitero civico cittadino, attraverso l’investigazione delle fonti e del complesso contesto che ha portato a concepire e sviluppare questo luogo così specifico.

Il cimitero di Monte Ghiro racconta la complessità e la ricchezza culturale della popolazione, le vicende belliche e le tragedie cittadine, la composizione etnica e la stratificazione sociale, insieme ai legami vicini e lontani che permettono di riconoscere nella continuità di simboli o caratteri formali comuni, i rapporti tra gruppi diversi all’interno di un panorama sociale comune. Deve essere inteso come il luogo della memoria per eccellenza dove è possibile ricostruire la cultura, la storia e la società della città in un dato periodo e che quindi come tale può contribuire ad una migliore conoscenza della realtà polese del XIX e della prima metà del XX secolo.

L’architettura funebre, la lingua usata nelle epigrafi e le vite da esse raccontate permettono un’intima e personale visione sul passato di Pola. In effetti, le iscrizioni funebri offrono uno sguardo unico sui cambiamenti sociali a cui è andata incontro la città nell’arco di un secolo, dimostrando la particolare valenza del cimitero per lo studio della storia locale.


Presentazione del volume: Il cimitero civico di Monte Ghiro a Pola (1846-1947)

 

Pola



di Raul Marsetič L'autore al centro con lo Staff del CRS

La Compagnia del Buon Cammino di Cuneo in visita al CRS

 

Rovigno



Pubblico in sala

Il rettore dell'Università degli Studi di Trieste, prof. Maurizio Fermeglia, in visita al CRS

 

Rovigno



Il Direttore Radossi assieme agli ospiti dell'Università degli Studi di Trieste, Unione Italiana ed UPT.

Conferenza stampa Quaderni XXIV, Ricerche sociali 20 e La Ricerca 63

 

Rovigno



Staff del CRS assieme agli ospiti.

Esuli da Pola in visita al CRS durante il 57° Raduno nazionale

 

Rovigno



Pubblico in sala.

Alunni della SEI Giuseppina Martinuzzi di Pola in visita al CRS

 

Rovigno



Alunni in sala.

Presentazione Atti XLII. Comunità degli Italiani di Torre

 

Torre



Staff del CRS durante la presentazione

Alunni della SMSI di Buie in visita al CRS

 

Rovigno



Foto di gruppo assieme al Direttore.

La Ricerca 63

 

Giugno 2013



Come superare i "confini" Alto Adriatici (di Nicolò Sponza); Il laco de Sirsi presso Dignano nel 1912: un tentativo di manutenzione dello stagno (di Paola Delton); Eravamo in minoranza (di Dario Saftich); Momenti di edonismo del passato nei ricordi in istrioto vallese di Giovanni Obrovaz (di Sandro Cergna); Una "conta" da superare: cause del decremento degli italiani nel censimento del 2011 (di Ezio Giuricin); Notiziario (di Marisa Ferrara); Donazioni al nostro Istituto; Notizie e visite al C.R.S; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Nuovi Arrivi in Biblioteca.

Scarica PDF

La Ricerca 63 (Giugno 2013)

   
La Ricerca 63 (Giugno 2013) Donazioni al nostro Istituto N. Milia (Cagliari); W. Klinger (Fiume); J. Štiglić (Pisino); S. Cergna (Valle); Archivio di stato (Pisino); F. Zuliani (Trieste); M. Radossi (Trieste); Lj. A. Maračić (Zagabria); A. Radossi (Trieste); O. De Crivis (Novara); J. Nagel (Rovigno); A. Pauletich (Rovigno); F. Madotto (Trieste); C. Palazziolo (Trieste); V. Stella (Udine); C. e M. Pericin (Pola); W. Azzaretti (Trieste); R. Cigui (Verteneglio); L. Giadrossi (Trieste); Bommarco (Trieste); R. Marsetić (Fasana); K. Džin e M. Jurkić (Pola); E. Radeticchio (Capodistria); P Pazzi (Venezia); R. Paladini (Brescia); E. Fonda (Trieste); A. Papo (Duino-Asurisina); Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Roma); Comune di Trieste (Trieste); A. Cuk e G. Rumici (Grado); M. Rubbi (Rovigno); S. Boscaini (Verona); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); T. Alba (Vicenza); Unione Italiana (Fiume); M. Budicin (Rovigno); D. Quarantotto (Rovigno); G. Rallo (Mestre); R. Braico (Rovigno); G. Cnapich (Torino); T. Vorano (Albona); Scuola elementare italiana "G. Martinuzzi" (Pola); P. Tarticchio (Milano); P. Radivo (Trieste); L. Vivoda (Imperia); A. Delzotto (Udine); SMSI "Dante Alighieri" (Pola); A. Benco (Trieste); S. Mazzaroli (Trieste); A. Papo (Trieste); R. Brgić Stokić (Dignano); N. Cernecca e G. D'Agostini (Verona); R. Morghen (Brescia).

Presentazione del volume 'Pietra su pietra' di Roberto Starec al Museo della civiltà istriana, fiumana e dalmata di Trieste

 

Trieste



Pubblico in sala

Studenti della Facoltà di Geografia di Zagabria, accompagnati dal prof. Balog, in visita al CRS. Rovigno

 

Rovigno



Ragazzi in sala

Seminario di studio 'Venezia e l'Istria, storia, cultura, appartenenza', dedicato ai docenti della Regione Veneto e delle scuole della CNI

 

Rovigno-Rovinj



Presentazione del libro

Alunni della scuola elementare croata "Vladimir Nazor" di Rovigno in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Alunni in sala

Alunni di Voghiera (Ferrara) in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Alunni in sala

Alunni di Argenta (Ferrara) in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Alunni in sala

Presentazione di Etnia XIV "Nascita di una minoranza" di Gloria Nemec a Trieste

 

Trieste



In collaborazione con il Dipartimento di Storia dell'Università, nella sede di Androna Baciocchi.

Alunni della Liguria in visita al CRS. Rovigno

 

Rovigno



Pubblico in sala

L'On. Laura Garavini (deputata PD), insieme a Gianni Torrenti ed Ettore Rosato, in visita al CRS

 

Rovigno



Riunione in CRS

Alunni romani accompagnati da Donatella Schurzel in visita al CRS

di Alunni in sala


Rovigno



Alunni in sala

Scoprimento lapide in ricordo di Antonio Vitale Bommarco, arcivescovo di Gorizia e Gradisca di origini chersine

di Lapide commemorativa.


rovigno



Lapide commemorativa.

Scoprimento lapide in ricordo di Antonio Vitale Bommarco, arcivescovo di Gorizia e Gradisca di origini chersine.

di Pubblico in sala


Rovigno



Pubblico in sala

Comunità degli Italiani Rovigno

di Staff del CRS.


Rovigno



Presentazione volume Etnia XIV. Staff del CRS.

Centro di Ricerche Storiche

 

Rovigno



Conferenza stampa e presentazione del bollettino CRS La Ricerca 62. Nella foto Raul Marsetič, Nicolò Sponza e Orietta Moscarda Oblak.

Nascita di una minoranza

di Gloria Nemec


ETNIA - XIV



scarica il libro in formato pdf
Istria 1947-1965: storia e memoria degli italiani rimasti nell'area istro-quarnerina.

Comunità degli Italiani di Pisino

 

Pisino



Presentazione Quaderni XXIII, Ricerca 61 e "Pietra su Pietra".

La Ricerca 62

 

Dicembre 2012



La frammentazione della Storia (di Nicolò Sponza); Politica ecologica e igiene urbana a Pola alla fine dell'Ottocento (di Rino Cigui); Catture di squalo bianco nel Quarnero 1872-1909 (di William Klinger); Il "paradosso" istriano: riflessioni sul censimento del (di Ezio Giuricin); La deportazione di un gruppo di dignanesi nel campo di prigionia e di lavoro di Katschberg (di Paola Delton); Notiziario (di Marisa Ferrara); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Notizie e visite al C.R.S; Al prof. Giovanni Radossi il Premio Masi “Civiltà veneta”; Donazioni al nostro Istituto; Nuovi Arrivi in Biblioteca.

Scarica PDF

La Ricerca 62 (Dicembre 2012)

   
La Ricerca 62 (Dicembre 2012) Donazioni al nostro Istituto M. Radossi (Trieste); W. Klinger (Fiume); O. Soiatti (Novara); R. Morghen (Riva del Garda); E. Pastrovicchio (Torino); E. Ivetic (Padova); T. Vorano (Albona); R. Lenski (Milano); G. Abrami (Umago); A. Meden (Canfanaro); S. Sella Marsoni (Biella); S. Bertoša (Pola); Comunità degli Italiani (Dignano); V. Stella (Udine); E. Fiat (Trieste); N. Milia (Cagliari); A. Stipčević (Zagabria); G. Benussi (Udine); M. Umberto (Venezia); M. Bonifacio (Trieste); C. Palazzolo Debianchi (Trieste); D. Glavan (Zagabria); M. Dugan (Ravenna); H. Menzildžić (Zagabria); S. Dmitrović (Fiume). Scarica PDF

Comunità degli Italiani di Sissano

 

Sissano



Presentazione Ricerche sociali 19, Documenti XI e "Dizionario geografico"

Strumenti di tutela della comunità nazionale italiana autoctona in Croazia e Slovenia da parte della Repubblica Italiana

di a cura di Silvano Zilli prefazione di Giuseppe De Vergottini


Documenti 11



scarica il libro in formato pdf
è una raccolta delle disposizioni di legge in vigore che riguardano la Comunità Nazionale Italiana, divisa in due capitoli con quattro allegati. Il primo capitolo, suddiviso in due sottocapitoli, raccoglie gli atti internazionali di particolare interesse per la CNI in Croazia e Slovenia. Il secondo capitolo è incentrato sulla legislazione nazionale/interna della Repubblica Italiana ed è suddiviso in cinque sottocapitoli.

Pietra su Pietra

di Roberto Starec


Collana degli Atti N. 34



scarica il libro in formato pdf
Pietra su pietra. L’architettura tradizionale in Istria di Roberto Starec è un’indagine corposa e puntuale che ci consente di gettare uno sguardo sull’architettura “tradizionale” in Istria se non proprio un censimento o un catasto delle soluzioni abitative per lo meno una sorta di campionario molto esteso di queste. La ricerca inoltre evidenzia numerosi altri tratti significativi come i portali o i mascheroni, le cisterne o i pozzi, né vengono scordate le situazioni che si potrebbero definire “emergenziali” quali le casette di ricovero (come le casite, ma non solo) o altre legate a dimensioni rituali non abitative (per esempio, le edicole devozionali). Un capitolo a sé tratta la questione dei mulini sia ad acqua che a vento.

Vittorio Sgarbi in visita al CRS

 

Rovigno



Vittorio Sgarbi in visita al CRS

Dizionario geografico

di Carlo Maranelli


Collana degli Atti N. 33



scarica il libro in formato pdf
Dizionario geografico dell'Alto Adige, del Trentino, della Venezia Giulia e della Dalmazia. (Ristampa anastatica dell'edizione di Bari, 1915) Ogni epoca rispetta ed ha cura di determinati principi e contenuti che informano i molteplici aspetti del vivere civile nel campo della cultura, dell’arte e delle scienze. Pertanto anche la ristampa anastatica del Dizionario geografico di Carlo Maranelli, proposta dal Centro di ricerche storiche, va letta, giustamente apprezzata ed adeguatamente interpretata soltanto se calata nella sua realtà storica. Tuttavia ci preme segnalare, la varietà delle fonti e la dovizia dei dati riferiti in particolare ai commerci, ai traffici portuali e alle peculiarità naturali, assieme alle notizie di carattere storico, storico-geografico e linguistico presenti nel volume del Maranelli.

Firma della botte durante la cerimonia del Premio Masi 2012

 

Verona



Radossi e Budicin
Link a youtube: vai al filmato

Intervento durante la cerimonia al teatro filarmonico di Verona

 

Verona



Radossi intervistato da Antonello Piroso
Link a youtube: vai al filmato

L’articolo del quotidiano “L’Arena di Verona” ...

 

Rovigno



L’articolo del quotidiano “L’Arena di Verona” che presenta i vincitori del “Premio Masi” 2012, tra i quali compare anche il direttore del CRS prof. Giovanni Radossi.

Presentazione Atti XLI. CI Gallesano

 

Gallesano



Presentazione Atti XLI. CI Gallesano

Studenti americani accompagnati dal prof. Longinović in visita al CRS. Rovigno

 

Rovigno-Rovinj



Studenti americani accompagnati dal prof. Longinović in visita al CRS. Rovigno

L'italiano in Istria: strutture comunicative

di Federico Simcic


ETNIA - XIII



scarica il libro in formato pdf
Il presente XIII volume (“L’italiano in Istria: strutture comunicative” di Federico Simcic) è il risultato di una tesi di laurea in Scienze della comunicazione presso la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli studi di Padova del 2005, arricchita con un’introduzione di Flavia Ursini (professoressa associata di glottologia e linguistica, docente di sociolinguistica ai corsi di laurea e master dell’Università di Padova) e aggiornata e portata a termine nel mese di dicembre del 2007. Si tratta di un’indagine sociolinguistica che vuole cogliere lo stato di salute della lingua italiana in Istria e a Fiume, studiando le pratiche attuate a sua difesa, tutela e promozione, ossia presentando e analizzando tutte le strutture che la minoranza italiana si è data. A questo fine, l’Autore ha ritenuto necessario appoggiarsi alle prospettive della pianificazione linguistica e al modello comunicativo di Giorgio Braga. Questi due approcci e i relativi argomenti sono stati trattati separatamente, rispettivamente nei capitoli 1 e 2, solamente al fine di semplificare il quadro dell’analisi; di fatto sono da considerarsi complementari, integrati e sovrapponibili.

Dato essenziale da tener presente e ricordare, è che l’italiano in Istria e a Fiume non è una lingua di minoranza propriamente detta, bensì, più correttamente, una “lingua in situazione di minoranza”, vale a dire una lingua di grande diffusione internazionale, ma che si trova a essere oggettivamente in minoranza demografica o legislativa all’interno di particolari compagini statali, nella fattispecie in Croazia e in Slovenia.

Dopo avere analizzato le azioni intraprese dal 1945 a oggi, oltre che la struttura comunicativa della minoranza italiana nelle sue componenti della comunicazione interpersonale, culturale e di massa, l’Autore, al termine dell’indagine, perviene alla conclusione che l’italiano in Istria e a Fiume si trova in una situazione più che positiva, e sostiene inoltre che i prossimi anni saranno decisivi per la minoranza, che dovrà non solo adattarsi ai nuovi scenari, ma anche essere in grado di sfruttarli. L’Autore rileva che se si vuole che la minoranza italiana continui ad esistere e che l’italiano continui a essere parlato in Istria e nel Quarnero è necessaria una crescita che porti con sé aspettative, obiettivi e consapevolezze nuove.

É necessaria un’ultima precisazione metodologica. Nonostante che con il termine Istria convenzionalmente si intenda quel triangolo di terra avente come vertici Capodistria, Pola e Fiume, il presente lavoro si dedica esclusivamente alla zona racchiusa entro i confini croati e non tiene conto della fascia di territorio inclusa nello Stato sloveno. Questa scelta è dettata essenzialmente da un motivo, e cioè che nei due paesi la minoranza italiana si trova in situazioni demografiche, sociali, legislative, economiche profondamente diverse: basti pensare al fatto che la Slovenia, diversamente dalla Croazia, fa già parte dell’Unione Europea.

La Ricerca 61

 

Giugno 2012



La memoria personale e il racconto nazionale (di Nicolò Sponza); II servizio sanitario pubblico a Rovigno nel secondo Ottocento (di Rino Cigui); La Madonna di Strugnano: note storiche e devozione popolare (di David Di Paoli Paulovich); Memoria e riconciliazione (di Ezio Giuricin); Donazioni al nostro Istituto; Una testimonianza sulla pesca a Isola dopo la caduta della Serenissima (di Kristian Knez); Roberto Starec: un ricercatore innamorato dell'Istria (di David Di Paoli Paulovich); Notiziario (di Marisa Ferrara); Notizie e visite al C.R.S; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Nuovi Arrivi in Biblioteca.

Scarica PDF

La Ricerca 61 (Giugno 2012)

   
La Ricerca 61 (Giugno 2012) Donazioni al nostro Istituto Budicin (Rovigno); O. De Crivis (Novara); W. Klinger (Fiume); V. Stella (Udine); Comunità degli Italiani (Rovigno); A. Forlani (Dignano); D. Visentin (Pisino); F. Somma (Trieste); G. Nemec (Trieste); N. Miglia (Cagliari); E. Beggiato (Venezia); L. Dorigo (Trieste); A. Golojka (Rovigno); C. Golojka (Rovigno); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); E. Merlić (Pinguente); A. L. Maračić (Pola); R. Stanich (Milano); I. Venier (Rovigno); C. Ghiraldo (Dignano); C. Vigini (Trieste); A. Trabacchi (Vicenza); M. Črnac Rocco (Rovigno); P. Ballinger (USA).

Alunni della SEI "Bernardo Benussi" di Rovigno in visita al CRS.

 

Rovigno-Rovinj



Alunni della SEI "Bernardo Benussi" di Rovigno in visita al CRS.

I frequentanti il corso di croato dell'UPT in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



I frequentanti il corso di croato dell'UPT in visita al CRS

ROVIGNO: Alunni dell'ottava classe della SEI "Bernardo Parentin" di Parenzo in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Nicolò Sponza con gli alunni.

ROVIGNO: Alunni della Liguria in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Pubblico in sala

ROVIGNO: CI di Zagabria in visita al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Pubblico in sala

MARIBOR: Presentazione del volume Istria nel tempo in lingua slovena: Istra skozi čas

 

Maribor (SLO)



Presentazione all'Istituto Italiano di Cultura del volume in sloveno e del progetto multimediale Istria nel tempo con TV Koper-Capodistria, Centro di Ricerche Storiche - Rovigno, Unione Italiana e Università Popolare di Trieste. (Photo: Goran Blagajac, Mediaspeed)

Istra skozi Čas

 

Collana degli Atti – Št. 32



"Istra skozi Čas" è la traduzione in lingua slovena di "Istria nel tempo" pubblicato nel 2006. Il volume è stato realizzato in collaborazione con varie istituzioni.

ROVIGNO: Seminario linguistico-culturale e Seminario scientifico-matematico per docenti delle scuole della CNI

 

Rovigno-Rovinj



Pubblico in sala.

ROVIGNO: Consiglio d'amministrazione del CRS

 

Rovigno-Rovinj



Consiglio d'amministrazione del CRS. Da sinistra: Radossi, Rocchi, Knez, Budicin.

ROVIGNO: Delegazione di Roma Capitale in visita al CRS.

 

Rovigno-Rovinj



Da sinistra: Pellizzer, Radossi, Budicin

La Ricerca 60 (Dicembre 2011)

   
R. Morghen (Riva del Garda); B. Carra (Castelfranco Veneto); H. Menzildžić (Zagabria); M. Grison (Trieste); P. Radossi (Vicenza); F. Delise (Trieste); A. Budrovich (Roma); S. Godena (Rovigno); F. Stener (Muggia); K. Knez (Pirano); F. Cecconi (Udine); V. Stella (Udine); M. Budicin (Rovigno); R. Ziberna (Gorizia); Museo Civico (Rovigno); ANVGD (Roma); C. Bertoglio (Torino); W. Klinger (Fiume); G. Abrami (Umago); M. Rubbi (Rovigno); F. Monaldi (Roma); A. L. Maračić (Zagabria); A.N.P.I. (Udine); L. Mazzotto (Roma); R. Cigui (Verteneglio); R. Schwalba (Fiume); F Luxardo (Torreglia); O. Soiatti (Novara); F. Madotto (Trieste); A. Bader (Pola); N. Milia (Cagiari); F Delise (Trieste); M. Bonifacio (Trieste); L. Panzeri (Milano); G. De Vergottini (Bologna); P. Zovatto (Trieste); Centro Italiano Carlo Combi (Capodistria); S. Cosolo (Turriaco).

Scarica PDF

La Ricerca 60

 

Dicembre 2011



I CRS tra storiografia "locale" e storiografia "provinciale" (di Nicolò Sponza); La legislazione sanitaria nell'attività della Dieta Provinciale Istriana (1861-1900) (di Rino Cigui); II sacrario militare italiano a Pola (di Raul Marsetič); Sulla caccia a Fiume nell'800 (di William Klinger); Chiesa e potere comunista in Istria: la cresima a Lanischie nel 1947 (di Orietta Moscarda Oblak); Tartini e il suo impegno vocale-sacro: inediti e sopravvivenze nella tradizione istriana (di David Di Paoli Paulovich); Notiziario (di Marisa Ferrara); Notizie e visite al Centro di ricerche storiche; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Nuovi Arrivi. Scarica PDF

ROVIGNO: Conferenza stampa Quaderni XXII, Ricerche sociali 18 e Monografie XI.

 

Rovigno-Rovinj



Conferenza stampa Quaderni XXII, Ricerche sociali 18 e Monografie XI. Nella foto i ricercatori del CRS: Zilli, Moscarda e Marsetic

ROVIGNO: Visita della nuova Ambasciatrice Emanuela D'Alessandro al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Visita della nuova Ambasciatrice Emanuela D'Alessandro al CRS. Da sinistra: prof. Radossi, l'ambasciatrice D'Alessandro, vice e prof. Budicin

La questione di Fiume nel diritto internazionale

di Silverio Annibale


Monografie XI (2011)



scarica il libro in formato pdf
Si tratta dunque di un complesso di studi storici che oggi viene arricchito di un nuovo prezioso contributo sulla storia di Fiume nel periodo 1918-1924. Autore di questo XI libro della collana "Monografie", dal titolo La questione di Fiume nel diritto internazionale, è Silverio Annibale, ricercatore di Diritto Internaziona-le, nonché docente di Organizzazione Internazionale all'Università degli Studi di Teramo. In questo lavoro, l'autore analizza con competenza le complesse e singolari problematiche strettamente legate alle vicende di Fiume nel periodo 1918-1924, in particolare l'occupazione del Consiglio Nazionale Italiano (CNI) e del Consiglio Croato, delle Potenze Alleate ed Associate contraenti del Patto di Londra, la rivendicazione del principio di autodecisione dei popoli da parte del CNI e del comitato croato, l'istituzione della Reggenza Italiana del Carnaro, come pure l'intervento italiano del dicembre 1920 e la responsabilità per i danni causati dagli arditi-legionari.

ROVIGNO: Presentazione del volume Così Rovigno canta e prega a Dio di David Di Paoli Paulovich

 

Rovigno-Rovinj



Presentazione del volume Così Rovigno canta e prega a Dio di David Di Paoli Paulovich. L'autore e lo Staff del CRS

ROVIGNO: Incontro culturale CNI Rovigno e ANVGD Roma

 

Rovigno-Rovinj



Incontro culturale CNI Rovigno e ANVGD Roma Da sinistra: prof. Radossi e Budicin, a destra il ministro Giovanardi con Tremul di spalle ed il prof. Privileggio

Così Rovigno canta e prega Dio

di David di Paoli Paulovich


COLLANA DEGLI ATTI – EXTRA SERIE – N. 7



scarica il libro in formato pdf
La grande tradizione liturgica, musicale e religiosa di Rovigno d’Istria. L’opera, frutto di due decenni di ricerche, ha quale oggetto la grande tradizione liturgico -musicale e religiosa di Rovigno d’Istria e la salvaguardia del suo inestimabile patrimonio musicale sacro, traente le sue origini nell’antica tradizione monodica del patriarcato veneziano e gradense, e ancor prima aquileiese, sì come tramandato anche oralmente sino a noi. Essa propone in edizione a stampa una ricchissima silloge di canti liturgici e religiosi trascritti dalla viva prassi della tradizione orale, così come fotografata a cavallo della metà del XIX secolo sino alla metà del XX secolo, in massima parte inediti o del tutto inaccessibili. L'opera sarà presentata il 28 ottobre 2011 al MMC (MultiMedia Center) di Rovigno alle ore 18.00

ROVIGNO: Presentazione Atti XL. Comunità degli Italiani di Rovigno

 

Rovigno-Rovinj



Presentazione Atti XL. Comunità degli Italiani di Rovigno. Pubblico in sala

La Ricerca 59

 

Giugno 2011



Allocuzione ufficiale per la presentazione del volume Atti XL (di Giovanni Radossi); L’Adriatico come storia (di Egidio Ivetic); Riflessioni sullo studio del “potere popolare” in Istria (di Orietta Moscarda Oblak); Abbiamo dovuto proclamarci italiani (di Dario Saftich); Strumenti popolari nella Settimana Santa in Istria e in Dalmazia (di David di Paoli Paulovich); La crisi agricola degli anni 1894-95 e i suoi riflessi sociali (di Rino Cigui); Notiziario (di Marisa Ferrara); Visite al Centro di ricerche storiche; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Nuovi Arrivi.

Scarica PDF

La Ricerca 59 (Giugno 2011)

   
M. Hamdija (Zagabria); E. Pastrovicchio (Torino); A. Selman (Parenzo); A. Rocco Sugar (Rovigno); S. Delton (Dignano); A. Salvi (Rovigno); K. Knez (Pirano); P. G. Rallo (Venezia); M. Budicin (Rovigno); O. De Crivis (Novara); W. Klinger (Fiume); V. Stella (Udine); Comunità degli Italiani (Rovigno); G. Nardini (Napoli); D. Quarantotto (Rovigno); V. Giorgi (Caserta); D. Roksandić (Zagabria); P. Radivo (Trieste); D. Di Paoli Paulovich (Trieste); R. Cigui (Verteneglio); M. Ventriglia Budrovich (Roma); G. Drioli (Trieste); G. Rumici (Grado); F. Madotto (Trieste); ANPI (Gorizia); E. Radman (Genova); G. G. Valenti (Monfalcone); C. de Angelini (Roma); K. Đin (Pola); V. Girardi Jurkić (Pola), Etnografski muzej Istre - Museo etnografico dell'Istria (Pisino); Università Juraj Dobrila (Pola); S. Bertoša (Pola).

ROVIGNO: Visita di studenti di Genova e rappresentanti Regione Liguria al CRS

 

Rovigno-Rovinj



Visita di studenti di Genova e rappresentanti Regione Liguria al CRS. Pubblico in sala

ROVIGNO: Visita del nuovo console generale d’Italia a Fiume, Renato Cianfarani

 

Rovigno-Rovinj



Visita del nuovo console generale d’Italia a Fiume, Renato Cianfarani. Da sinistra: il console Renato Cianfarani e Giovanni Radossi.

CITTANOVA: Presentazione Etnia XI e XII, Documenti X, Ricerche sociali 17, Quaderni XXI

 

Cittanova-Novigard



Presentazione Etnia XI e XII, Documenti X, Ricerche sociali 17, Quaderni XXI. Pubblico in sala.

Documenti dell’Unione degli Italiani dell’Istria e di Fiume (gennaio 1947 - maggio 1948)

di Giovanni Radossi con la collaborazione di Alessio e Massimo Radossi


Documenti 10



scarica il libro in formato pdf
L’opera costituisce una pubblicazione fondamentale per la storia della comunità nazionale italiana. I 142 documenti pubblicati nel volume costituiscono la quasi totalità di quanto è rimasto dell’archivio dell’UIIF per l’arco di tempo considerato, solo in parte integrati da articoli di giornale che a ragione si possono ritenere “documenti” prodotti dall’organizzazione degli Italiani; oggi, queste carte ‘sopravvissute’ sono tutte depositate presso il CRS - del quale sono proprietà, salvo un numero molto limitato di originali in possesso dell’Unione Italiana di Fiume. Letteralmente racimolato qua e là presso privati in quarant’anni di ricerca e di documentazione, questo importante materiale è in massima parte il frutto di donazioni di singoli. Purtroppo, non ci è dato sapere quanti e quali fondi archivistici (di enti, organizzazioni politiche, strutture dello Stato, ecc.), attualmente operanti presso le varie sedi degli Archivi di Stato (di Croazia, Slovenia, Serbia - per l’ex Jugoslavia), custodiscano credibilmente altra documentazione di provenienza UIIF, ovvero rapportabile alle vicissitudini degli Italiani della ex Jugoslavia: va tenuto presente il fatto che dalla numerazione di protocollo dell’UIIF per gli anni 1947 e 1948, si desume che i documenti ‘prodotti’ annualmente raggiungevano la cifra di cca 1200 unità d’archivio. Individuare questi probabili nuovi fondi costituisce una nuova sfida, una nuova fase di ricerca per il Centro di ricerche storiche.

Modello di formazione extrascolastica per la minoranza italiana in Croazia

di Andrea Debeljuh


ETNIA - XI



scarica il libro in formato pdf
La sfida posta alle politiche dell’istruzione e della formazione dell’Europa è costituita dalla necessità di garantire a tutti gli individui un accesso permanente alla formazione. Nello specifico della minoranza italiana che vive in Croazia, questo significa garantire l’accesso alla formazione, di ogni ordine e grado, nella propria lingua madre. Il volume di Andrea Debeljuh delinea un quadro di riferimento teorico con delle linee guida pratiche per la realizzazione di una struttura di coordinamento della formazione extrascolastica degli appartenenti alla comunità nazionale italiana attraverso una formazione con un’impronta pedagogica moderna, democratica, andragogica, che contestualizzata al territorio, diviene rivendicatoria. Una formazione che tenga conto della specificità di questa popolazione e sia di aiuto e sostegno al mantenimento dell’identità specifica della minoranza italiana in Croazia.

L’identità minoritaria nel nuovo contesto regionale, con particolare riferimento alla minoranza italiana in Istria e Quarnero

di Aleksandro Burra


ETNIA - XII



scarica il libro in formato pdf
Il volume è stato suddiviso in otto capitoli e ha complessivamente 313 pagine. Nel primo capitolo, Aleksandro Burra, elabora l’identità, il concetto di etnia, di etnicità e identità etnica. Particolare attenzione viene data alle identità complesse a carattere regionale presenti nell’area istriana. A seguire è stato proposto un quadro di riferimento delle minoranze nell’ambito del diritto internazionale, attraverso lo studio ragionato dell’evoluzione della materia. Il terzo capitolo presenta un’attenta analisi delle normative a favore della minoranza italiana. Il capitolo che segue si occupa di bilinguismo, inteso come indice dei rapporti linguistici tra maggioranza e minoranza. Il quinto capitolo valuta le prospettive in campo economico della minoranza italiana. Il sesto capitolo prende in considerazione i concetti di confine, di frontiera e di regione. Nel penultimo capitolo viene preso in esame il ruolo e le funzioni delle minoranze nelle collaborazioni transfrontaliere. Conclude il capitolo dedicato alle prospettive che si aprono per la minoranza italiana nell’ambito delle future Euroregioni.

La Ricerca 58 (Dicembre 2010)

   
M. Rubbi (Rovigno); Museo Civico (Rovigno); C. Sabatti (Brescia); M. Cemović (Fiume); E. Merlić (Pinguente); D. Roksandić (Zagabria); B. Ćosić (Rovigno-Berlino); E. Rover (Verona); C. De Angelini (Roma); V. Stella (Udine); N. Fakin (Umago); Museo Civico (Parenzo); D. Visintin (Pisino); ANVGD - Comitato Provinciale di Roma; CAN (Isola); D. Di Paoli Paulovich (Trieste).


La Ricerca 58

 

Dicembre 2010



I numeri del censimento (di Nicolò Sponza); L’Istria moderna 1500-1797. Una regione confine (di Egidio Ivetic); Le misure antimalariche nelle relazioni della Giunta alla Dieta Provinciale Istriana 1864-1900 (di Rino Cigui); 2011: La sfida dei prossimi censimenti (di Ezio Giuricin); Frontiere e contrassegni – i cippi confinari in Istria dal Medio Evo ai giorni nostri (di Slaven Bertoša – Tatjana Bradara – Nenad Kuzmanović); Ritrovamento di cippi veneziani nel bosco di Corneria (di Nenad Kuzmanović); Antonio Gandusio, “brillante“ rovignese (di Silvia Zanlorenzi); Notiziario (di Marisa Ferrara); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari; Visite al Centro di ricerche storiche; Nuovi Arrivi.

Scarica PDF

La Ricerca 57

 

Giugno 2010



Rivalutare le contraddizioni (di Nicolò Sponza); Dal primo “Ospitale” (1475) alla “Casa di Ricovero” (1900) di Rovigno (di Marino Budicin); Note sulla presenza storica della Foca monaca nell’Adriatico (di William Klinger); Genesi e sviluppo di una malattia in una cittadina istriana: il tifo petecchiale a Rovigno nel 1817 (di Rino Cigui); La storia dei miliziani della X MAS a Neresine nel 1944-45 (di Nino Bracco); Tradizioni pasquali in Istria e Dalmazia: la visita del sepolcro (di David Di Paoli Paulovich); Notiziario; Visite al Centro di ricerche storiche; Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (di Marisa Ferrara); Nuovi Arrivi (di Nicolò Sponza)

Scarica PDF

La Ricerca 57 (Giugno 2010)

   
G. Ronzitti (Genova); G. Tedeschi (Milano); D. Roksandić (Zagabria); M. Rubbi (Rovigno); E. Caravatti (Varese); Unione Italiana (Fiume); W. Klinger (Fiume-Gorizia); A. Pauletich (Rovigno); M. Batel (Pola); L. Benussi (Rovigno); Z. Bjelopetrović (Rovigno); P. Pazzi (Venezia); L. Maračić (Zagabria); M. Kalčić (Rovigno); V. Stella (Udine); V. Bosazzi (Rovigno); D. Marušić (Pola); D. Schurzel (ANVGD-Roma); A. Crisafulli (Rovigno); U. Bencic (Livorno); G. Benussi (Udine).

Scarica PDF

Atti Vol. XXXIX - XLIII (2009-2013)

di AA.VV.


Alcuni volumi si possono scaricare in PDF



Atti Vol. XXXIX (2009) Scarica PDF

Girardi Jurkić, V. – Decorazioni mitologiche del foro romano di Pola
Marsetič, R. – Approfondimenti storici sulle sepolture urbane a Pola dal Medio Evo alla metà del secolo XIX

Di Paoli Paulovich, D. – La lauda spirituale in Istria dall’epoca rinascimentale ai giorni nostri

Bertoša, S. – Briganti, assassini e condannati in Istria dall’inizio del Cinquecento fino alla fine del Settecento

Ivetic, E. – La questione delle etnie in Istria nei secoli XVI-XVIII

Budicin, M. – Contributo alla conoscenza della vertenza confinaria nelle “differenze” di Zumesco: l’episodio del 1717

Roksandić, D. – Lujo Matutinović, soldato e scrittore

Klinger, W. – Andrea Ludovico Adamich nei rapporti della Polizei-Hofstelle del 1810

D’Erme, E. – Il console malinconico, Charles James Lever: scrittore e diplomatico britannico a Trieste, 1867-1872

Vorano, T. – Il catastico di Albona del 1708 (II parte)

Radossi, G. – Lettere al giudice montonese Gian Antonio Canciani (1839-1849)

Cigui, R. – La toponomastica storica del comune catastale di Piemonte d’Istria

Pericin, C. – I lachi dell’Albonese: una lotta quotidiana per l’approvvigionamento d’acqua potabile come da documenti d’epoca asburgica

Ghiraldo, C. – Cenni sopra le chiese esistenti o crollate nel territorio di Peroi

Gentile, T. – Alcune legature dei libri quattrocenteschi della Biblioteca civica “A. Hortis” di Trieste. Uno studio in scienze del libro

Džin, K. – Jurkić, M. – Vita e opere di Vesna Girardi Jurkić in occasione del quarantesimo del suo operato nel campo dell’archeologia, della cultura, dell’istruzione e dell’attività pubblica

 

Atti Vol. XL (2010) Scarica PDF

Girardi Jurkić, V. – Anelli romani con motivi mitologici e simbolici dalla necropoli antica di Burle presso Medolino

Cuscito, G. – Società civile e comunità cristiana ad Aquileia nel sec. IV

Štih, P. – Il diploma del re Berengario I del 908 e il monastero femminile di Capodistria

Belušić, L. – Le chiese in territorio veneto delle diocesi di Cittanova, Parenzo e Pola, 1450-1600. Aspetti e problemi tipologici

Radossi, G. – La confraternita dei poveri infermi di Rovigno e i suoi benefattori

Bertoša, S. – Le tribolazioni dell’adattamento: alcuni aspetti del ripopolamento dell’Istria meridionale con gli Aiducchi (1671-1676)

Santon, V. – Bande armate in Istria a fine Settecento

Budicin, Marino – Cronistoria degli interventi nel palazzo pretorio di S. Lorenzo nella seconda metà del secolo XVIII: ultimi tentativi di restauro di questa interessante struttura pubblico-istituzionale

Budicin, Marta – Simone Battistella, architetto rovignese del Settecento

Cigui, R. – Epidemie e carestie nell’Ottocento istriano. Il tifo petecchiale e la fame del 1817 a Rovigno

Zanlorenzi, S. – Sulla via verso oriente: nascita e sviluppo delle rotte via mare da Trieste all’estremo oriente. Tra memorie personali e resoconti ufficiali

Klinger, W. – Le origini dei consigli nazionali: una prospettiva euroasiatica

Marsetič, R. – Le origini e lo sviluppo del cimitero civico di Monte Ghiro a Pola attraverso un secolo di storia (1846-1947)

Ivetic, E. – Lo sviluppo della nazionalità croata in Istria tra Otto e Novecento

Benčić, G. – Osservazioni sul castello di San Giorgio al Quieto e sul porto dei Santi Quaranta

Stener, F. – Contributo alla conoscenza della cappella campestre di San Matteo di Schitazza

Knez, K. – Capodistria e la patria di Vittore Carpaccio. Studi, ipotesi, discussioni e polemiche sul luogo natio del pittore

Vorano, T. – Il catastico di Albona del 1708 (III Parte: Appendici)

Maračić, L. A. – Compilazioni cronachistiche settecentesche dei frati francescani istriani Santo Brandolini, Felice Bartoli e Pietro Trani

Roksandić, D. – Lujo Matutinović, soldato e scrittore (Parte II)

Cernecca, A. – Theodor Mommsen e Pietro Kandler

Ghiraldo, C. – Nuovi cenni sopra le chiese esistenti o crollate nella campagna di Dignano

Di Paoli Paulovich, D. – Riti e canti della stella nell’Istria veneta e nel Quarnero

Pericin, C. – Lotta per “un bicchiere d’acqua netta” ed il ruolo dei parroci di campagna a difesa dei villici nell’Istria tra XIX e XX secolo

Bonifacio, M. – Origine e storia di undici casati dell’Istria

Matijašić, R. – Professore emerito Miroslav Bertoša: biobibliografia

 

Atti Vol. XLI (2011) Scarica PDF

BILLIA, E. - Siti paleontologici a "Rinoceronte di Merck", Stephanorhinus Kirchbergensis (Jager, 1839) (Mammalia, Perissodactyla), in Istria, Quarnero e Dalmazia

MILOTIĆ, I. - La scoperta dei resti d'una strada romana tra Lavarigo e Gallesano

TURKOVIĆ, T. - BASIĆ, I. - Nuove conoscenze sulla Liburnia Tarsaticensis nel contesto dello studio delle fonti geografiche

LEVAK, M. - Cause e fini della colonizzazione slava dell'Istria in epoca franca alla fine dell'VIII secolo

BERTOŠA, S. - Il vescovo riformatore Pier Paolo Vergerio il Giovane (1498-1565) — La vita e l'opera

BUDICIN, M. - L'iniziativa di restauro della chiesa matrice di Villanova al Quieto nel contesto socio-economico della seconda metà del secolo XVIII

CIGUI, R. - Un progetto di Lazzaretto e porto contumaciale nell'Istria del primo Ottocento
 
IVETIC, E. - La Dalmazia nelle "Iskrice" del Tommaseo

VISINTIN, D. - Contributo alla conoscenza delle misure adottate nei territori altoadriatici orientali per debellare l'oidio, la peronospora e la fillossera

KNEZ, K. - L'Istria Nobilissima di Giuseppe Caprin. Retaggio del passato e patrimonio artistico-culturale della penisola istriana (parte I)

DI PAOLI PAULOVICH, D. - Canto patriarchino di tradizione orale: percorsi di crisi e ultime sopravvivenze nella regione adriatica - orientale

BENČIĆ, G. - Sulla prima menzione di Umago, ovvero sull'isola S[...]OMAIA della Tabula Peutingeriana

VORANO, T. - Criminalità e giustizia nei regesti del Volume Criminale del podestà di Albona Pier Antonio Bembo (1753-1756)

ZAGATO, M. - Le avventure dell'Ostia: Processo a Domenico Zannona (1758-1767)

RADOSSI, G. - Dodici lettere di Felice Glezer a Tomaso Luciani (1884-1893)

KLINGER, W. - Catture di squalo bianco (Carcharodon Carcharias, Linnaeus, 1758) nel Quarnero 1872 -1909

PERICIN, C. - Catene, guinzagli, musoliere, scorticatori, tasse e multe: precauzioni contro la minaccia della rabbia canina nel Litorale austriaco tra `800 e `900
 
LJUBOVIĆ, E. - Tre stemmi lapidei in bassorilievo nella fortezza Nehaj a Segna

BONIFACIO, M. - Origini storiche di quindici casati istriani e dei loro rami slavizzati e italianizzati

DELISE, F. - Voci veneto-italiane nella parlata della città di Lesina. Soprannomi, detti e proverbi

 

Atti Vol. XLII (2012) Scarica PDF

In Memoriam
M. JURKIĆ, In memoriam prof. dott. sc. Vesna Girardi Jurkić (Zagabria, 15 gennaio 1944 – Pola, 25 agosto 2012)

Memorie:

K. DŽIN, Le fonti per la storia antica di Nesazio

V. GIRARDI JURKIĆ La necropoli romana a incinerazione di Pintorio presso Pinguente

G. RAPELLI, Note sulla slavizzazione dell’Istria e della Dalmazia

E. IVETIC
, Ai limiti d’Italia. L’Istria dei comuni

R. CIGUI
, “L’aere incominciò a farsi grave e pestilenziale”: la diffusione della malaria a Pola e nel suo distretto dal XIV alla fine del XIX

D. DI PAOLI PAULOVICH
, Pedena. Aspetti storici, rituali e musicali- sacri dell’antica diocesi istriana

G. RADOSSI, Il lungo contenzioso per il commercio del vino tra Rovigno-Parenzo e l’immediato retroterra (1717-1760)

M. BUDICIN
, La topografia della piazza della riva di Rovigno desunta dalle raffigurazioni iconografiche della metà del secolo XVIII

D. VISINTIN
, Cenni sull’evoluzione del matrimonio in Istria dall’età imperiale alla caduta della Serenissima

E. D’ERME, Michael William Balfe e la zingara. Vita e opere del cosmopolita compositore irlandese M. W. Balfe sullo sfondo della
Trieste musicale dell’Ottocento

K. KNEZ, L’Istria Nobilissima di Giuseppe Caprin. Retaggio del passato e patrimonio artistico-culturale della penisola istriana (Parte II)

R. MARSETIČ,
. Analisi dell’apparato militare austro-ungarico a Pola durante la prima guerra mondiale


Documenti:

L.A. MARAČIĆ, Le tradizioni istro-quarnerine sulla venuta e presenza di San Francesco e Sant’Antonio in queste parti

S. BERTOŠA
, Gli orizzonti mediterranei della famiglia veneziana Loredan

T. VORANO
, Regesti dei processi criminali celebrati dai podestà Dandolo, Foscarini e Balbi ad Albona e Fianona negli anni 1659- 1666

C. PERICIN
, Maltrattamento e protezione degli animali nel Litorale austriaco: alcuni casi desunti dai documenti d’archivio che datano alla seconda metà dell’Ottocento e al primo Novecento

M. BONIFACIO
, Cognomi dell’Istria, del Quarnero e della Dalmazia

M. DUSSICH, Supplemento di aggiunte al vocabolario della parlata di Buie d’Istria

 

Atti Vol. XLIII (2013) Scarica PDF

Memorie

T. SADRIĆ, Scoperta di tumuli dell’età del bronzo nei dintorni di Geroldia (Gradina presso Orsera)

N. MARAKOVIĆ, Le pitture murali di S. Gerolamo a Colmo, alcune nuove proposte d’interpretazione

J.-P. BATELJA, La Madonna della Misericordia in Istria

E. STIPČEVIĆ, Il compositore e le sue scelte poetiche: il caso di Fra Gabriello Puliti e i suoi poeti istriani

R. CIGUI, Il complesso rapporto tra la città e i suoi rifiuti: l’igiene pubblica a Capodistria nei secoli XVIII e XIX

E. IVETIC, Sulla frontiera. La percezione del Turco nella Dalmazia Veneta

G. DE ANGELINI, Il canonicato Angelini, nella storia di Rovigno

M. BUDICIN, I tentativi di vendita e di restauro di fine secolo XVIII del Palazzo pretorio grisignanese. Contributo alla conoscenza degli ultimi anni di vita della “terra” di Grisignana

D. VISINTIN, L’economia agricola istriana nei secoli XVIII e XIX. Il lungo cammino verso la modernizzazione

R. MARSETIČ, Le strutture ospedaliere comunali e provinciali a Pola durante il governo austriaco

G. RADOSSI, La ‘questione’ del cimitero di Rovigno. Vicissitudini del trasferimento da Monte Alle Laste

P. DELTON, Contributo per una storia dei calighèri di Dignano in Istria

D. DI PAOLI PAULOVICH, Aspetti cultuali della festa di Sant’Eufemia a Rovigno d’Istria: la devozione alla Santa tra rito, musica e folclore

Fonti e documenti

G. RAPELLI, Appunti etimologici sul toponimo Zadar

M. DRANDIĆ, I registri parrocchiali di Gallesano: analisi del più antico manoscritto (parte prima)

S. BERTOŠA, Alcuni catastici dei boschi istriani del XVIII secolo

T. VORANO, Il carteggio Luciani-Millevoi

C. PERICIN, La capra in Istria tra miti, tradizioni e ordinanze

F. DELISE, Alcuni documenti sulla pesca dell’isola di Lesina sotto il governo austro-ungarico e durante l’amministrazione italiana

M. BONIFACIO, Dodici cognomi istriani, quarnerini e dalmati

S. CERGNA, La tradizione paremiologica di Valle d’Istria


ISOLA: Palazzo Manzioli, presentazione ATTI XXXIX

 

Isola



Palazzo Manzioli, ospiti della Comunità degli Italiani "Dante Alighieri", per la presentazione del volume ATTI XXXIX. Pubblico in sala

POLA: Presentazione presso la Comunità degli italiani di Pola dei volumi...

 

Pola



Presentazione presso la Comunità degli italiani di Pola dei volumi: “Quaderni XX”, “Ricerche sociali 16”, “La Ricerca 56” e “Dizionario del dialetto di Pola” di Barbara Buršić Giudici e Giuseppe Orbanich (Collana degli Atti 31).

ROVIGNO: Cda del CRS nomina direttore

 

Rovigno



Cda del CRS nomina direttore

Il Dizionario del dialetto di Pola

di Barbara Buršić Giudici e Giuseppe Orbanich


Collana degli Atti – Num. 31



Il Dizionario del dialetto di Pola di Barbara Buršić Giudici e Giuseppe Orbanich, 313 pagine, raccoglie ben 6000 lemmi dialettali; l’opera è corredata dalle appendici grammaticali, da un elenco di alcuni nomi personali comuni in polese e da foto d’epoca.

La Ricerca 56 (Dicembre 2009)

   
P. Radossi (Vicenza); G. Scotti (Fiume); E. Ivetic (Padova); S. Živkov (Pančevo); R. Capuzzo (Mantova); F. Sponza (Rovigno); A. Trabacchi (Piacenza); M.C. Reinchald (Venezia); M. Paoletić (Umago); C. Zanardo (Padova); V. Giuricin (Rovigno); F. Somma (Trieste); D. Di Paulovich (Trieste); M. Hrovatin (Zagabria); Museo Civico (Rovigno); D. Quarantotto (Rovigno); V. Stella (Udine); L. Šimunković (Spalato); U. Pelizzon (Monfalcone); O. De Crivis (Novara); P. Ravlić (Pola); M. Jelenić (Dignano); P. Štih (Lubiana); E. Pastrovicchio (Torino); A. Piras (Gradisca D'Isonzo); W. Klinger (Fiume); N. Sistoli Paoli (Pisa); D. U. Sponza (Gorizia); E. Teklić (Rovigno); Scuola Media Superiore Italiana (Rovigno); Comunità degli Italiani (Rovigno); M. Rubbi (Rovigno). Scarica PDF

La Ricerca 56

 

Dicembre 2009



Connettere il passato al futuro (di Nicolò Sponza); Le sepolture a Pola dal Medioevo alla metà del XIX secolo (di Raul Marsetič); “Putrida biliosa febbre con verminazione e petecchie” L’epidemia di tifo petecchiale a Isola d’Istria nel 1791 (di Rino Cigui); Roberto Oros di Bartini (Fiume 1897 - Mosca 1974) (di William Klinger); Tommaso Caenazzo: canonico rovignese e compositore di musica. Due inediti ritrovamenti a Valle (di David Di Paoli Paulovich); Fonti archivistiche per lo studio dell’Istria nel secondo dopoguerra (di Orietta Moscarda Oblak); Visite al Centro di ricerche storiche (di Marisa Ferrara); Notiziario e partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (di Marisa Ferrara); Nuovi Arrivi.

Scarica PDF

Visita del Direttore Generale della D.G.EU. del Ministero degli Affari Esteri Amb. Dr. Mario Salvatore Bova

di Da sinistra: Daniele Verga, Mario Salvatore Bova, Giovanni Radossi, Silvio Delbello.


Rovigno



Visita del Direttore Generale della D.G.EU. del Ministero degli Affari Esteri Amb. Dr. Mario Salvatore Bova.

Scoprimento targa BORME

di Da sinistra: Giovanni Radossi e Luciano Giuricin


Rovigno



Durante l'inaugurazione della sede del CRS Albertini II, è stata scoperta la targa intestata al Prof. Antonio Borme.

La comunità nazionale italiana

di Ezio e Luciano Giuricin


ETNIA - X



La comunità nazionale italiana: Storia e istituzioni degli italiani dell'Istria, Fiume e Dalmazia (1944-2006)

Presentazione del volume: La comunità nazionale italiana

di Da sinistra: Ezio Giuricin (autore),Orietta Moscarda, Silvano Zilli, Marino Budicin, Giovanni Radossi, Nives Lazaric Giuricin, Luciano Giuricin (autore), Raul Marsetic.


Rovigno



Presentazione del volume:"La comunità nazionale italiana".

La Ricerca 55 (Giugno 2009)

   
V. Stella (Udine); L. Donorà (Torino); M. Budicin (Rovigno); S. Bertoša (Pola); A. Pauletich (Rovigno); G. Paoletti (Trieste); R. Palladin (Brescia); L. Giuricin (Trieste); R. Cigui (Verteneglio); D. Marušić (Pola); G. Rapelli (Verona); E. Ivetic (Padova); A. Rossit (Trieste); M. Walcher (Venezia); E. Teklić (Rovigno); M. Rubbi (Rovigno); Liceo Scientifico Statale “A. Pacinotti” (Cagliari); C. Bevilacqua (Trieste); P. Štih (Ljubljana); L. Papo de Montona (Roma); S. Pontiggia (Milano); L. Giorgini (Bologna); K. Mokorić (Rovigno); Comune di Trieste; E. Merlić (Pisino); B. Ozretić (Rovigno); D. Dazzara (Rovigno); S. Damiani (Spalato); V. Giorgi (Caserta); S. Duda (Trieste); E. Pastrovicchio (Novara); Istituto Storico della Resistenza (Novara); G. Orbanic (Pola) ; F. Somma (Trieste); G. Ronzitti (Genova); E. Teklić (Rovigno).

La Ricerca 55

 

Giugno 2009



Il CRS una risposta ai bisogni della Comunità Nazionale Italiana (di Nicolò Sponza); La crisi agricola degli anni 1860-1862 nel distretto di Parenzo (di Rino Cigui); Zara: la vita musicale-artistica dal XIX secolo alla vigilia del secondo conflitto mondiale (di David Di Paoli Paulovich); L’Istria e Fiume nella filatelia (di Andrea Sponza); L’Istria e Fiume nella numismatica (di Giovanni Paoletti); Presentazione dei nuovi volumi del CRS (di Marisa Ferrara); Donazioni al nostro Istituto; Notizie e visite al Centro di ricerche storiche (di Marisa Ferrara); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (di Marisa Ferrara); Nuovi Arrivi

Scarica PDF

Istra kroz vrijeme

di Egidio Ivetic


Collana degli Atti – Br. 30



"Istra kroz vrijeme" è la traduzione in lingua croata di "Istria nel tempo" pubblicato nel 2006. Il volume è stato realizzato in collaborazione con la Regione Istriana.

Presentazione del volume "Istra kroz vrijeme" - (Collana degli Atti - 30)

di Da sinistra: Robert Matijašić, Marino Budicin, Ivan Jakovčić, Giovanni Radossi.


Rovigno



Presentazione del volume "Istra kroz vrijeme" - (Collana degli Atti - 30) Istra kroz vrijeme è la traduzione in lingua croata di "Istria nel tempo" pubblicato nel 2006. Il volume è stato realizzato in collaborazione con la Regione Istriana.

Presentazione del CRS

di (Da sinistra: Peter Štih, Giovanni Radossi, Orietta Moscarda Oblak, Marino Budicin)


Lubiana (Ljubljana)



Presentazione ufficiale del Centro di ricerche storiche presso il Dipartimento di Storia della Facoltà di Filosofia di Lubiana.

Vocabolario della parlata di Buie d’Istria.

di Marino Dussich


Collana degli Atti – N. 29



Il volume raccoglie ben 6.637 lemmi dialettali della parlata di Buie d’Istria, è corredato dalle appendici grammaticali, da tre cartine topografiche e numerose foto d’epoca. Inoltre propone una dettagliata cronologia storica della città, l’elenco alfabetico della casata d’appartenenza dei sopranomi, numerosi indovinelli, filastrocche, proverbi e rispolvera la cucina tradizionale e le terapie della medicina popolare. Marino Dussich più che un vocabolario dialettale offre al lettore una piccola enciclopedia di Buie e del suo territorio.

La toponomastica di Rovigno d'Istria

di Giovanni Radossi


Collana degli ATTI N. 28



scarica il libro in formato pdf
Un’elevata quantità di toponimi dell’area urbana e della campagna rovignesi sono sopravvissuti fino ad oggi ed hanno conservato, nel vocabolario dei parlanti autoctoni, la forma più arcaica, nonostante sovrapposizioni ed avvicendamenti di popolazioni. Il saggio è un’analisi etimologico - lessicale delle forme istriote. Oltre alle testimonianze orali e alle raccolte di toponomastica istriana, sono stati consultati catastici, mappe, piante urbane e stradali nonché carte storiche e militari.

ROVIGNO: Presentazione del volume di Giovanni Radossi

di Da sinistra: Alessio Radossi, Antonio Pauletich, Elio Privileggio, Giovanni Radossi, Marino Budicin.


Rovigno



La toponomastica istriota storica, moderna e comparata della città e del territorio di Rovigno d'Istria” - (Collana degli Atti - 28)

La Ricerca 54

 

Dicembre 2008



Il CRS tra ricerca storiografica e impegno civile (di Nicolò Sponza) ; 40° ANNIVERSARIO Il Centro di ricerche storiche 1968-2008 (di Luciano Giuricin e Ezio Giuricin) ; SAGGIO La condizione sanitaria di Cittanova alla metà del XIX secolo nel rapporto del medico comunale Felice Maver (di Rino Cigui); SAGGIO Aspetti e linee principali della produzione musicale in Istria, nel Quarnero e nella Dalmazia (di David Di Paoli Paulovich) ; PROGETTO UNDICI La tutela giuridica della comunità Nazionale Italiana autoctona in Croazia ( di Silvano Zilli) ; Donazioni al nostro Istituto ; PRESENTAZIONE La toponomastica istriota di Rovigno d’Istria (di Giovanni Radossi) ; PRESENTAZIONE Il vocabolario della parlata di Buie d’Istria (di Denis Visintin) ; Visite al Centro di ricerche storiche (di Marisa Ferrara) ; Notiziario e partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (di Marisa Ferrara) ; Nuovi Arrivi.

Scarica PDF

La Ricerca 54 (Dicembre 2008)

   
S. Felcher (Trieste); R. S.Valentino (Iowa City) ; M. Paliaga (Rovigno); T. Vallery (Venezia); B. Brezovečki (Rovigno); F. Viezzoli (Trieste); Unione Italiana (Fiume); P. Ballinger (Brunswik-Maine); F. Ivaldi (Genova); R. Capuzzo (Mantova); Comune di Grado; L. Giuricin (Trieste); P. Štih (Zagabria); N. Gregorovich (Milano); V. Simoni (Firenze); L. Belušić (Fiume); M. Ruggero (Riva del Garda); M. Bonifacio (Trieste); E. Merlić (Pisino); F. Luxardo (Venezia); M. Giron (Fiume); Biblioteca Centrale “Srečko Vilhar” (Capodistria); M. Budicin (Rovigno); R. Palladini (Brescia); G. Benčić (Torre); Archivio di Stato (Pisino); M. Marino, G. Angelini (Roma); S. Bertoša, (Pola); Museo Civico (Rovigno); M. Petener Lorencin (Pola); T. Favaretto (Trieste); S. Tavano (Gorizia); S. Zanlorenzi (Mestre); A. Rubbi (Rovigno); V. Stella (Udine); R. Pavičić (Rovigno); F. Somma (Trieste); A. Kliman (Pola); A. Pauletich (Rovigno); M. Sponza (Aquileia); A. Battistella (Fiume); K. Gallo (Zagabria); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); E. Devetti (Trieste); R. Palladini (Brescia).

ROVIGNO: Presentazione del nuovo sito internet del CRS

di Da sinistra: Nives Lazaric, Massimo Radossi e Nicolò Sponza


Rovigno



Presentazione del nuovo sito internet del CRS

di Da sinistra: studentessa, l’Ambasciatore Alessandro Pignatti Morano di Custoza e Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita al CRS dell’Ambasciatore d’Italia a Zagabria, Alessandro Pignatti Morano di Custoza.

TRIESTE: “La Bancarella”, Salone del Libro dell’Adriatico Orientale.

di Dal 10 al 14 settembre 2008, si è svolta a Trieste, organizzata dal CDM, la terza edizione de “La Bancarella”, Salone del Libro dell’Adriatico Orientale. Il Centro di ricerche storiche di Rovigno ha partecipato al dibattito La cultura adriatica tra passato e presente: processi di osmosi, contaminazioni, il ruolo dei dialetti preromanzi e veneti con un intervento del prof. Giovanni Radossi sulla toponomastica istriota.


Trieste



La Bancarella”, Salone del Libro dell’Adriatico Orientale.

La Ricerca 53

di AA.VV.


Giugno 2008



XL anniversario di fondazione del Centro di ricerche storiche di Rovigno (Editoriale – Radossi, G. e Sponza, N.); L’epidemia di colera del 1836 in alcune località della penisola istriana (Cigui, R.); Presentazione dell’Archivio Cinematografico del Centro di ricerche storiche (Giuricin, N.); La “redenzione” di Pirano (Knez, K.); Il primissimo dopoguerra nel Buiese (estate 1945) (Moscarda Oblak, O.); Volantini a Rovigno (Schürzel, S.); Georg Hütterott, giapponista triestino (Zanlorenzi, S.); L’incendio nel Duomo di Pola del 7 ottobre 1923 (Marsetič, R.); Visite al Centro di ricerche storiche (Ferrara, M.); Presentazione dei Volumi (Ferrara, M.); Donazione al nostro Istituto; Centro di ricerche storiche 1968-2008 (Quarant’anni al servizio della Comunità Nazionale Italiana e degli studi storici)

Scarica PDF

La Ricerca 53 (Giugno 2008)

   
Comunità degli Italiani (Zara); V. Stella (Udine); Istituto Storico Italiano (Trento); Biblioteca Universitaria (Pola); E. Ivetic (Padova); E. Cozzi (Venezia); EDIT (Fiume); M. Tonelli (Rovigno); Liceo Scientifico Statale (Rovigo); F. Luxardo (Venezia); S. Brcich (Venezia); S. Bertoša (Pola); D. Visentin (Pisino); C. Rossit (Trieste); M. Budicin (Rovigno); M. Miculian (Rovigno); Museo Archeologico (Pola); L. Margetić (Fiume); G. Abrami (Petrovia); E. Beggiato (Venezia); G. Vignoli (Trieste); O. Zambon (Venezia); M. Schiozzi (Trieste); Museo Civico (Rovigno); F. Rocco (Trieste); S. Duda (Trieste); M. Mitić (Rovigno); S. Zanlorenzi (Trieste); A. Kliman (Pola); A. L. Zanetti (Brescia); M. Bonifacio (Trieste); G. Manzin (Melbourne); T. Vorano (Albona); C. Bertoglio (Torino); H. Menzildžić (Zagabria); Istituto Regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia (Trieste); Città di Pola (Pola); D. Debeljuh (Buie); J. Ziherl (Cittanova); S. Felcher (Trieste); Mailing List Histria (Roma); Città di Chioggia (Chioggia); R. S. Valentino (Iowa City); M. Paliaga (Rovigno); T. Vallery (Venezia); D. Dazzara (Rovigno); D. Ferruccio (Trieste); B. Brezovečki (Rovigno); S. Živkov (Pančevo); F. Viezzoli (Trieste).

di Pubblico in sala.


Rovigno



Visita al CRS di studenti abruzzesi.

di Da sinistra: Nicolò Sponza, Carla Rota, Orietta Moscarda Oblak, Marino Budicin.


Dignano



Presentazione dei Quaderni XVIII.

di Pubblico in sala.


Rovigno



Visita al CRS di un gruppo di esuli giuliano-dalmati da Pordenone.

La Ricerca 52

di AA.VV.


Dicembre 2007



La comunità Nazionale Italiana: un’identità di confine (Editoriale – Sponza, N.); In tema di usura nell’Istria medievale (Moscarda, D.); La visita pastorale del vescovo di Cittanova Antonio Lucovich alla parrocchia di Umago (Cigui, R.); Analisi del sistema elettorale della Comunità Nazionale Italiana (Giuricin, E.); Le opzioni, una questione trascurata (Moscarda Oblak, O.); Il ruolo delle fonti orali in una ricerca sulle trasformazioni sociali delle comunità italiane nel dopoguerra (1945-1965) (Nemec, G.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 52 (Dicembre 2007)

   
P. Ballinger (Brunswick-Maine); S. Duda (Trieste); E. Deveti (Trieste); J. Diminić (Albona); M. Tosić (Rovigno); EDIT (Fiume); C. Deghenghi (Torino); David Di P. Paulovich (Roma); L. Del Cont (Pordenone); CDM della cultura Giuliana Istriana Fiumana e Dalmata (Trieste); R. Manzuto (Trieste); L. Bogliun-Debeljuh (Buie)¸F. Šerbelj (Ljubljana); J. Batelja (Zagabria); F. Ivaldi (Genova); V. Stella (Udine); T. De Simone (Firenze); F. Luxardo (Padova); Museo Civico (Rovigno); M. Bertoša (Pola); G. Campaner (Venezia); A. Zanetti-Lorenzetti (Brescia); A. Debeljuh (Buie); A. Blasina (Gorizia); A. Rastelli (Milano); S. Felcher (Trieste); A. Miculian (Rovigno); D. Degrassi (Trieste); L. Antonini (Venezia); L. Donorà (Torino); T. Mayhew (Fiume); Comunità degli Italiani (Zara); D. Demonja (Zagabria); V. Kamin (Capodistria); O. De Crivis (Novara); L. Lago (Trieste); M. Grego (Trieste); S. Tiani-Brunelli (Udine); N. Cernecca (Verona); A. Donato (Torino); C. Dessanti (Roma); M. Budicin (Rovigno); F. Šuran (Rovigno); F. Canali (Bologna); E. Merlić ( Pisino); Biblioteca degli Uffizi (Firenze); A. Kliman (Pola); M. Radošević (Pola); D. Pinzan (Trieste); M. Boaglio (Torino); S. Budicin (Rovigno); M. S. Codecasa (Milano); E. Orbanić (Pisino); Comunità Evangelica Elvetica (Trieste); Comunità degli Italiani (Pirano); C. Longo (Gradisca d’Isonzo); L. T. Karpowicz (Fiume); Archivio regionale (Capodistria); Archivio di Pirano; M. Miculian (Rovigno); S. Forza (Fiume); G. Abrami (Trieste); C. Udovičić (Pola); N. Fachin (Umago); S. Vidulin Orbanić (Rovigno); J. Višnjić (Zagabria).

di Al centro Marino Budicin (IX da sinistra).


Zagabria



Conferimento del premio “J.J. Strossmayer” al CRS per l’edizione croata “Slikarstvo Istre – Istria pittorica”.

di Da sinistra: Giovanni Radossi, l’on. Umberto Ranieri e Furio Radin.


Rovigno



Visita al CRS di Rovigno da parte dell’onorevole Umberto Ranieri, Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri della Repubblica Italiana.

La memoria di Goli Otok – Isola Calva

di Luciano Giuricin


Monografie X (2007)



Le trentacinque testimonianze raccolte nel volume La memoria di Goli Otok - Isola Calva da Luciano Giuricin, svelano alcuni nodi centrali della storia istriana del Novecento, tanto da rappresentare dei tasselli fondamentali per la comprensione delle dinamiche tra il partito comunista italiano e quello jugoslavo, sia durante il conflitto mondiale sia nell’immediato dopoguerra, come pure del rapporto tra la Jugoslavia e l’Istria. I racconti vengono rivisitati dall’autore attraverso l’ottica delle recenti interpretazioni storiografiche onde spiegare le vicissitudini personali e famigliari prima, durante e dopo il calvario subito anche da molti connazionali nel campo di Goli Otok - Isola Calva, dove finirono con l’accusa di cominformismo dopo l’espulsione della Jugoslavia dall’organizzazione nel 1948.


di Da sinistra: Fulvio Rustico, Franco Danieli, Giovanni Radossi e Giovanni Sponza – Sindaco di Rovigno.


Rovigno



Visita al CRS del Viceministro italiano agli Affari Esteri, Franco Danieli.

La Ricerca 51

di AA.VV.


Giugno 2007



Gli immaginari storici delle culture nazionali (Editoriale – Sponza, N.); Ricordando Antonio Miculian (Budicin, M.); Considerazioni sui gabinetti e sulle società di lettura italiane in Istria (Knez, K.); Un inedito documento istriano a favore dei diritti degli animali (Marsetič, R.); L’identità minoritaria nel nuovo contesto regionale: la minoranza italiana in Istria e Quarnero (Burra, A.); Epigrafe rinvenuta nei pressi di Canfanaro (Meden, A.); Catalogazione dell’architettura in pietra nell’Istria nord-occidentale (Fachin, N.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 51 (Giugno 2007)

   
Museo Civico (Rovigno); Comunità degli Italiani (Lipik); A. Debeljuh (Pola); V. Stella (Udine); Fondazione Giorgio Cini (Venezia); A. Rubbi (Rovigno); Comunità degli Italiani (Isola); EDIT (Fiume); R. Martinello (Padova); A. Soldatić (Rovigno); Biblioteca Statale (Gorizia); J. Orbanić (Pula); Fondazione “Vera Mocentini” (Torino); D. Krmac (Capodistria); M. Rana (Trieste); L. Bogliun (Buie); L. A. Maračić (Zagabria); P. Štih (Ljubljana); B. Ozretić (Rovigno); R. Colapietra (Salerno); L. Cechet (Trieste); A. Doz (Buie); O. De Crivis (Novara); F. Luxardo (Padova); M. Bonifacio (Trieste); A. Pauletich (Rovigno); T. Vorano (Albona); M. Guštin (Capodistria); L. Bellavite (Verona); F. Stener (Muggia); Panathlon Club (Trieste); C. Franco (Siena); M. D. Jovanović (Belgrado); V. Piccoli (Trieste); A. Burra (Capodistria); G. Bosetti (Grenoble); E. Deveti (Trieste); S. Tazzer (Roma); P. Ballinger (Bowdoin College - Brunswick - Maine); S. Duda (Trieste); M. Tosić (Rovigno); C. Bertoglio (Torino).

di Da sinistra: Marino Budicin, Donata Degrassi, Giovanni Radossi, Daniela Mohorović, presidente Comunità di Albona, e Luciano Lago.


Albona



Presentazione del XXXVI volume degli ATTI (Comunità degli Italiani).

di Da sinistra: Giuseppe Parlato, Luciano Lago, Giovanni Radossi e Orietta Moscarda Oblak.


Trieste



Presentazione del volume “Istria nel tempo”.

di Giovanni Radossi presso il banco delle pubblicazioni esposte del CRS.


Trieste



“La Bancarella”, primo Salone del Libro dell’Adriatico Orientale.

di Da sinistra: Nereo Nesladek - sindaco di Muggia,Giovanni Radossi, studentessa e Luciano Lago.


Muggia (TS)



Distribuzione del volume “Istria nel tempo” a Muggia

di Da sinistra: Nereo Nesladek - sindaco di Muggia, studentessa, Alessandro Rossit, Giovanni Radossi e Luciano Lago.


Muggia (TS)



Distribuzione del volume “Istria nel tempo” a Muggia

di Da sinistra: Elvio Guagnini, Luciano Lago, Roberto Antonaz, Maurizio Tremul, Giovanni Radossi e Denis Visioli).


Trieste



Presentazione della ristampa anastatica della “Divina Commedia” con note di Nicolò Tommaseo.

di Sala del Consiglio cittadino; da sinistra A. Miculian e M. Budicin.


Rovigno



Presentazione del volume “Protestantizam u Istri XVI. i XVII stoljeće” di Antonio Miculian.

di Accompagnati dalla prof.ssa Ines Venier (V da sinistra) accolti in Centro da Silvano Zilli (I da sinistra).


Rovigno



Visita di studenti della Scuola Media Superiore Italiana di Rovigno – IVa Economico.

La Ricerca 50

di AA.VV.


Dicembre 2006



I primi cinquanta numeri del bollettino La Ricerca (Editoriale – Sponza, N.); La mia esperienza in qualità di diplomatico supporto della minoranza italiana in Istria, Fiume e Dalmazia (Ercole Ago, P.); L’epurazione di Eros Sequi e di Erio Franchi dall’UIIF (1951) (Moscarda Oblak, O.); Le pellicole da 16 mm della collezione del CRS (Giuricin, N.); Cenni storici sullo sviluppo dell’istruzione a Rovigno e in Istria dal medioevo al governo veneto (1283-1797) (Miculian, A.); La Valle del Quieto in uno studio di “sistemazione idraulica” degli anni Settanta del secolo XVII (Budicin, M.); Indici La Ricerca n. 1-50; Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 50 (Dicembre 2006)

   
F. Stener (Muggia); G. Volpe (Fano); V. Stella (Udine); M. Rubbi (Rovigno); L. Dorigo (Trieste); Città di Rovigno; M. L. Botteri (Roma); O. De Crivis (Novara); S. Bertoša (Pola); Museo Civico (Parenzo); F. Somma (Trieste); V. Giuricin (Rovigno); Liceo Cicerone (Frascati); L. Ponchiroli (Mantova); N. Fakin (Umago); D. Marušić (Pola); E. Beggiato (Venezia); A. Pauletich (Rovigno); G. Cnapich (Torino); E. Ivetic (Padova); Gruppo folk “Batana” (Rovigno); R. Ugussi (Pola); L. Degnenghi (Pola); Scuola elementare (Dignano); P. Bralić (Rovigno); L. Vivoda (Roma); M. L.Botteri (Roma); Comunità degli Italiani (Pirano); F. Salghetti-Drioli (Vicenza).

di Da sinistra: Antonio Pauletich, Egidio Ivetic, Anita Forlani, Orietta Moscarda Oblak, Giovanni Radossi, Marina Cattaruzza, Carlo Ghisalberti, Marino Budicin.


Rovigno



Presentazione del volume: "Istria nel tempo: manuale di storia regionale dell'Istria con riferimenti alla città di Fiume" (Collana degli Atti - 26).

COMMEDIA

di Dante Alighieri (con ragionamenti e note di Niccolò Tommaseo).


COLLANA DEGLI ATTI – EXTRA SERIE – N. 1



COMMEDIA (Ristampa anastatica in tre tomi dell’edizione di Milano del 1868.)

Slikarska bastina Istre

di Višnja Bralić - Nina Kudiš Burić


 
Višnja Bralić - Nina Kudiš Burić

Arupinum

   
Arupinum

di Da sinistra: Isidoro Gottardo, Sandro Bondi, Silvano Zilli e Elio Privileggio.


Rovigno



Visita al CRS di Rovigno di un gruppo di esponenti di Forza Italia.

La Ricerca 48-49

 

Giugno 2006



Artefici del nostro futuro (Editoriale - Sponza, N.); Fonti per lo studio della ristrutturazione socio-economica a Rovigno (Moscarda Oblak, O.); Cenni storici su Piemonte d’Istria (Marsetič, R.); Cenni ovvero riflessioni sulle tecniche vocali e sul timbro della voce in Istria (Boljunčić, V.); Quale futuro per la scuola italiana? (Giuricin, E.); Educazione interculturale e il multiculturalismo (Šuran, F.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 48-49 (Giugno 2006)

   
C. Bevilacqua (Trieste); P. Radossi (Vicenza); F. Delise (Trieste); G. Secco (Belluno); A. Miculian (Rovigno); S. Zilli (Rovigno); A. Pauletich (Rovigno); G. Vettoral (Bologna); N. Cernecca (Verona); R. S. Valentino (Iowa City); Museo Civico (Rovigno); Centro di studi storici Valchiavennessi (Chiavenna); M. Jovanović (Belgrado); V. Stella (Udine); M. W. Poldelmengo (Firenze); D. Modrušan (Rovigno); Ginnasio “Zvane Črnja” (Rovigno); L. Margetić (Fiume); S. Bertoša (Pola); V. Boljunčić (Ljubljana); S. Jeromela (Rovigno); Ivaldi (Genova); A. Rubbi (Rovigno); Comunità degli Italiani (Zara); E. Moscarda (Gallesano); B. Rzšlavy (Pola); G. Cnapich (Torino); M. Maurović (Montona); N. Fakin (Umago); S. Zorzon (Trieste); I. Tavoschi (Udine); G. Orbanić (Pola); C. Caracci (Udine); O. De Crivis (Novara); E. Merlić (Pisino); V. Šverko (Albona).

di Da sinistra: Marino Budicin, Luciano Lago, Giovanni Radossi, Fabrizio Radin, Maria Masau Dan, Anita Forlani e Tiziano Sošić – Viceconsole onorario d’Italia a Pola.


Pola



Presentazione del volume “Istria Pittorica”.

di Accompagnati dalla prof.ssa Maria Vidotto Bujovac (VI da sinistra) e accolti dal prof. Giovanni Radossi (III da sinistra).


Rovigno



Proiezione del film sull’esodo “La città dolente” per gli alunni della II Liceo della Scuola Media Superiore Italiana di Rovigno.

di Da sinistra Giovanni Radossi e Fulvio Rustico.


Rovigno



Visita ufficiale del Console Generale d’Italia a Fiume, dott. Fulvio Rustico.

di Da sinistra: Mauro Seppi, Antonella Benazzo, Giuseppe de Vergottini, Guglielmo Cevolin, Giovanni Radossi.


Rovigno



Presentazione del volume "L'autoctonia divisa"; tra i patrocinatori dell'incontro Coordinamento Adriatico e LiMES rivista italiana di geopolitica.

La Ricerca 46-47

 

Dicembre 2005



La realtà istriana tra monolitismo nazionale e complessità sociale (Editoriale – Sponza, N.); Lotta contro i resti del fascismo, contro la speculazione e il mercato nero (Moscarda Oblak, O.); I gruppi forestali “Leme-Vidorno”, “Lisignamoro-Siana” e “Montona-Corneria” nei piani di assestamento del periodo italiano (Budicin, M.); La storia divisa (Giuricin, E.); Per un’interpretazione più aperta alla comprensione delle diversità etno-nazionali di un territorio di frontiera (Šuran, F.); Un particolare dono all’Archivio del CRS: foto e documenti su Antonio Poldelmengo ultimo podestà italiano si Rovigno d’Istria (Giuricin, N.); Le calete de Zara (Giuricin, N.); Un leone marciano nei pressi di Colmo (Meden, A.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 46-47 (Dicembre 2005)

   
C. Bevilacqua (Trieste); P. Radossi (Vicenza); F. Delise (Trieste); G. Secco (Belluno); A. Miculian (Rovigno); S. Zilli (Rovigno); A. Pauletich (Rovigno); G. Vettoral (Bologna); N. Cernecca (Verona); R. S. Valentino (Iowa City); Museo Civico (Rovigno); Centro di studi storici Valchiavennessi (Chiavenna); M. Jovanović (Belgrado); V. Stella (Udine); M. W. Poldelmengo (Firenze); D. Modrušan (Rovigno); Ginnasio “Zvane Črnja” (Rovigno); L. Margetić (Fiume); S. Bertoša (Pola); V. Boljunčić (Ljubljana); S. Jeromela (Rovigno); Ivaldi (Genova); A. Rubbi (Rovigno); Comunità degli Italiani (Zara); E. Moscarda (Gallesano); B. Rzšlavy (Pola); G. Cnapich (Torino); M. Maurović (Montona); N. Fakin (Umago); S. Zorzon (Trieste); I. Tavoschi (Udine); G. Orbanić (Pola); C. Caracci (Udine); O. De Crivis (Novara); E. Merlić (Pisino); V. Šverko (Albona).

La memoria degli italiani di Buie d’Istria. Storie e trasformazioni di una comunità contadina

di Giacomo Paiano


Monografie IX (2005)



La memoria degli italiani di Buie d’Istria. Storie e trasformazioni di una comunità contadina tra il 1922 e il 1954 nelle testimonianze dei rimasti, dello storico romano Giacomo Paiano, delinea un quadro estremamente articolato della società del buiese all’interno della quale affiorano spesso comportamenti diversi e contraddittori e scelte politiche antitetiche. Buie inoltre rappresenta un osservatorio privilegiato dove indagare le dinamiche della transizione dal periodo italiano a quello jugoslavo in quanto la “costruzione della società socialista” inizia negli anni quando la zona faceva ancora parte del Territorio Libero di Trieste, tanto da creare una storia e una memoria, riscontrabile tutt’oggi, diversa rispetto al restante territorio istriano.


di Da sinistra: Emilia Marino, Rosanna Turcinovich, Renzo Codarin, Marino Budicin, Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita del CDM (Centro di Documentazione Multimediale) di Trieste al CRS.

La Ricerca 44-45

 

Giugno 2005



Al di là degli Esuli e dei Rimasti: una riflessione sul nostro futuro (Editoriale - Sponza, N.); La Sezione amministrativa del Dipartimento degli Affari Interni del Comitato popolare regionale per l'Istria dalla "Liberazione" al novembre 1945 (Moscarda Oblak, O.); Il porto di Pola verso la fine degli anni '30 (Marsetic, R.); Le carte geografiche esposte al Centro di ricerche storiche di Rovigno (Giuricin, N.); Un contributo al recupero della memoria (Poropat, B.); L'antica sala consiliare di Rovigno ed il suo affresco rinascimentale (Budicin, M.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 44-45 (Giugno 2005)

   
Assessorato alle Politiche per la cultura e l’identità Veneta (Venezia); M. Bonassin (Dignano); M. Rubbi (Rovigno); G. Petercol (Zagabria); S. Cosolo (Turriaco); L. Giuricin (Fiume); B. Brezovečki (Rovigno); M. Jurki (Pola); P. Ballinger (New Jersey); D. Visioli (Trieste); L. Decarli (Trieste); H. Menzildžić (Zagreb); Città di Rovigno; G. Aldrighetti (Venezia); O. Lusa (Pirano); O. De Crivis (Novara); M. Lucheschi (Colle Umberto); S. Bertoša (Pola); P. Chiesa (Udine); M. Ciotti (Gorizia); V. Stella (Udine); A. Rubbi (Rovigno); M. Brajnović (Villa Di Rovigno); F. (Ivaldi) Genova; F. Stener (Muggia); R. Brunetta (Venezia); F. Zuliani (Udine); E. Ivetic (Padova); D. Čiči Marušić (Pola); C. Caracci (Udine); V. Jurkić (Pola); Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia; EDIT (Fiume); F. Luxardo (Venezia); A. Miculian (Rovigno); Centro Studi Piero Gobetti (Torino); Lega Nazionale (Trieste); L. Carrà Borgatti (Ferrara); G. Rumici (Udine); M. Bufon (Capodistria); Lj. A. Maračić (Pola).

di Da sinistra: Isidoro Gottardo, Renato Brunetta, Giulio Camber, Furio Radin, Maurizio Tremul.


Rovigno



Visita di un gruppo di esponenti di Forza Italia al CRS.

di Da sinistra: Antonio Pauletich, Orietta Moscarda Oblak, Giovanni Radossi, Fabrizio Radin, Raul Marsetič, Fulvio Salimbeni, Antonio Miculian.


Pola



Presentazione del volume: "I bombardamenti Alleati su Pola 1944-1945 : Vittime, danni, rifugi, disposizioni delle autorità e ricostruzione" di Raul Marsetic (Monografie VIII).

La Ricerca 42-43

 

Dicembre 2004



Le due anime dell'esodo (Editoriale - Sponza, N.); I nobili e le loro stanzie nell'umaghese (Fachin, N.); "Sinodo diocesana di Città Noua celebrata adì 17. maggio 1644. nella chiesa cattedrale da Monsignor Giacomo Filippo Tomasini vescouo, e conte di S. Lorenzo in Daila" (Miculian, A.); Un Cinquantesimo tra memoria e futuro (Giuricin, E.); Il Memorandum di Londra dalla pagine de "La Nostra Lotta" (Argenti Tremul, A.); Dizionari dialettali della biblioteca del CRS (Giuricin, N.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 42-43 (Dicembre 2004)

   
Regione del Veneto (Padova); M. Borme (Rovigno); Scuola media superiore italiana (Rovigno); Città di Rovigno; S. Bertoša (Pola); M. W. Poldelmengo (Firenze); M. Rubbi (Rovigno); D. Roksandić (Zagabria); V. Stella (Udine); Scuola elementare “Bernardo Benussi” (Rovigno); R. Brivonese (Rovigno); M. Pelc (Sebenico); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); V. Petaros (Trieste); S. Cergna (Valle); Scuola elementare (Dignano); Città di Trieste; Associazione combattenti antifascisti della Repubblica di Croazia (Pola); A. Pauletich (Rovigno); N. Nardozzi (Alghero); L. Šimunović (Spalato); I. Florenzo (Genova); G. Toniutti (Udine); B. Ozretić (Rovigno); Scuole elementari Buie - Umago - Cittanova; A. Rossit; Famia Ruvignisa (Trieste); T. Vorano (Albona); C. Franco (Milano); A. Kliman (Pola); F. Butorac (Fiume); E. Marušić (Pola); M. Dalbello Čulić (Spalato); V. Barbieri (Zagabria); V. D’Alessio (Napoli); Associazione slovena di cultura TABOR (Trieste); L. Donorà (Torino); Club di pallamano (Rovigno); L. Vivoda (Padova); E. Serra (Trieste); Centro di Studi sull’Illuminismo europeo “Giovanni Stiffoni” (Venezia); Deputazione di Storia Patria per la Venezia Giulia (Trieste); C. Caracci (Udne); A. Fratantaro (Conegliano); Università degli Studi (Udine); Facoltà di Filosofia (Pola); V. Piccoli (Trieste); F. Zuliani (Rovigno); C. Papa (Bologna); O. de Crivis (Novara); L. Margetić (Fiume).

di Da sinistra: Marino Budicin, Alessandro Rossit, Raoul Pupo, Luciano Lago.


Rovigno



Incontro di lavoro UPT – CRS.

di Da sinistra: (dietro) Furio Radin, Luciano Violante, Guido Brazzoduro, Pierluigi Castagnetti, Maurizio Tremul, Ugo Intini – (davanti) Carla Poggiolini Mazzuca, Ettore Rosato, Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita al CRS di Rovigno di una delegazione di parlamentari di “Uniti nell’Ulivo” della Camera dei deputati del Parlamento Italiano.

di Da sinistra: Marino Budicin, Sergio Tavano, Orietta Moscarda Oblak.


Rovigno



V Convegno annuale di studio della Deputazione di Storia Patria per la Venezia Giulia.

Rječnik pravnih i administrativnih izraza na hrvatskom ili srpskom i talijanskom jeziku.

di Dinko Mazzi


Rovinj-Rovigno



Rječnik pravnih i administrativnih izraza na hrvatskom ili srpskom i talijanskom jeziku.

I bombardamenti Alleati su Pola 1944 - 1945 Vittime, danni, rifugi, disposizioni delle autorità e ricostruzione

di Raul Marsetic


Monografie VIII (2004)



Il volume è il risultato finale della volontà di ricostruire le vicende relative ai bombardamenti che subì Pola nel corso della Seconda guerra mondiale con la consapevolezza e la responsabilità di trattare un argomento che ha rappresentato, insieme all'esodo del 1947, uno dei periodi più difficili di tutta la sua lunga storia, unico momento della sua storia recente in cui si verificarono delle vere e proprie devastazioni all'interno della sua struttura urbana. Tutta l'opera è fondata su un meticoloso lavoro di ricerca d'archivio tra i carteggi delle autorità militari e civili cittadine del tempo e tra la documentazione, interamente inedita e di enorme interesse, custodita negli archivi dell'Aeronautica militare degli Stati Uniti e della Gran Bretagna che appunto condussero le incursioni aeree. Complessivamente Pola subì 13 bombardamenti pesanti insieme ad altre 10 azioni più limitate per un totale di ben 23 incursioni aeree che provocarono circa 280 vittime a cui vanno sommati anche i pesantissimi danni subiti dalla città che ne modificarono profondamente l'aspetto. Il libro è strutturato come segue: I. Premessa II. La situazione a Pola dalla caduta del fascismo fino ai primi giorni del 1944 III. Le disposizioni delle autorità ed i rifugi antiaerei IV. I bombardamenti V. Elenco delle vittime e dei feriti a seguito dei bombardamenti VI. Elenco dei fabbricati danneggiati dalle incursioni aeree Alleate VII. Ricostruzione durante il periodo del Governo Militare Alleato (Stima dei danni arrecati dai bombardamenti ai fabbricati urbani, Resoconto dei lavori pubblici di sistemazione di Pola) Elenco dei rifugi antiaerei (Segnali d'allarme aereo per Pola durante la Seconda guerra mondiale)

di Da sinistra: Alessandro Rossit, Silvano Zilli, Andrea Mochi Onory, Roberto Pietrosanto, Marino Budicin, Luciano Lago, Giovanni Radossi, Nives Giuricin.


Rovigno



Visita al CRS di Andrea Mochi Onory, ministro plenipotenziario della Direzione Generale Paesi Europei alla Farnesina.

La Ricerca 40-41

 

Aprile 2004



/Le prime quaranta edizioni del bollettino "La Ricerca" (Editoriale - Sponza, N.); Il Comitato popolare regionale per l'Istria (maggio-novembre 1945) (Moscarda Oblak, O.); L'identità collettiva della CNI: tra sentimento nazionale e realtà socio-territoriale (Šuran, F.); La torre portaia di Pedena in Istria (Foscan, L.); Vie e piazze della città di Pola nei periodi austriaco, italiano e croato (Marsetic, R.); Le chiese campestri di Dignano; Notiziario (Ferrara, M.); Notizie e visite al CRS (Ferrara, M.); Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.); Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 40-41 (Aprile 2004)

   
C. Venza (Trieste); S. Molesi (Trieste); F. Vincenti (Udine); Società Italiana di Demografia Storica (Udine); L. Šimunković (Spalato); F. Delise (Trieste); A. Rossit (Trieste); A. Bissato Tanda (Cagliari); S. Cergna (Valle); Libero Comune di Pola in esilio (Trieste); N. Fakin (Umago); G. Talleri (Trieste); Biblioteca Centrale Srečko Vilhar (Capodistria); Sopraintendenza ai monumenti dell’Istria (Pola); S. Bertoša (Pola); M. Tonelli (Rovigno); Scuola elementare “B. Benussi” (Rovigno); Biblioteca Universitaria (Pola); Istituto trentino di cultura (Bologna); V. Stella (Udine); V. Jurkić Ghirardi (Pola); M. Bertoša (Pola); T. Vorano (Albona); A. Miculian (Rovigno); A. Tedeschi (Fertilia); N. Feresini (Trieste); Biblioteca Civica (San Donà del Piave); Città di Rovigno; D. Schurzel (Roma); P. Tarticchio (Milano); Mitja Guštin (Capodistria); Museo Civico (Parenzo); A. Rubbi (Rovigno); F. Wiggermann (Vienna); F. Zago (Roma); Museo Civico (Rovigno); D. Brhan (Cittanova); D. Darovec (Capodistria); Biblioteka Slovenske Akademije Znanosti in umetnosti (Ljubljana); A. Blasina (Zagabria); C. Bevilacqua (Trieste); R. Fidanza (Roma); Museo Storico Italiano della Guerra (Rovereto); Museo Archeologico (Pola); M. Paliaga (Rovigno); I. Zupanac (Rovigno); D. Orlić (Parenzo); P. Rota (Umago); A. Piras (Gradisca); R. Tagliapietra (Trieste); B. Carra (Castel Franco Veneto - Treviso); F. Luxardo (Padova); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); Herculanea d.o.o. (Pola); Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (Sassari); M. Bonifacio (Trieste).

La Ricerca 38-39

 

Dicembre 2003



Nazionalità e tutela una svolta? (Editoriale - Radossi, G.) Nuove testimonianze araldiche e di confinazione (Meden, A.) Composizioni inedite del M.o Giuseppe Tessarolo (Benussi, V.) Le fortificazioni venete in Dalmazia in età moderna (Miculian, A.) Le confraternite di Sanvincenti (Brhan, D.) Notiziario (Ferrara, M.) Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.) Visite al CRS (Ferrara, M.) Nuovi arrivi in biblioteca (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 38-39 (Dicembre 2003)

   
E. Manzin (Torino); S. Dalynjak (Rovigno); Città di Rovigno; M. Cinganelli (Firenze); L. Papo (Roma); V. Stella (Udine); Regione del Veneto; Narodni Muzej Slovenije (Lubiana); G. Parlato (Roma); A. Tabaro (Venezia); M. Borme (Rovigno); J. E. Ashbrook (Ann Arbor - Michigan); E. Serra (Grado); “Famiglia montonese” (Trieste); S. Bertoša (Pola); M. W. Poldelmengo (Firenze); M. Rubbi (Rovigno); D. Roksandić (Zagabria); F. Benucci (Padova); CAN (Isola); Leksikografski zavod “M. Krleža” (Zagabria); A. Piras (Gradisca); G. Tessarolo (Trieste); Istituto per gli incontri mitteleuropei (Gorizia); M. Schiavato (Fiume).

di Da sinistra: Miroslav Bertoša e Vlaho Bogešić.


Rovigno



Visita al CRS di Miroslav Bertoša e Vlaho Bogešić, direttore del Leksikografski Zavod di Zagabria.

di Da sinistra: Antonio Pauletich, Giorgio Aldrighetti, Giovanni Radossi, Mario Steffè, Luciano Lago.


Capodistria



Presentazione del volume di Giovanni Radossi: "Monumenta heraldica Iustinopolitana : Stemmi di rettori, di famiglie notabili, di vescovi e della città di Capodistria".

KAŽUNI

di Luciano Lago


Rovinj-Rovigno



KAŽUNI

Inni e canti delle genti dell'Istria, Fiume e Dalmazia

di Antonio Pauletich.


Collana degli Atti - Extra Serie - N. 5



Per una più facile lettura e comprensione, l'autore Antonio Pauletich, ha deciso di dividere il repertorio in tre distinti capitoli. Il primo, "Inni dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia" ripercorre la grande stagione e tradizione dei canti patriottici del periodo risorgimentale. Il secondo, "Inni delle società culturali e sportive" propone una carrellata di componimenti nati, a partire dalla seconda metà dell'ottocento, ma soprattutto a cavallo del XX secolo, all'interno di un singolare quadro socio-politico. Conclude "Inni e canti delle città e borgate, dei loro Santi Patroni e messe", capitolo dedicato alla prolifica stagione culturale e musicale degli ultimi decenni del governo austriaco. Vi troviamo tutta una serie di splendide composizioni musicali assunte, con l'andar del tempo, a veri e propri "inni cittadini".

di Da sinistra: Fulvio Salimbeni, Carlo Ghisalberti, Marino Budicin.


Rovigno



Seminario per i docenti di storia delle scuole italiane dell'Istria e di Fiume.

La Ricerca 37

 

Giugno 2003



I trentacinque anni del Centro di ricerche storiche (Editoriale - Radossi, G.) At the Borders of Memory: Identity and the Istrian Exodus (Ballinger, P.) Il contributo del Centro di ricerche storiche al Progetto sulle vittime italiane di Fiume (Giuricin, L.) La confraternita della B.V. del Rosario di Cittanova (Brhan, D.) Albona ed i suoi abitanti dal 1850 al 2001 (Mileta, M. O.) Alcuni cenni a riguardo della protezione antiaerea a Pola durante la II guerra mondiale (Marsetic, R.) Notiziario (Ferrara, M.) Visite al CRS (Ferrara, M.) Partecipazione dei ricercatori a convegni e seminari (Ferrara, M.) Nuovi arrivi (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 37 (Giugno 2003)

   
“Circolo di Trieste” (Trieste); E. Serrajotto (Venezia); E. Bugatto (Trieste); V. Benussi (Rovigno); M. Rubbi (Rovigno); V. Stella (Grado); V. Stella (Grado); P. Ballinger (New Jersey); M. Borme (Rovigno); Istituto Italiano di Cultura in Slovenia (Ljubljana); T. Sanavia (Padova); E. Ivetic (Padova); J. Folo (Rovigno); Museo Popolare (Albona); Città di Rovigno; F. Salimbeni (Trieste); A. Meden (Canfanaro); D. Zavodnik (Rovigno); Fondazione Giorgio Cini (Venezia); S. Bertoša (Pola); Museo di Arte Moderna e Contemporanea (Fiume); Università Popolare (Parenzo); Regione del Veneto; S. Tavano (Gorizia); A. Nicoletti (Udine); Museo Civico di Rovereto; F. Somma (Trieste); S. Milanović (Rovigno); A. Purini (Roma); M. Micich (Fiume); L. Papo (Roma); D. Gunjača (Pola); U. Bernardi (Venezia); D. Glavačić (Fiume); M. Bertoša (Pola); F. Cherin (Rovigno); O. Krnjak (Pola); F. Calegari (Milano); Museo Civico (Rovigno); F. Colombo (Trieste); M. D’Oca (Consiglio Regionale della Liguria); M. Budicin (Rovigno); E. Manzin (Torino); S. Dalynjak (Rovigno).

La Ricerca 35-36 (Settembre-Dicembre 2002)

   
M. Maurović (Montona); L. Donorà (Torino); F. Nikolov (Rovigno); M. Gasperini (Milano); Associazione Slovena di Cultura TABOR (Trieste); D. Zavodnik (Rovigno); E. Baccarini (Fiume); D. Glavičić (Fiume); N. Fachin (Umago); Città di Rovigno; Archivio di Stato (Trieste); Archivio di Stato (Zara); Regione del Veneto - Giunta Regionale; Museo Civico (Rovigno); B. Chiavalon (Pola); S. Bertoša) (Pola); Museo regionale (Capodistria); Comunità degli Italiani “Dante Alighieri” (Isola); A. Kliman (Pola); J. Folo (Rovigno); D. Munić (Fiume); Inštitut za novejšo zgodovino (Ljubljana); F. Somma (Trieste); G. Bellarosa (Trieste); S. Dalynjak (Rovigno); D. Pleše (Pola); M. Bertoša (Pola); M. Bonifacio (Trieste); Repubblica Italiana (Roma); G. Coen (Umago); M. E. Giusti (Firenze); E. Orbanić (Pisino); L. Giuricin (Fiume); G. Scotti (Fiume); M. Wally Poldelmengo (Firenze); A. Durin (Torino); F. Colombo (Trieste); Comunità degli Italiani (Capodistria); Scuola elementare “Bernardo Benussi” (Rovigno); Regione Autonoma - Friuli Venezia Giulia; M. Fragiacomo (Trieste); N. Giachin (Dignano); S. Gottardi (Savona); M. Borme (Rovigno); Università Popolare (Cittanova); L. Vivoda (Imperia).

Olimpia Giuliano - Dalmata

di Alberto Zanetti Lorenzetti.


Collana degli Atti del Centro di ricerche storiche di Rovigno, Extra serie n. 4



Volume di capitale importanza per conoscere a fondo e nei particolari il contributo che la regione giuliano - dalmata ha dato allo sport italiano. Dal 1920 al 1976, infatti, atleti originari dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia sono sempre stati chiamati a rappresentare l'Italia nella più prestigiosa delle manifestazioni sportive, i Giochi Olimpici, e in nove edizione dei Giochi, da Parigi 1924 a Tokyo 1964, gli azzurri di queste terre hanno sempre vinto almeno una medaglia.


L’Istria nella prima età bizantina

di Andrej Novak


Collana degli Atti n.27



Il volume L’Istria nella prima età bizantina, riveste un significato particolare e rappresenta un contributo considerevole se pensiamo all’importanza di quel segmento temporale per la storiografia dell’Istria e, soprattutto, se teniamo in considerazione il fatto che il Medio Evo e in particolare l’età bizantina non sono dei segmenti storici troppo studiati.
L’opera di Andrej Novak non è ovviamente una sintesi di tutto il periodo bizantino, ma offre un bel spaccato di un segmento temporale ben preciso che parte dagli ultimi tempi della Venetia et Histria tardoantica, e dall’Istria di Cassiodoro per arrivare al nucleo del suo lavoro la prima età bizantina, quella seguita alla Restauratio Imperri di Giustiniano.
Sono descritti alcuni aspetti e passaggi chiave di questo nuovo governo: l’arrivo sempre più numeroso di immigrati dall’oriente, all’inizio, soprattutto, appartenenti al ceto ecclesiastico e a quello militare, cui si aggiungono poi sempre più numerosi i cosiddetti colonizzatori, ex militari,  che vanno a incidere sulla consistenza e struttura sociale ed etnica.
Fu questa altresì la grande stagione delle basiliche bizantine quella Eufrasiana e quella di S. Maria Formosa e gli anni dell'inizio dello Scisma dei tre capitoli e più tardi del trasferimento del vescovo di Aquileia a Grado dopo l’invasione longobarda.


La Ricerca 35-36

 

Sett./Dic.2002



Irredentismo e nazionalismo ovvero su Draghicchio e dintorni (Editoriale - Radossi, G.) L'assassinio di re Umberto. L'ultima stretta di mano fu per un nostro conterraneo (Sponza, N.) Da Basedati a BaseWeb (Colombo, F.) La legge costituzionale sui diritti delle Comunità nazionali: in Croazia quale futuro? (Giuricin, E.) L'appartenenza territoriale tra ideologia e possibilità interpretativa (Šuran, F.) Un manuale di storia regionale istriana (Ivetic, E.) La decima MAS a Pola dopo l'8 settembre 1943 (Marsetic, R.) Venezia, gli Asburgo, l'Istria e l'Adriatico nel '700 (Miculian, A.) Il caso Hütterott (Giuricin, L.) Notiziario (Ferrara, M.) Visite al CRS (Ferrara, M.) Notizie in breve (Ferrara, M.) Nuovi arrivi (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 33-34 (Aprile 2002)

   
S. Bertoša (Pola); A. Raimondi (Trieste); G. Alberti (Trieste); Cassa di Risparmio (Trieste); Biblioteca Universitaria (Pola); E. Marin (Spalato); Museo archeologico (Pola); Biblioteca Civica di Sabbadino (Chioggia); Città di Rovigno; Presidenza della Repubblica Italiana (Roma); Museo Civico di storia naturale (Trieste); S. Brana (Rovigno); A. Kliman (Pola); A. Miculian (Rovigno); Centro studi storici (Mestre); S. Sau (Capodistria); Museo Civico (Rovigno); F. Butorac (Fiume); M. Bradanović (Fiume); P. Matvejević (Roma); D. Glavačić (Fiume); C.I.P.O. (Pola); G. G. Pitrolo (Milano); F. Martini (Trieste); Banca Popolare dell’Adriatico (Milano); L. Donirć (Torino); T. Trošt (Rovigno); R. Matijašić (Pola); P. Alberi (Trieste); G. Rosada (Padova); D. Brežnik (Trieste); P. Tarticchio (Milano); Giunta Regionale del Veneto; Comune di Savignano.

La Ricerca 33-34

 

Aprile 2002



Fisionomia storica e realtà dei "rimasti" (Editoriale - Radossi, G.) "Fiori e piante dell'Istria" un'appassionata guida alla conoscenza della flora istriana (Martini, F.) Prospero Petronio: Memorie sacre e profane dell'Istria (Miculian, A.) Istria quale zona di frontiera nel senso di appartenenza: un approccio sociologico (Šuran, F.) Il censimento in Slovenia (Giuricin, E.) Le confessioni di un istriano. Memorie di Quintino Bassani (Giuricin, N.) Gli austro-italiani e le etnie in Istria prima della Grande Guerra (Mileta, M. O.) "Tutto il Popolo" Le scuole laiche di Cittanova nel Settecento (Brhan, D.) Notiziario (Ferrara. M.) Notizie in breve (Ferrara. M.) Nuovi arrivi (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 31-32 (Settembre-Dicembre 2001)

   
Biblioteka Slovenske Akademije Znanosti i Umjetnosti (Ljubljana); M. Bonifacio (Trieste); A. Miculian (Rovigno); Fondazione Giovanni Agnelli (Torino); S. Bertoša (Pola); Muzej grada Rijeke (Fiume); A. Damiani (Fiume); Centro di ricerche scientifiche della Repubblica di Slovenia (Capodistria); Makedonsko kulturno društvo; Facoltà di Filosofia (Pola); Biblioteca Comunale (Muggia); S. Tavano (Trieste); Ivaldi Editori (Genova); L. Skira (Pola); Città di Rovigno; Comunità degli Italiani (Rovigno); S. Lusa (Pirano); A. Lorenzetti Zanetti (Brescia); G. D’Alessio (Napoli); C. Moro (Cividale); E. Manzin (Torino); Regione del Veneto; M. Budicin (Rovigno); B. Peruško (Pola); M. Zoia (Fiume); F. Ciampi (Roma).

di Da sinistra: Anita Forlani, Graziano Musizza, Giovanni Radossi, Fabrizio Martini, Antonio Pauletich, Claudio Pericin.


Parenzo



Presentazione del volume: "Fiori e piante dell'Istria : Distribuiti per ambiente" di Claudio Pericin (Collana degli Atti - Extra serie - 3).

di Indirizzo di saluto del prof. Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Dal basso: Marino Budicin, Nadia Malusà Lazarić, il presidente Carlo Azeglio Ciampi, Giovanni Radossi e il presidente Stijepan Mesić.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Da sinistra: Giovanni Radossi e il presidente Carlo Azeglio Ciampi.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Da sinistra: Il presidente Carlo Azeglio Ciampi e il presidente Stijepan Mesić.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Il presidente Carlo Azeglio Ciampi.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Da sinistra: Il presidente Stijepan Mesić, il presidente Carlo Azeglio Ciampi e Aldo Raimondi, presidente dell’Università popolare di Trieste.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Da sinistra: Giovanni Radossi, Maurizio Tremul, presidente dell’Unione italiana di Fiume e il presidente Stijepan Mesić.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Indirizzo di saluto del prof. Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

di Da sinistra: Giovanni Radossi, Maurizio Tremul – presidente dell’Unione Italiana di Fiume, il presidente Stijepan Mesić e Silvano Zilli


Rovigno



Visita al CRS dei presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia, Carlo Azeglio Ciampi e Stijepan Mesić.

Fiori e piante dell'Istria - Distribuiti per ambiente

di Claudio Pericin.


Collana degli Atti extra serie N. 3



Il titolo "Fiori e piante dell'Istria" è stato scelto per illustrare quanto di spontaneo, utile e bello offra la flora istriana. Ho distribuito le immagini fotografiche delle specie in 6 capitoli a secondo dei tipi di vegetazione che possiamo incontrare nei diversi ambienti della nostra regione ed ho aggiunto un'appendice, dove ho incluso le felci ed i muschi. Ciò per aiutare il lettore a rintracciare e riconoscere più facilmente la specie voluta, anche perché il carattere della flora istriana è costituito da un connubio tra la flora mediterranea, mitteleuropea ed illirica che acquista particolare ricchezza ma anche complessità nel suo insieme. Nella seconda scelta delle specie ho cercato di tracciare un panorama anche se incompleto delle piante, delle più appariscenti a quelle meno come le erbe ed i muschi. Nelle mie esplorazioni mi sono attenuto ai confini naturali, con l'Istria come una penisola a forma di grappolo d'uva racchiusa dai golfi di Trieste e Fiume, tralasciando quelli politici, particolarmente mutevoli nella tormentata storia di questo territorio. Per evitare ripetizioni ho cercato di collocare ciascuna specie nell'habitat dove la si può incontrare con maggior frequenza, anche se non sempre questo rappresenti l'ambiente classico dove ci si aspetterebbe di vederla. Le illustrazioni fotografiche sono state ordinate alfabeticamente in ciascun capitolo. I nomi scientifici latini corrispondono in via generale alla Flora Europea, con aggiunte complementari della Flora Italiana o del Med-Checklist, ancora incompleto. Per alcune specie locali ho preferito mantenere il nome indicato dai vecchi autori che per primi le descrissero in Istria. Ho cercato di riportare pure i sinonimi più in uso nella bibliografia, dove sono elencati i lavori consultati. Come d'uso, il nome scientifico latino è seguito dal nome o dall'abbreviazione del botanico al quale è attribuita la prima descrizione della specie, procedimento questo alquanto insicuro che spesso incontra non poche difficoltà per la scoperta di autori antecedenti. Oltre al nome latino ho riportato quelli reperibili nelle lingue italiana, croata, slovena, francese, inglese e tedesca (NOMI VOLGARI) ed i nomi dialettali veneto-giuliani, istrioti, istro-rumeni, istro-croati ed istro-sloveni. In qualche caso, quanto non ho trovato il nome volgare della specie ho cercato di adattarlo dal latino. Per il periodo di fioritura (PERIODO FIORITURA) o di sporificazione (NOTE) ho indicato i mesi in cui questo avviene normalmente. Per favorire la localizzazione della specie fotografata (PROVENIENZA FOTO), accanto all'indicazione della località intesa come regione in italiano e croato o sloveno ho aggiunto una lettera ed un numero, corrispondenti alle ordinate dell'acclusa cartina geografica dell'Istria ed in più ho indicato il mese in cui è stata scattata la fotografia. Con l'intento di incuriosire ho cercato di segnalare le specie con proprietà aromatiche e curative, quest'ultime comprendenti sia quelle medicinali in senso stretto che quelle omeopatiche.


Istria nel tempo: manuale di storia regionale dell'Istria con riferimenti alla città di Fiume

di Egidio Ivetic


Collana degli Atti n.26



L’Istria nel tempo è stata concepita come un libro di facile approccio, perciò dotato di alcuni accorgimenti (schede, parole chiave, indici) che rendono la consultazione immediata, una lettura anche a ritroso, o per temi selezionati; appunto un manuale. Una dettagliata cronologia e le parti che sintetizzano i sei grandi temi storici – la preistoria, l’età romana, il medioevo, i secoli XV-XVIII, l’Ottocento e il Novecento – sono affiancate da schede in cui sono approfonditi gli aspetti delle civiltà che si sono susseguite nella penisola nei secoli passati. Un manuale, ma anche una sintesi a tutto campo. La terza sintesi di storia istriana, per copertura dei periodi storici e mole del testo, dopo quelle di Carlo De Franceschi, Istria. Note storiche, del 1879 e di Bernardo Benussi, L’Istria nei suoi due millenni di storia, del 1924. Ora possiamo confermarlo.

Ciascun tema storico, dalla preistoria al Novecento, ha comportato un lavoro sulla storiografia specifica e quindi i compiti sono stati divisi tra gli autori. La narrazione di ogni periodo storico riflette i traguardi raggiunti nella ricerca; ciò vale per una storia fondata sui reperti, come nel caso del neolitico, così come per i secoli XVI-XVIII, sui quali ci sono sempre più studi, come per il Novecento, per il quale semmai c’era il problema della contrapposizione delle interpretazioni, in senso ideologico e nazionale. Nell’insieme, il volume non è a tesi, poiché ogni epoca è stata vista come un sistema chiuso di eventi, dinamiche, processi di varia durata in senso istituzionale, sociale, economico e culturale. Di periodo in periodo si è dovuto tenere conto dei traguardi raggiunti nello studio del neolitico, della storia romana, dell’alto medioevo adriatico, del medioevo veneziano, della storia di Venezia, della storia dei domini degli Asburgo, della storia dell’età napoleonica, della storia dell’Austria nell’Ottocento, degli studi sul fascismo e di quelli relativi alla Jugoslavia, che ormai è oggetto di sola storia.


di Da sinistra: Aldo Raimondi – Presidente dell’Università popolare di Trieste, Giovanni Radossi e il Presidente Carlo Azeglio Ciampi.


Rovigno



Visita dei Presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia.

La Ricerca 31-32

 

Sett./Dic.2001



In occasione della visita dei Presidenti C. A. Ciampi e S. Mesic (Editoriale - Radossi, G.); I Presidenti della Repubblica Italiana e della Repubblica di Croazia al C.R.S. (Radossi, A.); Revisione e revisionismo nell'ambito della nostra storia (Giuricin, L.); Il Territorio Libero di Trieste: condizioni economico-sociali e confische (Visintin, D.); Le incursioni dei turchi in Europa e l'importanza delle fortezze veneziane in Istria e nelle regioni confinanti nel XVI secolo (Miculian, A.); Il dialetto istroveneto (Nedveš, M.); La scuola di Sant'Antonio Abbate, S. Lucia e S. Carlo di Cittanova (1729-1792) (Brhan, D.); Notiziario (Ferrara. M.); Notizie in breve (Ferrara. M.); Nuovi arrivi (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 29-30 (Dicembre-Aprile 2001)

   
Zavod za zaštitu spomenika kulture (Zagabria); Giunta Regionale del Veneto; M. Petronio (Trieste); T. De Simone (Firenze); Città di Rovigno; P. Marchesi (Trieste); B. Rudež (Zagabria); P. Strčić (Fiume); K. Knez (Pirano); L. Tomasetti (Germania); Comune di Valdagno (Vicenya); M. Bonifacio (Trieste); Scuola elementare “Bernardo Benussi” (Rovigno); M. Paliaga (Rovigno); M. Čulić Dalbello (Spalato); P. Krelja (Rovigno); A. Gnisci (Roma); P. Pazzi (Venezia); D. Quarantotto (Rovigno); F. Luxardo (Zara); Comunità degli italiani (Isola); F. Canali (Cesena); L. Papo de Montona (Roma); Associazione degli esuli istriani, fiumani e dalmati (Trieste); D. Maraston (Albona); Centro di studi storici valchiavennaschi (Chiavenna).

La Ricerca 29-30

 

Dic.00/Apr.2001



Censimento e Comunità Nazionale: Come siamo stati contati (Editoriale - (Radossi, G.); I perché dell'opera "La Comunità Nazionale Italiana nei censimenti Jugoslavi 1945-1991" (Giuricin E.); L'Istria tra identità sociale e identità nazionale (Suran F.); Fortificazioni e sistemi difensivi dei centri costieri dell'Istria Veneta (1619-1620) (Budicin M.); Ricordando una recente mostra dedicata ai 350 anni della presa di Clissa (Culic-Dalbello M.); Nota introduttiva allo studio degli atti notarili nel Buiese (Visintin D.); Anno 1927: Ristrutturazione dell'ala orientale del Castello di Gimino d'Istria (Foscan L.); Notiziario (Ferrara M.); Notizie in breve (Ferrara M.); Nuovi arrivi (Sponza N.)

Scarica PDF

La Ricerca 28 (Settembre 2000)

   
V. Korbar (Zagabria); D. Žitko (Capodistria); S. Žitko (Capodistria); R. S. Valentino (USA); V. Piccoli (Trieste); Città di Rovigno; Facoltà di Filosofia (Zara); Naldini-Visentin (Treviso - Rovigno); Rotary club (Trieste); D. Mačkić (Rovigno); Centro studi storici di Mestre; Consiglio Regionale del Veneto; Museo archeologico (Pola); Città di Limena; P. Alberi (Trieste); K. Knez (Pirano); P. Ballinger (USA); C. Farabegoli (Bologna); Comunità degli Italiani (Visignano); G. D’Alessio (Zagabria); G. Vignoli (Genova); E. Manzin (Firenze); Pomorski muzej “Sergej Mašera” (Pirano); J. Folo (Rovigno); C. Tonel (Trieste); Città di Pisino; E. Baccarini (Fiume); M. Mereghetti (Milano); A. Petriz (Vienna - Fiume - Zagabria); Biblioteca Universitaria di Pola; Casa editrice “Adamić” (Fiume); E. Ivetic (Padova); Comune di Roccapalumba (Palermo); A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); P. Roksandić (Zagabria); I. Zupanc (Zagabria); A. Miculian (Rovigno); L. Zuccheri (Trieste - Rovigno); E. Beggiato (Venezia); V. Stella (Udine); M. Petronio (Trieste); Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (Padova); Narodna Galerija (Ljubljana); Hrvatski povijesni muzej (Zagabria); G. Secco (Treviso); G. Rumici (Udine); Museo storico dell’Istria (Pola); Consiglio Regionale delle Marche; Muzej arheoloških spomenika (Spalato); D. Quarantotto (Rovigno); Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli-Venezia Giulia (Trento); Comune di Firenze ; J. Folo (Rovigno); V. Širola; Centro Studi Storici (Mestre); C. Bevilacqua (Trieste); G. Giotta (S. Francisco - Rovigno).

Istria pittorica. Dipinti dal XV al XVIII secolo – Diocesi Parenzo - Pola.

di Višnja Bralić - Nina Kudiš Burić


COLLANA DEGLI ATTI - N. 25



scarica il libro in formato pdf

Rovigno, Trieste, 2005.
Tipografia: Opera del Villaggio del Fanciullo, Opicina-Trieste.
Volume unico di 454 pagine illustrato da quasi 600 illlustrazioni (tutte a colori) di opere pittoriche (compreso qualche loro dettaglio).
L'opera è in effetti un ”Catalogo” (repertorio vero e proprio di schede scientifiche) delle opere di pittura veneta (singoli dipinti o cicli) che un tempo si custodivano nelle chiese delle diocesi di Cittanova, Parenzo, Pedena e Pola, che si configurano attualmente nella diocesi denominata di Parenzo e Pola. Alcune opere oggi si custodiscono in musei o varie collezioni.
Per ogni opera, 565 in tutto (l’ordinamento catalogico procede in sequenza alfabetica per località), si è delineato un profilo che riguarda la provenienza, la committenza, i contenuti iconografici, lo stile, l’inserimento nel percorso dell’autore e, quando possibile, la collocazione in un ambito culturale specifico. Molte risultano le novità attributive.
Tale corpus di dipinti assomma per la prima volta più livelli del lascito pittorico veneto rinvenuto in territorio istriano.
Il “Catalogo” è preceduto dalla “Presentazione” di Giovanni Radossi, dai saggi di Giorgio Fossaluzza (“Tracciato di storiografia dell’ Istria pittorica”),  di Nina Kudiš Burić (“La pittura in Istria dal Quattrocento alla metà del Seicento. All' ombra dei conflitti bellici e sotto l'occhio attento della Chiesa riformata“), di Višnja Bralić ( „La pittura in Istria dagli ultimi decenni del Seicento alla fine del Settecento. Tempo di pace e di ripresa“) e di Marino Budicin-Egidio Ivetic („L'Istria nei secoli XV-XVII“).
Chiudono il volume un'ampia „Bibliografia“ e gli indici dei nomi e dei luoghi.


di Da destra: Silvano Zilli, Maurizio Tremul, Giovanni Radossi; da sinistra al centro: Furio Radin e l'on. Pecoraro Scanio.


Rovigno



Visita al CRS del Presidente Nazionale della Federazione dei Verdi on. Alfonso Pecoraro Scanio.

La Ricerca 28

 

Settembre 2000



Storiografia adriatica: recupero ed aggiornamento dei valori (Editoriale - (Radossi, G.); Scenografie della modernizzazione nell'Adriatico Orientale (Ivetic, E.); Cambia indirizzo il sito Internet del CRS di Rovigno (Radossi, A); Sociologia e censimenti (Suran, F.); Ragguaglio intorno ai Patriarchi ed Arcipreti di questa olim Parrocchia di S. Giusto, ora di S. Rocco di Gallesano (Ghiraldo, C.);I primi passi dell'Unione Italiana (Radossi, M.); Alcune considerazioni sulla visita del Vescovo G. B. Del Giudice (1658) alle chiese e alle parrocchie della diocesi di Parenzo (Miculian, A.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie in breve (Ferrara, M.); Nuovi arrivi (Sponza, N.).

Scarica PDF

di Da sinistra: Carlo Giovanardi, Giovanni Radossi, Silvio Delbello


Rovigno



Visita dell' on. Carlo Giovanardi e Silvio Delbello presidente dell'I.R.C.I. al CRS.

La Ricerca 27 (Aprile 2000)

   
P. Colavitti (Trieste); Consiglio Regionale del Veneto (Venezia); Università degli Studi di Trieste (Trieste); Institut za migracije i narodnosti (Zagabria); N. Fakin (Umago); M. Bonifacio (Trieste); F. Livieri (Venezia); S. Valter (Udine); A. Meden (Canfanaro); Cassa di risparmio di Padova e Rovigo; I. Sivilotti (Rovigno); E. Ivetic (Padova); Comunità degli Italiani (Dignano); I. Zupanc (Zagabria); N. Agostinetti (Padova); Società Italiana di Ricerca (Capodistria); N. Lazarić (Rovigno); M. Radossi (Rovigno); Comunità degli Italiani (Dignano); M. Malusà (Rovigno); C.I.P.O. (Pola); V. Korbar (Zagabria); D. Žitko (Capodistria); S. Žitko (Capodistria); V. Russell Scott (Iiowa City); Consiglio Municipale (Milano).

La Ricerca 27

 

Aprile 2000



La "nostra storia": per una ridefinizione della chiave di lettura (Editoriale - Radossi, G.) Gli italiani nella Resistenza in Istria e a Fiume (Giuricin, L.) La collaborazione del CRS al progetto "Medarces" dell'Archivio di Stato di Venezia (Budicin, M.);Le strade della Furlana (Forlani, A.);I dialetti istrioti in Istria (Nedveš, M.); Il "tiro al tavolazzo" a Castagna nel '700 (Fakin, N.);La nascita dell'autonomismo fiumano e lo sviluppo dei nazionalismi (Klinger, W.); Giulio Smareglia, fondatore del CIC di Pola (Flego, B.); Fondi speciali della Biblioteca del CRS: le tesi di laurea e di dottorato (Ferrara, M.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie in breve (Ferrara, M.);Nuovi arrivi (Sponza, N.)

Scarica PDF

Pianoterra

   
L'edificio del CRS

La Ricerca 25-26 (Settembre-Dicembre 1999)

   
K. Duraković (Pola); S. Valter (Udine); N. Fakin (Umago); Z. Penović (Spalato), L. Giuricin (Fiume); Città di Rovigno; A. Zanetti Lorenzetti (Brescia); CAN (Isola); HAZU (Zagabria); Ministero per i Beni Culturali (Roma); F. Budicin (Rovigno); L. Papo de Montona (Roma); Museo Civico di Rovigno (Rovigno), EDIT (Fiume); Famia Montonese (Roma); Narodni muzej (Lubiana); M. Budicin (Rovigno); A. Miculian (Rovigno); E. Ljubović (Senj); C. Longo (Gradisca d’Isonzo); I. Škrabalo (Zagabria); O. Marot (Fiume); M. Bonifacio (Trieste); Museo del mare “Sergej Mašera” (Pirano); D. Munić (Fiume); P. Ballinger (USA); F. Šuran (Rovigno); T. Simoni (Rovigno - Firenze); A. Nucolini (Trieste); M. Maurović (Spalato); G. de Angelini (Roma); L. Vivoda (Trieste); C. Pericin (Pola); F. Colombo (Trieste); E. Baccarini (Fiume); M. Cattaruzza (Trieste); E. Prencis (Bologna); C. Tonel (Trieste); P. Tekavčić (Zagabria); A. Rubbi (Rovigno); B. Marušic (Lubiana); M. Čulić Dalbello (Spalato); O. Castellini (Brescia); A. Argenti Tremul (Capodistria); G. Brivonese (Verona); C. Ghiraldo (Gallesano); D. Scher (Isola); R. Martinello (Limena); J. Ziherl (Cittanova); L. Donorà (Torino); A. M. Grossi (Bologna); A. Morini (Roma); A. Sponza (Rovigno); G. Nobile (Gradisca d’Isonzo); F. Monai (Gorizia); R. Cecconi (Venezia), F. Velčić (Fiume); V. Bralić (Zagabria); G. Copetari (Roma); B. Ozretić (Rovigno); A. Krizmanić (Pola); G. Scotti (Fiume); T. Favaretto (Trieste); P. Colavitti (Trieste); S. Cremona (Trieste).

di Da sinistra: Aldo Raimondi – presidente dell’Università popolare di Trieste, Luciano Giuricin, Giovanni Radossi, Orietta Moscarda Oblak, Maurizio Tremul, Marino Budicin e Giuseppe Rota.


Rovigno



XXX° del CRS, Teatro Antonio Gandusio.

I mosaici della Basilica Eufrasiana di Parenzo. Documenti per la storia dei restauri (1862-1916)

di Gabriella Bernardi


COLLANA DEGLI ATTI – N. 24



Rovigno-Trieste, 2005.
Tipografia: Mosetti Tecniche Grafiche s.n.c, Trieste
Volume unico di 384 pagine, illustrato da 51 illustrazioni  varie
Lo studio tratta dei numerosi progetti ed interventi di restauro - alcuni noti, altri meno noti, altri ancora sconosciuti – che dal 1862 al 1916 sono stati effettuati nel celebre complesso di mosaici della Basilica Eufrasiana di Parenzo. Essi sono parte integrante della storia del monumento e base imprescindibile per una sua corretta interpretazione. Di questa vicenda, ricostruita nella sua globalità, l’autrice cerca di rendere conto in questo studio, che vuole mettere a disposizione per ulteriori e nuove ricerche la base documentaria raccolta dall’autrice in vari anni di indagini. Infatti, ciò che nel volume viene illustrato riguarda strettamente gli interventi eseguiti, ricostruiti attraverso lo studio dei documenti d'archivio consultati, trascritti e studiati dall’autrice che abbracciano il periodo di tempo che dal 1862 arriva al 1916.
I documenti analizzati, che costituiscono una fonte insostituibile per la storia dei restauri dell’Eufrasiana del periodo austriaco, sono redatti per lo più in lingua tedesca e Kurrentschrift; quindi si è resa indispensabile la traduzione italiana di gran parte di essi.
La ricerca è stata svolta dall’autrice interamente su materiale documentario presente negli archivi di Trieste, di Vienna, di Pisino e Parenzo. I documenti d'archivio qui riportati sono sistemati all’interno di un regesto generale (per ordine cronologico dal 1862 fino al 1916) e, vista la loro importanza in relazione ai restauri, sono stati trascritti sempre integralmente.
Il volume si chiude con le biografie di studiosi, restauratori e funzionari citati nei documenti, la bibliografia essenziale e gli indici (dei nomi, dei luoghi e opere e iconografico).


La Ricerca 25-26

 

Sett./Dic.1999



Comunità Nazionale e funzione civile della storia (Editoriale - Radossi, G.); Rovigno, cerimonia solenne del XXX Anniversario del CRS (Radossi, A.); I lavori di campagna: l'esempio di Carsette (Visintin, D.); Lo stemma della famiglia Brati o Bratti (Meden, A.); Erbe matte nella cucina istriana e la saggezza dei proverbi (Pericin, C.); Uno sguardo alle rilevazioni demografiche: i censimenti istriani 1910-1953 (Sponza, N.); Il Centro di Ricerche storiche tra politica e demagogia (Suran, F.); Marinai lussignani in Siam (Nalesini, L.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie in breve (Ferrara, M.); Nuovi arrivi (Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 23-24 (Dicembre-Aprile 1999)

   
M. Paliaga (Rovigno); G. Rallo (Venezia); Centro studi storici (Mestre); P. Zovatto (Trieste); R. Matijasic (Pola); Giunta regionale del Veneto; A. Miculian (Rovigno); HAZU - zavod za povijesne znanosti (Zagabria); S. Zitko (Capodistria); K. Pizzi (Canterbury); R. Sbona (Venezia); V. Stella (Udine); Ministero per i beni ambientali e culturali (Roma); C. Longo (Gradisca d’Isonzo); Narodna galerija (Ljubljana); M. C. Dalbello (Spalato); E. Baccarini (Fiume); A. Forlani (Dignano); L. Margetic (Fiume); C. Pericin (Pola); S. Zorzon (Trieste); Ivaldi Editore (Genova); G. De Vergottini (Bologna); Regione del Veneto; Fondazione Giovanni Agnelli (Torino); Istituto Storico Italo- Germanico (Trento); Istituto Italiano di Cultura (Zagabria); E. Giuricin (Fiume); Civici Musei (Udine); Biblioteca Civica (Trieste); Accademia Udinese di Scienze, Lettere e Arti (Udine); F. Stener (Muggia); A. Banko (Pola); E. F. Tuttle (Los Angeles); Museo Storico Italiano della Guerra (Rovereto); Centro internazionale di ricerche archeologiche (Pola); Narodna galerija (Ljubljana); Museo Archeologico (Pola); L. Acquavita (Arezzo).

La Ricerca 23-24

 

Dic.98/Apr.1999



I tre decenni del nostro istituto: memoria storica e identità nazionale (Editoriale - Radossi, G.);. La nascita del Centro di Rovigno fra mille difficoltà politiche (Giuricin, L.); L'archivio fotografico (Lazaric, N.); La Banca dati del CRS e il sito in Internet (Radossi, A.); Il cippo del bosco Cornaria Grande con il Leone Marciano in moleca (Ugussi L.); I Poteri Popolari in Istria. Prospettive di ricerca (Moscarda, O.); Gli istriani nei campi d'internamento della prima guerra mondiale (Manzin, M.); Antichi pesi e misure del Comune di Momiano (Visintin, D.); Notiziario (Ferrara, M.); Notizie in breve (Ferrara, M.); L'indice delle pubblicazioni (Ferrara, M. - Sponza, N.)

Scarica PDF

La Ricerca 22 (Settembre 1998)

   
Camera di Commercio (Padova); L. Giuricin (Fiume); L. De Panzera (Udine); M. Benussi (Rovigno); V. Pietzka (Graz); Scuola elementare “Benardo Benussi” (Rovigno); Giunta Regionale del Veneto ; B. Bratic Ivic (Padova); T. Simone (Firenze); M. Borme (Rovigno); C. Ivaldi (Genova); Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana (CAN) (Capodistria); C. Saonara (Padova); M. Sobolevski (Fiume); G. Rumici (Grado); E. Manzin (Giaveno); Provincia di Venezia; Città di Rovigno; G. Zelco (Valdobbiadene); M. Kacin Wohinz (Lubiana); S. Brunelli (Udine); Premio “Costantino Pavan” (S. Donà di Piave); W. M. Poldelmengo (Firenze); V. Stella (Udine); C. Tonel (Trieste); Comune di Venezia; Comune di Padova; A. Forlani (Dignano); Centro Studi Storici (Mestre).

di Da sinistra: Petar Strčić, Josip Bratulić, Giovanni Radossi, Aldo Kliman, Robert Matijašić.


Rovigno



Presentazione della collana:"Storia dell'Istria"" edita dalla casa editrice Žakan Juri di Pola.

Rovinj Razglednice

di AA.VV,


Rovinj-Rovigno



Rovinj Razglednice (in IT,HR,ENG,DE)

Il Dramma Italiano. Storia della compagnia teatrale della Comunità Nazionale Italiana dal 1946 al 2003

di di Nensi Giachin Marsetič


ETNIA – IX



Rovigno – Trieste, 2004, pp. 440.
Il corposo volume, 440 pagine, corredato da stupende fotografie, nasce dalla tesi di laurea in Storia del Teatro conseguita dalla Giachin presso l’Università degli Studi di Trieste. Il lavoro costituisce un nuovo e inedito percorso di ricerca; il Dramma Italiano, istituzione fondamentale della Comunità Nazionale Italiana, non è stato mai analizzato all’interno di uno studio così organico e completo.
In allegato sono riportate le locandine di tutti gli spettacoli messi in scena, i dati fondamentali sugli attori, le critiche e i commenti apparsi sui giornali e riviste a seguito di ogni spettacolo.


Nel Medio Evo. Pagine di storia istriana

di Bernardo Benussi


COLLANA DEGLI ATTI – N. 23



Rovigno-Trieste, 2004
Tipografia Adriatica, Trieste
Due volumi di complessive 726 pagine
Ristampa anastatica del volume pubblicato (in tomo unico) a Parenzo nel 1897, dopo che l'opera era stata pubblicata a puntate nei volumi IX-XIII degli Atti e Memorie della Società istriana di archeologia e storia patria.
Opera fondamentale di Bernardo Benussi che offre un profilo storico del medioevo istriano e che all'epoca della sua edizione segnò una svolta negli studi medievistici sulla penisola. Di certo, anche e soprattutto per quest'opera il Benussi rimane tra i grandi nomi della storiografia sull'Istria e della storiografia giuliana.
L'impostazione del Medioevo prevede un'ampia introduzione e poi quattro altrettanto ampi capitoli, veri e propri pilastri di quello che il Benussi considerava la civiltà medievale istriana. L'Introduzione riguarda la storia dell'Istria bizantina, dal 533 al 778; il primo capitolo è dedicato al dominio dei Franchi, fase fondamentale nel definire ciò che era stato l'alto medioevo istriano;  il secondo, quanto mai interessante, risulta un lungo trattato sui Vescovi; il terzo capitolo si intitola Conti e margravi ed è dedicato ai poteri laici; mentre il quarto, ultimo capitolo, tratta  dei Comuni, che il Benussi definisce elemento „probante dell'appartenenza nazionale“ della regione.
Nel primo volume la ristampa anastatica è preceduta da una prefazione  di Giovanni Radossi e Egidio Ivetic che inquadrano storicamente questa fondamentale opera di Bernardo Benussi.


di Al microfono il Prof. Giovanni Radossi.


Rovigno



Seduta solenne del Consiglio della città di Rovigno, in occasione della giornata della città, conferimento del premio "Città di Rovigno" al direttore del CRS Giovanni Radossi e del diploma all'Istituto per il XXX di fondazione.

La Ricerca 22

 

Settembre 1998



Consapevolezza storiografica e Comunità nazionale - Editoriale (Radossi, G.), Valle, il catastico delle rendite (Miculian, A.), Il caso dei monfalconesi (Giuricin, L.), La fondazione filantropica Martinis-Marchi (Culic-Dalbello, M.), La raccolta di carte geografiche (Cerlon, S.), Identità di confine e di frontiera (Sponza, N.), Istria, crogiolo di convivenza (Suran, F.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Nuovi arrivi (a cura di Sponza, N.).

Scarica PDF

La Ricerca 21 (Aprile 1998)

   
Civici Musei di Storia ed Arte (Trieste); Centro studi (Mestre); T. Vorano (Albona); L. Jugovac (Umago); V. Stella (Udine); UPT (Trieste), L. Monica (Pirano); P. Zovatto (Trieste); A. Stussi (Pisa); G. De Angelini e M. Micich (Roma); Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli-Venezia Giulia (Trieste); E. Malnati (Trieste); F. Mohorovicic (Rovigno); Comunità degli Italiani (Isola); S. Pilotto (Trieste); G. Copettari (Roma); A. B. Miseri (Udine); I. Santeusanio (Monfalcone); Rotary Club (Gorizia); S. Brunelli (Udine); Z. G. Alexy ( Bratislava); M. Benussi (Rovigno); J. Folo (Rovigno); V. C. Pasquon (Padova); S. Visentini (Trieste). Il sig. Guido Rumici di Grado, ha fatto pervenire in omaggio alla biblioteca del CRS, 29 volumi : “Le vie d’Italia”; “Conosci l’Italia”; “Storia generale delle scienze”; “I tesori di tuttitalia”.

di Da sinistra: Alessandro Damiani – autore del volume e Silvio Odogaso – giornalista TV Capodistria.


Capodistria



Presentazione del volume “La cultura degli italiani dell’Istria e di Fiume: Saggi e interventi” Etnia VII.

di Da sinistra: Danijel Načinović, Silvano Zilli, Giovanni Radossi, Aldo Kliman, Marino Budicin e Franz Kos.


Rovigno



Presentazione del volume “Rovigno in cartolina”, edito dalla casa editrice “Žakan Juri” in collaborazione con il CRS e la Città di Rovigno.

La Ricerca 21

 

Aprile 1998



Atti del CRS: Humus culturale e rivalutazione della nostra presenza - Editoriale (Radossi, G.), Il concetto di reciprocità: una minaccia per le minoranze (Giuricin, E.), La nobile famiglia degli Alberti e il suo ruolo nella storia civile spatatina (Culic-Dalbello, M.), Esuli e "rimasti": è necessario un rapporto più costruttivo (De Simone, P.), L'epurazione in Istria. Fonti e problemi (Moscarda, O.), La fine del comunismo e il neonazionalismo (Suran, F.), Un piccolo contributo alla determinazione dell’albero genealogico degli Scampicchio (Vorano, T.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Notizie in breve (a cura di Ferrara, M.), Nuovi Arrivi (a cura di Sponza, N.).

Scarica PDF

La Ricerca 20

 

Dicembre 1997



Genio nazionale e tradizioni - Editoriale (Radossi, G.), L'esodo dall'Istria dei 1953 (Spazzali, R.), La ferrovia Lupogliano-Stallie (Giuricin, L.), Come nacque l'Acquedotto istriano (Moscarda, O.), Storia della flora istriana (Pericin, C.), Il centenario della scuola italiana a Spalato (Culic-Dalbello, M.), Programma di lavoro e Piano finanziario del CRS, Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Nuovi arrivi (a cura di Sponza, N.).

Scarica PDF

La Ricerca 20 (Dicembre 1997)

   
G. Muzi-Bottai (Orvieto); Università Michel de Montaigne (Bordeaux); N. Rismondo (Ancona); Muzej hrvatskih arheoloških spomenika (Spalato); Istituto Storico Italo-Germanico (Trento); V. Stella (Udine); F. Monai (Gorizia); Alcione Edizioni (Venezia); Istituto Regionale per la Cultura Istriana (Trieste); M. Schiavato (Fiume); Lj. Šimunkovič (Zara); F. Fornasaro (Udine); S. e I. Visentini (Trieste); F. Blandini (Rovigno); G. De Angelini (Roma); F. Radin (Pola); E. Baccarini (Fiume); Fondazioni Giovanni Agnelli (Torino).

di Da sinistra: Giuseppe Rota, Peter W. Galbraith, Furio Radin, Giovanni Radossi, Silvano Zilli.


Rovigno



Visita dell'ambasciatore USA in Croazia, Peter W. Galbraith, al CRS.

Antiche musiche sacre e profane di Dignano d'Istria

di Luigi Donorà.


Collana degli Atti extra serie N. 2



Il volume è una raccolta di composizioni musicali sacre e profane di Dignano, frutto di una intensa e lunga attività di ricerca storica e musicologica da parte dell’autore. Questi canti costituiscono una componente fondamentale dell’originale patrimonio culturale di Dignano.

La raccolta è suddivisa in due parti: la prima di musiche sacre, la seconda di musiche profane, entrambe precedute da alcuni cenni critico-formali ad esse relativi, e seguite dalle Appendici composte dal “Calendario ecclesiastico del Duomo di Dignano” del M. Gianni Ferro e da una breve nota sull’organo dignanese.


Statut Koprskega komuna iz leta 1423 z dodatki do leta 1668

di Lujo Margetić


 
Statut Koprskega komuna iz leta 1423 z dodatki do leta 1668

Porte e mura delle città, terre e castella della Carsia e dell'Istria

di Luigi Foscan


Collana degli Atti - N. 22



L'opera di Luigi Foscan rappresenta un viaggio affascinante attraverso le vicende di strutture architettoniche e poliorcetiche tanto specifiche, come lo sono le antiche porte cittadine, quanto importanti giacché rappresentano manufatti che si intrecciano indissolubilmente con la storia dei rispettivi abitati e dei loro tessuti sociali. In questo insieme eterogeneo di microaree geografiche, volutamente assemblate dall'autore e che hanno conosciuto tappe e corsi giuridico-amministrativi, culturali, socio-economici e etno-linguistici dalle sfumature diversificate, la porta rappresenta sicuramente uno dei denominatori comuni di maggior fascino e nel contempo un elemento dominante, un simbolo per eccellenza di costanti aperture metaforiche che hanno accompagnato e contraddistinto gran parte del loro lunghissimo percorso storico, dalla civiltà dei castelli all'età barocca.

La Comunità Nazionale Italiana nei censimenti jugoslavi (1945-1991)

di di Alessandra Argenti Tremul, Ezio Giuricin, Luciano Giuricin, Egidio Ivetic, Orietta Moscarda, Alessio Radossi, Giovanni Radossi, Nicolò Sponza e Fulvio Šuran


ETNIA – VIII



Rovigno – Trieste, 2001, pp. 356.
L’opera intende documentare la flessione storica del corpo nazionale italiano negli anni della Jugoslavia, e non si limita alla vicenda statistica, alla “metrologia” nazionale, ma presenta la documentazione dei censimenti e la ricostruzione delle modalità con cui vennero effettuati, sollecitando così e proponendo varie riflessioni. Si tratta di cifre generali, impostate su scala regionale e locale, relative a chi si era dichiarato italiano, cifre che indicano un trend in qualche modo scontato; in tale senso viene raffigurato il rapporto popolazione/territorio e minoranza/maggioranza. Ritenendo superata, in qualche modo, la logica del misurare gli astratti (artificiosi) gruppi maggioritari e minoritari dell’area tra “Italia e Slavia” per decretarne l’importanza e i ruoli, viene presentato, analizzato e storicizzato il prisma di sei rilevamenti del 1945-1991, ritenuti storia.


La Ricerca 19

 

Settembre 1997



"Nescire quid acciderit est tamquam puer manere" - Editoriale (Radossi, G.), Erbe mate: qualche particolarità linguistica (Pericin, C.), L’Istituto di credito federale (Miculian, A.), Il dalmata Antonio Lubin (Culic-Dalbello, M.), Esuli e "rimasti": favorire la ricomposizione (Giuricin, E.), Identità sociale tra nazionalismo e multicuituralismo (Suran, F.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Nuovi arrivi (a cura di Sponza, N.).

Scarica PDF

di Da sinistra: Pietro Devescovi, Giovanni Radossi, Arduino Agnelli e Carlo Ghisalberti.


Rovigno



Presentazione del volume “Rovigno d’Istria”, realizzato dal CRS di Rovigno in collaborazione con la Famia Ruvignisa di Trieste.

La Ricerca 18

 

Aprile 1997



Retaggio civile e scelta di vita - Editoriale (Radossi, G.), Attivato il sito Internet dei CRS (Radossi, A.), L’antico cimitero di S. Andrea a Umago (Cigui, R.), "L’Istriano", il numero sequestrato-inserto (Ferrara, M.), L’esodo: riscrivere la storia un obbligo morale (Giuricin, L.), Agricoltura e allevamento nel primo '800 (Visentin, D.), Minoranze: non basta la sopravvivenza (Baccarini, E.), Nuovi arrivi (a cura di Sponza, N.).

Scarica PDF

di Da sinistra: Luigi Calligaris e Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita al CRS di Rovigno da parte dell’Onorevole Luigi Calligaris.

La Ricerca 17

 

Dicembre 1996



Tutela nazionale e trattati bilaterali: il riconoscimento della realtà storica - Editoriale (Radossi, G.), La Sala dell'ex Consiglio cittadino di Rovigno (Budicin, M.), "L’Istriano": il debutto dei periodico liberale (Ferrara, M.), Ricordando l'esodo dall'Istria (Ballinger, P.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Lisignano, la chiesetta della Beata Vergine (Krnjak, K.), Dignano, origini dei nome (Forlani, A.), La minoranza: problema vero o presunto? (Suran, F.), Nuovi arrivi (a cura di Schiozzi, D.).

Scarica PDF

Monumenta Heraldica Iustinopolitana

di Giovanni Radossi (con la collaborazione di Salvator Žitko)


Collana degli Atti – N. 21



scarica il libro in formato pdf

L’opera Monumenta Heraldica Iustinopolitana di Giovanni Radossi, costituisce un’interessante e bella novità, nel panorama della pubblicistica araldica, così scarsa e non sempre attendibile, frutto di anni ed anni di ricerche documentarie e quindi le più attendibili. Capodistria merita tale monumentale opera storico-araldica, poiché questa città l’abbiamo sempre considerata un trattato d’araldica a cielo aperto, tanti sono gli stemmi alzati nei suoi vari edifici e monumenti. Nelle nostre città e contrade, gli stemmi ci osservano, testimoni muti ma pregni di valori, di simboli e di significati. Viviamo immersi e circondati da stemmi, anche se sovente, assillati dalla fretta del vivere quotidiano, non apprezziamo e comprendiamo i valori ed i significati che essi promanano. Questo è un volume che, come tutta l’araldica, ci può svelare molte più cose di quel che si pensa possa svelare uno stemma. Uno stemma non finisce mai di stupire, di accumulare valore, perché è caricato, nel tempo, della saggezza e dell’esperienza di generazioni di uomini, per le quali rimane significativo, durevole, al di là delle contingenze della storia, e la riflessione continua a maturare, a evolversi, in nuove sfumature, intuizioni e consapevolezze. Il volume si apre con la presentazione di Giorgio Aldrighetti, continua con l’introduzione dello stesso autore per poi aprirsi nel corpus araldico. Ogni stemma e stato riportato con il disegno, la descrizione storica, le dimensioni e l’arma. I disegni sono di: Alojz Umek, Bruno Poropat, Mario Ranieri Cossar e Archivio del Centro di Ricerche Storiche di Rovigno. Le fotografie sono di: Dušan Podgornik, Jure Čeh, Jaka Jeraša, Alessio Radossi e Nicolò Sponza. Il volume è stato edito dall’Istituto rovignese in collaborazione con l’Unione italiana di Fiume, l’Università Popolare di Trieste e il Museo Regionale di Capodistria. La ricerca è stata realizzata con il contributo della Regione Veneto.


La cultura degli Italiani dell’Istria e di Fiume. Saggi e interventi

di Alessandro Damiani


ETNIA – VII



Rovigno – Trieste, 1997, pp. 396.
Il volume riporta vari saggi e interventi di Alessandro Damiani, uno dei massimi intellettuali della Comunità Nazionale Italiana delle Repubbliche di Slovenia e di Croazia. I testi, la cui datazione rimanda al periodo 1978-1989 sono 20, mentre sono ben 41 quelli che vanno ascritti al periodo 1990-1997. Complessivamente 61 tra saggi, articoli, relazioni per un totale di 396 pagine che riportano la storia politica, culturale e morale della componente italiana dell’Istria e di Fiume.


di Da sinistra: Patrizia Toia e Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita al CRS di Rovigno del Sottosegrettario italiano agli Affari Esteri, Patrizia Toia.

La Ricerca 16

 

Settembre 1996



"Atti": un quarto di secolo. Memoria storica e identità nazionale - Editoriale (Radossi, G.), Settembre 1943: i "buchi" nella storia regionale (Giuricin, L.), Conservazione sul territorio della civiltà italiana (Borme, A.), Quale informazione? (Tremul, M.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Laterizi bollati dell'agro vertenegliese (Cigui, R.), I fiori dell'Istria (Pericin, C.), L’Istria d'oro di Biagio Marin (Perli, A.), Buie, lapidi della memoria (Visintin, D.), La Comunità nazionale e la nuova realtà sociale (Suran, F.), Nuovi arrivi (a cura di Schiozzi, D.).

Scarica PDF

di Da sinistra: G. Radossi, l'on. P. Fassino e l'ambasciatore F. Olivieri.


Rovigno



Visita al CRS dell'on. Piero Fassino, sottosegretario agli Esteri della R.d'Italia, accompagnato dall'ambasciatore a Zagabria Francesco Olivieri.

di Da sinistra: Antonio Pauletich, Claudio Rossit, Giovanni Radossi, Giulio Cervani, Ezio Giuricin, Fulvio Šuran.


Rovigno



Presentazione del volume di Antonio Borme: "Nuovi contributi sulla Comunità italiana in Istria e a Fiume (1967-1990)" a cura di Ezio Giuricin (Etnia - 6).

La Ricerca 15

 

Aprile 1996



Ricerca storica e tutela nazionale - Editoriale (Radossi, G.), Tutela dei patrimonio architettonico veneto (B udicin, M.), Le casite, ricostruzione della civiltà istriana (Borruso, G.), Quale storia per la Comunità italiana? (Giuricin, E.), Pagine istriane di Carlo Micheistaedter (Perli, A.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Indagini idroarcheologiche a Umago (Cigui, R.), Storia economica dell'Istria sei-settecentesca (Ivetic, E.), Italiano-istriano e istriano-italiano (Jahn, J. E.), Nuovi arrivi (a cura di Schiozzi, D.).

Scarica PDF

La Ricerca 14

 

Dicembre 1995



Ricerca storica e nazionalità - Editoriale (Radossi, G.), Le Mostre di cartografia storica (Lago, L.), La rinascita degli autonomisti zanelliani (1943-45) (Giuricin, L.), L’appello di Antonio Borme (Giuricin, E.), Europa: delle nazioni oppure dei popoli? (Suran, F.), Stampa di partito e Questione di Trieste (Benussi, S.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), Narrativa di tradizione orale (Oretti, L.), Canti popolari zaratini (Radossi, G.), Obiettivo Internet (Radossi, A.).

Scarica PDF

   
Dott. Luciano Stuparich, donatore di una copiosa raccolta di volumi per la Biblioteca del CRS, una parte della quale realizzata dopo la sua morte con i mezzi ricavati dal suo lascito testamentario di beni immobili.

Nuovi contributi sulla Comunità Italiana in Istria e a Fiume (1967-1990)

di Antonio Borme


ETNIA – VI



Rovigno – Trieste, 1995, pp. 180.
Il volume propone una nuova raccolta di vari interventi, scritti fra il 1967 e il 1990, del prof. Antonio Borme nella sua lunga carriera di pedagogo, di docente, di dirigente delle strutture del Gruppo nazionale Italiano o, più semplicemente, di attento e sensibile osservatore dell’evolversi della vita della Comunità Italiana. Una raccolta di scritti che, analizzando l’inestimabile lascito culturale ed ideale di quest’intellettuale, ripercorre le principali tappe evolutive del Gruppo Nazionale Italiano per riflettere criticamente sul suo passato e focalizzare meglio i grandi nodi da cui può dipendere il suo futuro.


Vocabolario del dialetto di Gallesano d’Istria

di Maria Balbi e Maria Moscarda Budić


Collana degli Atti N. 20



A Gallesano, a differenza di molti altri centri istriani, si sente ancor oggi, nelle famiglie, per le strade, tra i giovani, questa antica parlata istriota, che ha subito negli ultimi anni dei cambiamenti per l’influsso delle varie altre parlate che si possono incontrare in Istria. Per questo si voluto lasciare alle vecchie e alle giovani generazioni questo vocabolario, affinché i primi ritrovino nelle parole dimenticate momenti della loro vita passata e gli altri possano scoprire la bellezza e l’originalità specifica della parlata gallesanese. Il vocabolario del dialetto di Gallesano d’Istria è una ricerca basata esclusivamente sulle testimonianze della parola viva delle persone più anziane del paese poiché fonti scritte in questo campo sono quasi inesistenti. Questo è una raccolta documentata di voci, ma anche frasi tipiche, detti, proverbi, modi di dire, usanze che riflettono momenti e aspetti della vita quotidiana, contadina, familiare della gente del posto. Il volume contiene anche un breve cenno storico su questo piccolo paese situato nella parte sud occidentale dell’Istria, fotografie d’epoca e disegni fatti dal signor Lino Delmoro.


La Ricerca 13

 

Settembre 1995



Storici di "frontiera" - Editoriale (Radossi, G.), La "missione" degli Atti (Ghisalberti, C.), Libri parrocchiali e ricerca storico-demografica (Budicin, M.), Agricoltura e proprietà fondiarla nel buiese (Visintin, D.), Notiziario (a cura di Ferrara, M.), 1973: il "Bollettino" dell'UIIF (Moscarda, O.), L’Unione vuole farsi Stato? (Baccarini, E.), La tradizione petrarchesca a Rovigno (Radossi, G.), L'istro-rumeno: tutte le diverse definizioni (Eberthard, J. B.), Nuovi arrivi (a cura di Schiozzi, D.).

Scarica PDF

La Ricerca 12

 

Aprile 1995



Umanesimo, nazionalità, convivenza - Editoriale (Radossi, G.), La polemica nazionalista in Istria (Moscarda, O.), Nuovi rinvenimenti di bolli laterizi e anfore nel buiese (Cigui, R.), Saggi della parlata di Sanvincenti (Anonimo), Notiziario (a cura di Malusà, M.), Minoranza italiana in Istria: diverse definizioni (Medica, K.), Elda Gianelli: poetessa e narratrice (Malusà, M.), Cronologia ed appunti delle biblioteche a Rovigno (Ferrara, M.), La bocca di leone a Buie (Ugussi, L.), L’associazione Giuliani nel mondo (Delbello, S.), Nuovi arrivi (a cura di Zilli, S.), Segnalazioni (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

La Ricerca 11

 

Dicembre 1994



Le ombre dell'integrazione culturale - Editoriale (Radossi, G.), Malattie e cause di morte a San Lorenzo (Cigui, R.), Cultura e società di frontiera (Salimbeni.), Le radici dell'autonomia (Giuricin, L.), L’Unione Italiana nel nuovo contesto politico (Baccarini, E.), Notiziario (a cura di Malusà, M.), L’IRCI Istituto regionale per la cultura istriana (Vigini, A.), Periodizzare la storia demografica dell'Istria (Ivetic, E.), Riflessioni sulla condizione dell'uomo moderno (Zilli, S.), Fondi speciali della biblioteca: le tesi (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

Trent’anni di collaborazione. Unione Italiana – Università Popolare di Trieste : appunti per la storia delle relazioni tra la Comunità Italiana e la N

di Ezio e Luciano Giuricin


ETNIA – Numero unico



Rovigno – Trieste, 1994, pp. 147.
Il libro rileva le principali tappe evolutive dei rapporti di collaborazione sviluppatisi, a partire dal 1964, fra l’Unione degli Italiani dell’Istria e di Fiume (UIIF, poi Unione Italiana) e l’Università Popolare di Trieste (UPT), soffermandosi in particolare ad analizzare i presupposti che hanno contribuito a stimolare l’avvio delle relazioni culturali tra la Comunità Italiana e la Nazione Madre. L’opera rileva l’importante contributo porto dalla collaborazione UIIF-UPT allo sviluppo culturale e civile della Comunità Nazionale Italiana in Istria e nel Quarnero ed offre degli utili riferimenti per la comprensione del percorso storico del Gruppo Nazionale Italiano. Il testo, articolato in cinque capitoli, è corredato da schede informative sui principali settori d’attività, da un’ampia cronologia degli avvenimenti e da documenti fotografici.


Lo Statuto di Arbe, Trieste – Rovigno 2001

di Lujo Margetić


Collana degli Atti del Centro di Ricerche storiche di Rovigno, n. 19.



Lo Statuto di Arbe, compilato nella sua forma fondamentale nella seconda metà del XIII secolo, è da considerare uno dei più affascinanti testi storico – giuridici della costa orientale adriatica. In questo  volume lo storico del diritto medievale croato Lujo Margetić pubblica il testo dello Statuto tratto da un manoscritto steso nel XVIII secolo che contiene, oltre al testo originale, anche la versione in italiano.


L’identità etnica. Gli Italiani dell’area istro-quarnerina

di Loredana Bogliun Debeljuh


ETNIA – V



Rovigno – Trieste, 1994, pp. 208.
Lo scritto si articola in due parti distinte. La prima parte è incentrata sullo studio dell’identità posta nel contesto della dimensione psico-sociale dell’individuo, che comporta un’analisi dell’identità come espressione di un “soggetto individuale” e dell’analisi dell’identità come espressione di “gruppi di individui”, intesa come identità di gruppo o collettive. La seconda parte affronta il problema dell’identità etnica e pluri-etnica prendendo ad esempio gli appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana dell’Istria e del Quarnero. L’autrice affronta le sue tesi con un’analisi attenta e documentata sulla situazione socio-economica, linguistica, culturale e scolastica in cui vive ed opera la Comunità Italiana. Propone inoltre uno specifico modello d’intervento per la realizzazione graduale del bilinguismo in Istria e per il mantenimento dell’identità etnica italiana.


La Ricerca 10

 

Settembre 1994



Dieci numeri: un impegno di continuità - Editoriale (Radossi, G.), UIIF 1944-1964: gli anni più difficili (Radossi, A.), Istria, terra d'incognite (Jahn, J. E.), L'Istria e la Dalmazia nelle "Anagrafi Venete" (Ivetic, E.), Notiziario (a cura di Miculian, A.), Il rimatore albonese Tranquillo Negri (Malusà, M.), Il culto di San Rocco, protettore dalla peste (Cigui, R.), "Leme: una meraviglia fra le bellezze d'Istria" (Depiera, C.), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.), Segnalazioni (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

La Ricerca 9

 

Aprile 1994



Editoriale (Radossi, G.), Storia, lingua e società: un'ipotesi di lavoro (Salimbeni, F.), L'istrianità come "modello" (Suran, F.), L'Istria e la Serenissima: verso una sintesi storica (Ivetic, E.), Migrazioni ed esodi: il "caso" istriano (Medica, K.), Esodo, nuovi documenti (Giuricin, L.), L'epidemia di colera dei 1855 nel Buiese (Cigui, R.), Rovigno, le canzoni delle "tabacheine" (Malusà, M.), Quattro calici gotici d'epoca veneziana (Pazzi, P.), Notiziario e Segnalazioni (a cura di Miculian, A. e Zilli, S.).

Scarica PDF

La Ricerca 8

 

Dicembre 1993



Editoriale (Radossi, G.), La visita di Giovanni Spadolini a Rovigno d'Istria (Radossi, A.), Un seminario in onore dì Giovanni do Vergottini (Ivetic, E.), I periodici della nostra biblioteca (Ferrara, M.), Reperti archeologici "sotto" Cittanova (Novak, N.), Vita o morte dell'idioma rovignese? (Skiljan, D.), Come studiano gli alunni delle scuole italiane (Monica, L.), Un Indice per gli "Atti" (parte seconda) (Predonzani, M.), Notiziario (a cura di Miculian, A.).

Scarica PDF

I censimenti della popolazione dell’Istria, con Fiume e Trieste, e di alcune città della Dalmazia tra il 1850 e il 1936

di Guerrino Perselli


ETNIA – IV



Rovigno – Trieste, 1993, pp. 613.
L’opera, che tratta l’argomento specifico delle rilevazioni statistiche della popolazione indette dall’Austria e dall’Italia tra il 1850 ed il 1936, si articola in due parti ben distinte. Nella prima sono pubblicati i dati principali relativi all’Istria, alle isole del Quarnero, alle città di Trieste, Fiume e Zara e ad altri comuni della Dalmazia desunti dalle pubblicazioni ufficiali dei censimenti effettuati dall’Austria tra il 1857 ed il 1910, e dall’Italia tra il 1921 ed il 1936, nonché dal periodico “L’Istria” di Pietro Kandler (limitatamente all’Istria, per il 1850). Nella seconda parte sono raccolte le Appendici con tavole statistiche su materie e dati specifici, cartine geografiche e testi legislativi.


La Dalmazia nell'arte italiana. Venti secoli di civiltà

di Alessandro Dudan


COLLANA DEGLI ATTI – N. 18



Trieste-Rovigno, 1999
Tipografia: Villaggio del Fanciullo, Trieste
Due volumi per complessive 548 pagine; ogni volume (dopo la parte testuale) presenta numerose „Tavole“ fotografiche (in bianconero): vol. I, tav. 1-134; vol. II, tav. 135-265
Ristampa anastatica dell'opera di Alessandro Dudan pubblicata a Milano nel 1922. Si tratta di una ponderosa storia dell' arte della Dalmazia inquadrata nel contesto artistico italiano. Il suo elevato valore scientifico e la sua portata documentale possono essere colti nella sua pienezza unicamente se  calati nella realtà storica della sua epoca.
I due volumi di Alessandro Dudan (I, Dalla preistoria all'anno 1450; II, Dall'anno 1450 ai nostri giorni, ovvero all'inizio del secolo XX) riassumono magnificamente i duemila anni di storia dell'arte di una civiltà, quella dalmata, che è stata crogiolo di incontro tra genti le più diverse, creando un ambiente umano e culturale nel quale si è imposto e perpetuato incontestabilmente più vitale il filone latino e veneto-italiano.
La ristampa anastatica del II volume è preceduta dalle prefazioni di Giovanni Radossi („Duemila anni di storia dell'arte dalmata“) e di Aldo Raimondi (“Una collaborazione vincente“), nonché da una „Nota all'appendice bibliografica“ di Franco Luxardo. In effetti, alla fine del volume II è pubblicata un ricchissima „Appendice bibliografica 1901-2000“; chiudono il volume le „Tavole comparative“ (disegni) di Luigi Tomaz, pittore e scultore chersino. Alla fine del volume I, invece, si trovano i recenti saggi critici di Vincenzo Fasolo su „Alessandro Dudan, storico dell'arte dalmata“, di Giuseppe Cuscito sull' „Arte e la civiltà della Dalmazia nell'opera di Alessandro Dudan“ e di Bruna Del Fabbro Caracoglia sulla „Biografia di Alessandro Dudan“.


di Da sinistra: Arduino Agnelli, Giovanni Spadolini, Giovanni Radossi.


Rovigno



Visita del presidente del Senato Giovanni Spadolini al CRS in occasione del Convegno "Nazione e nazionalità" promosso dalla Giunta Storica Nazionale.

di Da sinistra: Giovanni Radossi e Renzo De Felice; in seconda fila Alessio Radossi e Silvano Zilli.


Rovigno



Visita del presidente del Senato Italiano on. Giovanni Spadolini.

La Ricerca 7

 

Settembre 1993



Editoriale (Radossi, G.), Due pergamene dell'archivio di Verteneglio (Cigui, R.Barnabà, E.), 1943-1993: Zara, cinquant'anni dopo (De Vidovich, R.), Parità delle etnie nel futuro dell'Istria (Suran, F.), L'identità etnica nell'area istro-quarnerina (Bogliun-Debeljuh, L.), Quegli intellettuali di fine secolo (Malusà, M.), Notiziario (a cura di Miculian, A.), Il Settecento istriano un secolo "chiave" (Ivetic, E.), Un Indice per gli "Atti"? Ecco perché (Predonzani, M.), Informatica e ricerca: il futuro è già iniziato (Radossi, A.), Segnalazioni (a cura di Zilli, S.), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

di Paolo Ziller (presenta), Luciano Lago.


Albona



Presentazione del XXII volume degli ATTI.

La Ricerca 6

 

Aprile 1993



Editoriale (Radossi, G.), Venezia Giulia 1945. Immagini e problemi (Cattaruzza, M.), Le origini dei conti di Veglia Frangipane (Michelini, A.), Quando Rovigno divenne penisola (Budicin, M.), Il castello di S. Giorgio nella Valle dei Quieto (Cigui, R.Barnabà, E.), Il concetto-immagine dell'identità istriana (Suran, F.), Medici e chirurghi eletti dal "popolo" (Bertou, M.), Progetto 11: le origini dei popolo istriano (Ivetic, E.), Segnalazioni (a cura di Zilli, S.), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

La Ricerca 5

 

Dicembre 1992



Editoriale (Radossi, G.), L'eredità di Borme raccolta in volume (Giuricin, E.), Università popolare, quella sera dei 1899 (Rossit, L.) La scuola italiana dal 1945 a oggi nel computer (Radossi, M.), Dopo Osimo una richiesta di giustizia (Sardos-Albertini, P.), Quei 12 mila documenti dell'esodo (Giuricin, L.), Cinque bolli laterizi attorno a Verteneglio (Barnabà, E.Cigui, R.), Notiziario dei 1992 (Miculian, A.), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

L’Istria moderna. Un’introduzione ai secoli XVI-XVIII

di Egidio Ivetic


Collana degli ATTI N. 17



Dal 1420 al 1797 la penisola istriana fu terra di confine tra la Repubblica di Venezia e i domini degli Asburgo. Per quasi quattro secoli vi si sono saldati due diversi modelli politici e amministrativi. C’era l’Istria veneta, pari a due terzi della penisola, un contesto soprattutto comunale, composto da città marittime, borghi, contadi e qualche feudo; per Venezia, essa è stata la prima periferia marittima, quasi una parte prolungata delle lagune. I secoli XVI-XVIII sono in fondo la storia della compresenza veneto-asburgica in una regione già ricca di dicotomie territoriali, economiche e sociali, linguistiche e culturali. L’Istria moderna, soprattutto quella veneta, conosce come altre regioni europee, tra il XVI ed il XVIII secolo, adeguamenti e resistenze in merito a una progressiva volontà politica accentratrice e razionalizzante, espressione dell’affermazione (o tentata affermazione) del cosiddetto Stato moderno sui particolarismi locali. Entro questi riquadri si collocano le esperienze economiche, sociali, religiose e culturali di genti differenti per lingua e costume. La compresenza sul territorio di comunità che si proclamavano diverse l’una rispetto all’altra e le strategie e i modi della loro convivenza sono argomenti che affascinano e che sempre più ritorneranno negli studi sull’Istria. Questo volume punta a delineare gli aspetti fondamentali, fin qui noti, anche per lasciare il campo a una nuova stagione di ricerche.


La Minoranza Italiana in Istria e a Fiume. Scritti e interventi dal 1964 al 1990 in difesa della sua identità e della sua dignità civile

di Antonio Borme


ETNIA – III



Rovigno – Trieste, 1992, pp. 422.
Volume dedicato alla memoria di Antonio Borme (1921–1992), dirigente e personalità storica della Comunità Nazionale Italiana. Una miscela antologica degli scritti, interventi, discorsi e riflessioni del prof. Antonio Borme, prodotti nel corso del suo lungo operare a favore della conservazione della civiltà italiana dell’istro-quarnerino, della difesa della dignità umana e della tutela nazionale delle popolazioni italiane della regione.


I nostri volontari di Spagna - Naši španjolski dobrovoljci - Naši španski prostovoljci, Fiume - Rovigno 1988

di AA.VV.


Acta Historica Nova, vol. III



Il libro è una raccolta delle biografie dei volontari del Gorski Kotar, del Litorale croato, dellʼIstria e del Capodistriano che militarono nelle file dell'armata repubblicana spagnola durante la guerra civile (1936-1939). La pubblicazione vuole sottrarre dall'oblio, per quanto possibile, gli attori di quel periodo che assolvendo il proprio impegno internazionalistico accorsero in Spagna ad aiutare il popolo aggredito a respingere l'invasione fascista.


Nel giorno dell’inaugurazione del monumento a Giuseppe Tartini in Pirano.

di AA.VV.


COLLANA DEGLI ATTI – EXTRA SERIE – N. 1



Trieste-Rovigno, 1992.
Tipografia: Studio arti grafiche e stampa PUNTO IDEA s.a.s, Trieste
Volume unico di 142 pagine
Ristampa anastatica dell’edizione di Trieste del 1896, pubblicata in occasione del terzo centenario della nascita di Giuseppe Tartini. Il volume, curato allora dal “Comitato provinciale pel centenario di Giuseppe Tartini” (stampato presso lo Stabilimento Artistico Tipografico G. Caprin di Trieste), traccia un profilo della vita (autore Marco Tamaro)  e dell’opera musicale (autore Gustavo Wieselberger) del grande musicista piranese. Quest’ultima parte è corredata dalla pubblicazione di alcuni documenti inediti, dallo spartito del Miserere tartiniano e dall’elenco dei manoscritti del Tartini posseduti allora dal Municipio di Pirano.
La ristampa anastatica è preceduta da una presentazione di Ivano Cavallini che si sofferma in particolare sulle celebrazioni tartiniane di fine Ottocento e sui rapporti tra Gianrinaldo Carli e Giuseppe Tartini.
In appendice alla ristampa vi è aggiunto, fuori testo quale allegato (di 4 pagine; “stampato in luogo di manoscritto”), lo spartito della “Marcia –Inno per Tartini” composta da Antonio Smareglia.


La Ricerca 4

 

Settembre 1992



Editoriale (Radossi, G.), La scomparsa di Antonio Borme, La scuola italiana e la nuova ideologia (Borme, A.), Università popolare, quella sera dei 1899: 2a parte (Rossit, L.), I primi vent'anni degli Atti (Budicin, M.), Demografia storica e Status Animarum (Ivetic, E.), L'età dei Bronzo nella valle dei Quieto (Barnabà, E.Cigui, R.), Rinasce a Montona quell'antica radice Notiziario (Odogaso, S.), L'archivio nel calcolatore o il calcolatore nell'archivio (Damini, A.), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

di Da sinistra Luigi Solari, Giovanni Radossi, Antonio Borme.


Rovigno



Visita al CRS del console della Repubblica Italiana Luigi Solari.

La Ricerca 3

 

Aprile 1992



Editoriale (Radossi, G.), I 66 mila documenti dell'Archivio (Malusà, M.), Il Seminario di storia (Rocchi, I.), Verteneglio, notiziario archeologico (Cigui, R. e Barnabà, E.), Università popolare, quella sera dei 1899 (Rossit, L.), Cominform, 40 "vittime" raccontano (Giuricin, L.), Il Codice diplomatico istriano (Colombo, F.), La società parentina nel secondo Settecento (Ivetic, E.), Segnalazioni librarie (a cura di Zilli, S.), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

La Ricerca 2

 

Dicembre 1991



Editoriale (Radossi, G.), Gli 80 mila volumi della biblioteca (Buic, G.), Presentazione dei programma "Basedati" (Radossi, A.), '56: colpo di mano contro il Dramma italiano (Giuricin, L.), Informazione e dibattito generano democrazia (Zilli, S.), La peste dei 1783 e le misure di difesa sanitaria (Miculian, A.), Cent'anni della Lega nazionale (Sardos-Albertini, R.), Era possibile operare solo nel sistema (Monutti, L.), Segnalazioni librarie e notiziario (a cura di Zilli, S. e Miculian, A), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

ASPETTI STORICO-URBANI NELL' ISTRIA VENETA (Dai disegni dell' Archivio di Stato di Venezia)

di Marino Budicin


Collana degli Atti - n. 16



scarica il libro in formato pdf
Il volume Aspetti storico-urbani nell' Istria veneta (Dai disegni dell' Archivio di Stato di Venezia),presentato a Rovigno nel dicembre del 1999 in occasione della fausta ricorrenza delle celebrazioni per il XXX-esimo del Centro di ricerche storiche di Rovigno, è stato edito dall' Istituto rovignese in collaborazione con l' Unione italiana di Fiume, l' Università Popolare di Trieste e l' Archivio di stato di Venezia, nell'ambito della Collana degli Atti (col. Numro 16). Il volume è stato curato da M. Budicin che è anche l'autore dell'"introduzione storica" e del Repertorio iconografico-descrittivo dei disegni dell' Archivio di Stato di Venezia che illustrano le opere urbano-architettoniche dell' istria ex veneta. I direttori responsabili del volume sono Luciano Lago e Giovanni Radossi, il recensore è Egidio Ivetic, la progettazione grafica è di Frabrizio Somma, la realizzazione grafica e la videoimpaginazione sono di Emmanuele Bugatto e Fulvia Casara. Il volume è stato stampato presso la Tipografia del Villaggio del Fanciullo di Trieste. Il volume, che si apre con le prefazioni di Maurizio Tremul, presidente della Giunta Esecutiva dell' Unione Italiana, di Aldo Raimondi, presidente dell' Università Popolare di Trieste, di Giovanni Radosssi direttore del Centro di ricerche storiche, e con l' incisiva introduzione di Paolo Selmi, direttore dell' Archivio di Stato veneziano, che rivaluta inconfutabilmente la mentalità e l'unità bidirezionali del plurisecolare vincolo tra Venezia e l' Istria, rivolge piena attenzione allo specifico settore delle fonti iconografiche-urbanistiche, primariamente ai disegni che si custodiscono nei vari fondi dell' Archivio di Stato di Venezia, databili ai secoli XVI-XVIII e che illustrano l'ordito urbano e le forme architettoniche dell'area istriana ex veneta. Nella parte contestuale del volume, nel Repertorio iconografico-descrittivo ricordato sopra, sono pubblicate le riproduzioni di 139 disegni dell' Archivio di stato di Venezia. Tutte le riproduzioni, predisposte per ordine alfabetico delle rispettive località e in esse ridistribuiti cronologicamente, sono corredate da una scheda che contiene gli elementi principali per la loro descrizione e collocazione archivistica, con la trascrizione di tutti i testi scritti che appaiono sui disegni e con note di commento di Eurigio Tonetti responsabile della Sezione di fotoriproduzione, legatoria e restauro dell' Archivio di Stato di Venezia e di Giovanni Caniato, collaboratore bibliotecario del medesimo Archivio. Completano il volume gli indici dei nomi, dei soggetti e dei toponimi.Alla fine sono riportati anche ampi riassunti in croato ed in sloveno La pubblicazione dei 139 disegni dell'Archivio di Stato di Venezia e delle loro rispettive schede descrittive, che fa parte di quel progetto del Centro di ricerche storiche di Rovigno finalizzato alla realizzazione delle iniziative avviate dalla Regione del Veneto con la Legge n. 15 del 1994 per il ricupero, la conservazione e la valorizzazione dell'eredità culturale di origine veneta nell'Istria e nella Dalmazia, non può comunque essere ritenuta una schedatura esaustiva delle fonti iconografiche sulla materia urbano-architettonica, essendo stata dettata da una scelta, comunque, soggettiva del materiale da inventariare, e sussistendo certamente altra documentazione non ancora riordinata.

Il partito comunista di Fiume (1921-1924), Fiume - Rovigno 1982

di Luciano Giuricin – Mihael Sobolevski


Acta Historica Contemporanea, vol. II



Il volume di Sobolevki e Giuricin tratta dei primi passi mossi dal movimento comunista fiumano il quale, nel 1921, prese a formarsi anche organizzativamente con la costituzione del Partito comunista di Fiume, Sezione della Terza internazionale. Fu un avvenimento storico rilevante in quanto il P. C. Di Fiume si presentò sin dall'inizio come l'unica forza politica organizzata in grado di guidare la classe operaia fiumana nella lotta per la liberazione sociale e nazionale dei Croati, degli Italiani e degli appartenenti ad altre nazionalità in quelle eccezzionali e complesse condizioni politiche, sociali ed economiche della Fiume di allora.


La Scuola Italiana in Jugoslavia. Storia, attualità e prospettive

di Luciano Monica


ETNIA – II



Rovigno – Trieste, 1991, pp. 298.
L’autore ci offre i risultati di un’ampia ricerca, condotta con il dovuto rigore, per rilevare le caratteristiche, le specificità e i problemi della Scuola Italiana in Jugoslavia, partendo da un’analisi storica, attraverso il legislativo, il propriamente scolastico e l’extrascolastico, al fine di permettere la comprensione di una microrealtà variegata e complessa da leggere in una visione diacronica che apra successivamente la possibilità di intendere il tutto in funzione prospettica nell’ambito della realtà sociale, politica, culturale particolare del territorio dell’Istria e di Fiume ai margini nord-occidentali della Jugoslavia, a ridosso del confine orientale d’Italia.


La Ricerca 1

 

Settembre 1991



Editoriale (Radossi, G.), Che cos'è il Centro di Ricerche storiche (Radossi, G.), Nella ventata democratica i presupposti della crescita (Borme, A.), Italiani nel '53: quando l'ideologia giustificava tutto (Radossi, A.), Progetto 11: l'abc dell'etnia (Suran, F. e Zilli, S.), Per un nuovo approccio alla cultura dell'esodo (Delbello, S.), Nasce la "Banca dati storica" (Radossi, A.), Notiziario 1989-1991 (a cura di Miculian, A.), Segnalazioni librarie (a cura di Zilli, S), Nuovi arrivi in biblioteca (a cura di Zilli, S.).

Scarica PDF

La popolazione dell’Istria nell’età moderna. Lineamenti evolutivi

di Egidio Ivetic


Collana degli ATTI N. 15



Nella monografia si traccia la storia demografica della penisola istriana fra la fine del Quattrocento e gli inizi dell’Ottocento. Utilizzando una vasta base di documenti e dati, l’autore ricostruisce le dinamiche dello sviluppo della popolazione istriana sia a livello generale (regionale) sia secondo le aree sub-regionali, che ebbero vicende demografiche ben distinte l’una dall’altra. Così se l’Istria settentrionale (Capodistriano, Pirano, Muggia) e l’area del fiume Quieto non visse una sostanziale stagnazione nei secoli XVI-XVII, diversa fu la storia della costa occidentale, in cui i centri urbani effettivamente  si trovarono in decadenza (Pola e Parenzo). Il Cinque e il Seicento sono i secoli della colonizzazione organizzata delle terre abbandonate e l’autore ne traccia i percorsi e offre stime sull’impatto demografico. Il Settecento è indicato come il secolo dell’espansione economica e sociale (contrariamente di quanto sostenuto, fino a tempi recenti, dalla storiografia). La popolazione dell’Istria registra una notevole crescita; in particolare è la costa occidentale a uscire dalla stagnazione. In totale si raggiunge, verso il 1770-90, l’apice demografico che il sistema dell’ancien règime istriano poteva sostenere. Le crisi cerealicole fra il 1766 e il 1817 bloccano l’ulteriore espansione che solo dal 1830-40, con la diffusione della patata, vedrà ulteriori progressi.
Nella seconda parte della monografia, l’autore presenta una serie di case-studies affrontando le questioni della demografia urbana (Capodistria, Pola, Parenzo, Rovigno), delle epidemie, della distribuzione e della tipologia degli insediamenti, della struttura etnica, delle strutture famigliari, fra contesti urbani e rurali. Il volume è completato, in appendice, da 93 tabelle di elaborati, da 30 grafici e 11 cartine tematiche.


Il partito comunista di Fiume 1921-1924 - Komunistička partija Rijeke, Documenti - Građa, Fiume - Rovigno 1981

di Luciano Giuricin – Mihael Sobolevski


Acta Historica Nova, vol. I



Si tratta di una raccolta di 52 documenti, compilati nel periodo che va dal 1921 al 1924, relativi all'atto di nascita e all'attività del Partito comunista di Fiume, o legati direttamente all’interpretazione dei suoi atti e deliberazioni.  La pubblicazione di queste fonti avrebbe dovuto servire, secondo gli autori, alla rivalutazione stessa del partito e alla stesura di una nuova storia della Lega dei comunisti della Jugoslavia.


La Comunità Italiana in Istria e a Fiume. Fra diglossia e bilinguismo

di Nelida Milani – Kruljac


ETNIA - I



Rovigno – Trieste, 1990, pp. 250.
Il lavoro traccia un profilo della situazione sociolinguistica nel triangolo geografico Capodistria-Pola-Fiume, in cui s’incontrano mondo romanzo e mondo slavo con le rispettive lingue e dialetti che da secoli qui convivono. La presente opera rispecchia la realtà sociolinguistica degli Italiani che vivono nella regione istro-quarnerina. E’ un quadro specifico, con precisi riferimenti storici, geografici e ambientali in genere, un quadro molto particolare, perché particolare è sempre la realtà di culture e lingue in contatto.


Osposobljavanje učenika za permanentno obrazovanje.

di STEVANOVIĆ Marko


 
 

L'ISTRIA nei suoi due millenni di storia

di Bernardo Benussi


Collana degli ATTI N. 14



In questa pregiatissima opera, pubblicata nel 1924, il Benussi ha saputo sapientemente ricostruire due millenni di storia della nostra regione. Ciò è stato possibile grazie alla sua grande competenza e all’attenta scelta delle fonti da utilizzare, come dalla costante e scrupolosa volontà di documentazione secondo i dettami più ortodossi della storiografia positivista. L’opera si presenta come un imprescindibile punto di riferimento per la storia della storiografia sull’Istria. In effetti, il volume costituisce quasi una sintesi di quanto scritto dall’Autore nell’arco di una vita, tracciando un ampio quadro e un dettagliato profilo della realtà istriana dalla preistoria all’Irredentismo.


Incontro Repubblica Italiana-RSF di Jugoslavia e cerimonia premiazione Istria Nobilissima

 

Buie-Buje



Buie 17.09.1989. Nella foto da sinistra a destra: Giovanni Radossi, Luciano Rossit, Giulio Andreotti.

di Da sinistra: Marino Predonzani, Giovanni Radossi, Ezio Barnabà, Elio Apih, Marino Budicin, Arduino Agnelli e Antonio Pauletich.


Verteneglio



La redazione degli Atti al tavolo della presidenza della cerimonia di presentazione del volume XVIII.

Mondo popolare in Istria

di Roberto Starec


Collana degli ATTI N. 13



Il volume analizza in senso diacronico l’evoluzione dei diversi aspetti della cultura materiale tradizionale e della vita quotidiana dei centri rurali dell’Istria a partire dalla metà del Cinquecento per arrivare al Novecento. Nella sua ricerca l’autore si è avvalso di fonti d’archivio, della bibliografia esistente sull’argomento, di rilevazioni dirette e di fonti orali. L’opera presenta una ricca sezione iconografica, in parte prodotta sul campo dallo stesso autore e in parte riprodotta dagli archivi pubblici, dai numerosi musei e dalle collezioni private.
Alla premessa che presenta i lineamenti geografico-storici ed etno-linguistici, seguono tre capitoli:

  1. Lo spazio abitativo. Luoghi e modi della quotidianità
  2. Coprire per mostrare. Forme e segni dell’abbigliamento
  3. La sapienza della mano. Utensili e tecnologie del lavoro

IX (1988) Sessione ordinaria della III Conferenza dell'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume - Buie, 9 maggio 1988.

 

Documenti 9



Sessione ordinaria della III Conferenza dell'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume - Buie, 9 maggio 1988.


Dizionario storico etimologico fraseologico del dialetto di Capodistria

di Giulio Manzini e Luciano Rocchi


Collana degli Atti – N. 12



Il Dizionario storico fraseologico del dialetto di Capodistria va, assieme agli altri dizionari già pubblicati, ad arricchire la conoscenza lessicale  e dialettale di Capodistria. Il Manzini ci presenta le parole, spesso, inserite in brevi frasi; così che le voci mostrino il loro significato preciso solo se inserite in un contesto, e così i dizionari, dialettali o di lingua risultano frutto di una realtà viva e non cimiteri di parole, come vengono troppo spesso definiti. Questo volume è nato sotto il patrocinio dello stesso Centro, dell’Unione Italiana di Fiume e dell’Università Popolare di Trieste, l’Istituto Regionale per la Cultura Istriana di Trieste e la Regione del Veneto di Venezia.


di In CRS: mons. Josip Pavlišić arcivescovo di Fiume, mons. Antonio Bogetić (vescovo Pola-Parenzo), Giovanni Radossi.


Rovigno



Convegno: "I 250 anni della chiesa di S. Eufemia".

Le Casite Pietre e paesaggi dell'Istria centro-meridionale (Un censimento per la memoria storica)

di Luciano Lago


Collana degli ATTI N. 11



LAGO, LUCIANO (a cura di), Le "Casite". Pietre e paesaggi dell'Istria centro-meridionale (Un censimento per la memoria storica), Unione Italiana Fiume, Università Popolare di Trieste, Comunità degli Italiani di Dignano, Dipartimento di scienze geografiche e storiche-Centro di catalogazione dei beni culturali istriani-Università degli studi di Trieste, Trieste-Rovigno, Ediz. La Mongolfiera, 1994 (Collana degli Atti del Centro di ricerche storiche Rovigno, n. 11), p. 399 (con numerose illustrazioni, tavole, piante, carte, sezioni, profili, prospetti e grafici). Il volume è in effetti il primo inventario di un bene culturale istriano, condotto attraverso lunghi anni di ricerca sulle casite, costruzioni in pietra a secco, comunissime nella campagna nell'Istria meridionale, che nella forma e nella struttura architettonica monocellulare, circolare o quadrangolare, con il tetto a lastre lapidee, sia a falsa cupola che ad uno o due o quattro spioventi, conservano un complesso di caratteri molto arcaici, che consente di stabilire una continuità tra la cultura costruttiva di società preistoriche e quella di tempi più recenti per il tramite delle espressioni tradizionali dell'architettura rurale spontanea locale.

Itinerario di lotta. Cronaca della Brigata d'assalto “Garibaldi – Trieste”, Pola 1986

di Riccardo Giacuzzo - Mario Abram


Monografie VII (1986)



Opera di particolare importanza che ci permette di far luce sulle condizioni in cui sorse ed operò la Brigata “Garibaldi - Trieste”, quando i fini politico - strategici venivano spesso offuscati, nel territorio nazionalmente misto del Litorale, da questioni tattico - praticistiche. Gli autori, testimoni autentici della vita Brigata attraverso il suo cammino di lotta, con questo volume colmano una evidente lacuna nella storia della lotta partigiana in Slovenia.


VIII (1986) La II e la III Sessione ordinaria della II Conferenza dell'UIIF - Parenzo, 14 dicembre 1984 - Pirano, 22 dicembre 1985.

 

Documenti 8



La II e la III Sessione ordinaria della II Conferenza dell'UIIF - Parenzo, 14 dicembre 1984 - Pirano, 22 dicembre 1985.


di Da sinistra: Marino Budicin, Anita Forlani, Iginio Moncalvo, Giovanni Radossi, Giulio Cervani, Antonio Puletich.


Valle



Presentazione del volume di Domenico Cernecca: "Dizionario del dialetto di Valle d'Istria" (Collana degli Atti n.8).

Vocabolario del dialetto di Rovigno d'Istria I e II Vol.

di Antonio e Giovanni Pellizzer


Collana degli Atti – N. 10



Il vocabolario del dialetto di Rovigno d’Istria fa parte di una collana di dizionari del Centro di ricerche storiche che si sono voluti per poter, almeno in parte, salvaguardare e tramandare gli idiomi istrioti dell’Istria. Questo vocabolario, come anche gli altri già pubblicati, è stato una ricerca basata su fonti per lo più orali e una delle motivazioni più forti è sicuramente quella affettiva e di legame al proprio luogo natio. Il rovignese, tra i dialetti istrioti, ha una sua posizione particolare che fa suscitare l’interesse dei dialettologi e glottologi oltre che del cospicuo pubblico curioso e appassionato della propria parlata perché è caratterizzato da particolari filoni linguistici rari o ignoti anche nelle altre parlate istriote, pur strettamente affini, per questo si può legittimamente parlare di “dialetto rovignese”, cioè di un complesso organico di vocaboli, frasi, locuzioni, usati collettivamente, con un ritmo particolare e inconfondibile.


VII (1984) La IV Sessione ordinaria della I Conferenza dell'UIIF e la Sessione costitutiva della II Conferenza dell'UIIF - Pola, 11 giugno 1982 - Fiume, 25 giugno 1982.

 

Documenti 7



La IV Sessione ordinaria della I Conferenza dell'UIIF e la Sessione costitutiva della II Conferenza dell'UIIF - Pola, 11 giugno 1982 - Fiume, 25 giugno 1982.


Il teatro musicale di Antonio Smareglia

di Perpich E.


Collana degli ATTI N. 9



Trieste-Rovigno, 1990
Tipografia-Litografia Moderna – Trieste
Volume di 152 pagine con 14 illustrazioni b/n.
L’autore oltre a tracciare un profilo biografico di Antonio Smareglia e ricordare la sua “fortuna critica” illustra in particolare le sue opere giovanili (Vassallo di Szigeth, Cornill Schut e Nozze Istriane) e quelle ultime (La Falena, Oceana e Abisso). Notevole è il contributo portato alla conoscenza di Antonio Smareglia, il cui teatro, una volta rotti gli argini del silenzia, come rileva l’autore, dovrebbe trovare un consenso duratuto.
La prefazione al volume è di Vito levi; alla fine è posta pure la Bibliografia essenziale su Antonio Smareglia.


di Da sinistra: Antonio Miculian, Iginio Moncalvo, Giovanni Radossi, Luciano Giuricin.


Rovigno



Presentazione dei Documenti VI.

I protagonisti raccontano, Pola 1983

di Lucifero Martini


Monografie VI (1983)



Il volume è una raccolta di scritti, per lo più inediti, dei combattenti provenienti dall'Italia protagonisti dell'epopea partigiana in tutta la Jugoslavia, sia di quelli che dopo l'8 settembre 1943, trovandosi in terra straniera come soldati d'occupazione, hanno scelto la via dell'onore e del riscatto, sia  di coloro i quali hanno imbracciato il fucile per difendere la propria terra. Questi ricordi rappresentano da una parte un campionario dell'intero mosaico relativo alla partecipazione degli Italiani alla LPL, dall'altra una genuina testimonianza raccontata dagli stessi protagonisti che l'hanno vissuta in un periodo tra i più tragici della loro esistenza.


Dizionario del dialetto di Valle d’Istria

di Domenico Cernecca


Collana degli Atti – N. 8



Il Dizionario del dialetto di Valle d’Istria è il primo tentativo di organizzazione lessicografica del dialetto di Valle, piccola borgata situata nell’Istria sud-occidentale. La parlata di Valle d’Istria è priva di documenti scritti e serve solo alla comunicazione in seno alla famiglia ed entro le mura del paese. La forma originaria di questo idioma non resistette a lungo alla pressione delle lingue limitrofe ed oggi la sua esistenza è seriamente minacciata dalla pressione concentrica esercitata su di esso dalle varie altre parlate. Questo lavoro  vuole essere una testimonianza e un recupero all’indagine scientifica di questa parlata. Nel dizionario sono raccolte ben circa cinquemila parole. Alla fine per dare una visione più concreta all’idioma è stata aggiunta un’appendice di testi dialettali e la congiunzione dei verbi. Nel testo sono presentati anche quattro disegni di scorci della piccola borgata di Valle fatte dall’ing. Riccardo Paliaga di Rovigno.


Pietro Coppo: Le “Tabvlae” (1524-1526)

di Lago Luciano - Rossit Claudio


Collana degli ATTI N. 7



L’opera risalente alla prima metà del secolo XVI, costituisce un vero e proprio saggio di atlante moderno, con carte relative a tutto il mondo o di interesse regionale, che si affiancano a quelle del medesimo Autore, annesse alla sua opera principale, il De toto orbe, databile al 1520. Il Coppo può essere definito uno dei precursori della moderna geografia e le sue opere vengono considerate, da parecchi illustri geografi, tra le più preziose che abbiano visto la luce nella prima metà del XVI secolo.


VI (1982-83) Panorama : Indici delle annate 1952-1982 / a cura di Antonio Miculian.

 

Documenti 6



 

Isola Nostra indici: 1965-1999 Vol IV

di Ferruccio Delise


Cataloghi di fonti per la storia dell’Istria e di Fiume



Il fiorire, subito dopo l’Esodo, di una ricchissima pubblicistica autogestita ed autofinanziata testimonia la grande volontà di riaggregazione delle singole comunità istriane, fiumane e dalmate sparpagliatesi ai quatto venti dopo la seconda guerra mondiale. Non ultima quella di isola d’Istria, che ha avuto ed ha tutt’oggi come punto di riferimento il periodico Isola Nostra, iniziato a Trieste nel 1965, voluto dall’isolano mons. Attilio Delise (1914-1992).
La ricchezza dei contributi, in particolare delle testimonianze storiche, che essi raccolgono, rappresenta un bene d’inestimabile valore. La compilazione degli indici diventa di fondamentale importanza al fine di avvicinare la rivista a tutti, in particolare agli studiosi di “cose istriane”.
Il volume è arricchito da una scelta di fotografie in bianco e nero eseguite nell’anno 1966 da Giovanni Russignan.


di Da sinistra: Giovanni Radossi, Carla Burri e Maria Velan.


Rovigno



Visita al CRS di Rovigno della Direttrice dell’Istituto di cultura Italiano a Belgrado, Carla Burri.

Histrica et Adriatica

di Margetić Lujo


Collana degli ATTI N. 6



Raccolta di saggi storico-giuridici e storici.

La parte storica riguardante l'Istria tratta alcune delle più difficili questioni relative all'Istria medievale. Le città istriane dei secoli VI e VII ed i loro rapporti con Bisanzio e gli Slavi rappresentano un tema che non si può separare della lotta che in quel periodo si svolgeva nei Balcani tra Bisanzio e la confederazione avaro-slava. L'autore tratta anche alcune difficili questioni storico-giuridiche tra le quali l'ampia analisi del diritto di prelazione e di retratto, e interpreta in maniera nuova alcuni problemi inerenti tutta l'area adriatica e la spedizione marittima del doge Pietro Orseolo.

Catalogo analitico della stampa periodica istriana (1871-1879) Vol III

di Carla Colli


Cataloghi di fonti per la storia dell’Istria e di Fiume



Il volume comprende il catalogo analitico dei periodici stampati in Istria tra il 1871 e il 1879, un arco temporale ristretto ed un numero limitato di giornali, tra i quali Il Pensiero, Neptun, L’Eco dell’Arena, Il maestro del popolo, L’Unione, Effemeride agraria dell’Istria, il Giornale della Società agraria istriana, La Sveglia, Il Risorgimento, Folium diocesanum e alcuni giornali in lingua tedesca.
Il volume segue i criteri di compilazione del primo volume della serie Fonti, che comprende la stampa periodica dal 1807 al 1870.


 

Rovigno



Visita al CRS dell'on. Nilde Jotti presidente della Camera dei Deputati del Parlamento Italiano.

Hrvoji-Kuciberg

di Mario Abram


 
Vodnik za spomenik in spominska obelezja NOB (in IT,SLO)

DESCRIPTIO HISTRIAE

di L. Lago - C. Rossit


Collana degli Atti del Centro di Ricerche Storiche N.° 5



Descritpio Histriae. La penisola istriana in alcuni momenti significativi della sua tradizione cartografica sino a tutto il secolo XVIII. Nonostante tanti antichi documenti, sia corografici che cartografici, relativi alla penisola istriana, siano stati assai per tempo messi a disposizione degli studiosi, e nonostante la letteratura sull'argomento abbia portato a riconoscere in essi una tradizione regionale sufficientemente ricca di interessanti motivi, si deve purtroppo ancora lamentare la mancanza di un'indagine organica delle loro linee evolutive, che consenta di individuare, con abbondanza di elementi, il progresso delle opinioni e delle conoscenze geografiche dei loro Autori, che ne indaghi e coordini insomma i succesivi miglioramenti e perfezionamenti. II presente saggio vuole portare un nuovo contributo all'argomento, avviando per ora un'organica raccolta dei materiali che si possono ricavare dalla lettura dei documenti cartografici, materiali che costituiscono uno dei passaggi obbligati per la conoscenza orientata della realtà territoriale. Vengono quindi presentate riunite tutte insieme le riproduzioni delle carte più importanti che riguardano questo organismo regionale, nell'arco di tempo che parte dal tardo Medioevo e si arresta al tramonto del secolo XVIII, cioè prima dell'avvento della cartografia geodetica. Per porne meglio in rilievo il progresso, dopo la presentazione di una serie di documenti di interesse generale, si sono individuati, nel limite del possibile, per meglio fissare i momenti dello "status" delle conoscenze, i singoli filoni produttivi, seguendo, all'interno di essi, il criterio cronologico. Così, per citare un solo esempio, tra le prime immagini presentate figurano i ben noti documenti di Pietro Coppo e quelli del grande cartografo Giacomo Gastaldi, con le loro molteplici derivazioni. L'alto numero delle carte geografiche esistenti ha imposto la necessità di una scelta, si è data, ovviamente, la precedenza ai prodotti più significativi nello sviluppo della cartografia, a quelli di eccezionale rarità, a quelli manoscritti o, ancora, a quelli non facilmente accessibili. Anche così risultano presi in considerazione ben 126 documenti, dei quali 66 mai prima valorizzati nell'ambito della storia della cartografia istriana e 33, addirittura, inediti. Spiccano su tutti i tanti disegni manoscritti rinvenuti nell'A. Stato di Venezia, a cominciare da quelli relativi all'intera regione, senza data, ma assai vicini ai documenti del Coppo Tavv. XXXIV Tra quelli a stampa: I'Istria, che porta il nome del Valeggio e che esce tra i documenti del Gherro nel Museo Civico "Correr" di Venezia contenute nell'Atlante molto raro del de Jode e le numerose edizioni da Atlanti secenteschi e settecenteschi. Per quanto riguarda il testo che accompagna la raccolta, questo no affatto offrire un'illustrazione minuziosa di tutte le carte riprodotte meno, esporre una storia completa dei progressi della cartografia. L'esame del loro contenuto si è dovuto limitare alle cose essenziali tanto di fornire, per ciascuna carta, tutte le notizie necessarie a prodotti cartografici veramente originali, dalle riproduzioni, più o meno corrette o modificate. Un posto a parte occupano gli elenchi dei toponimi, che accompagnano produzioni delle carte, cui si aggiunge, alla fine del volume, tutta raccolta in un indice ordinato alfabeticamente. Non è certo necessario precisare che gli Autori non pensano affatto aver redatto un'opera completa, poiché è impossibile ridurre in poco spazio produzione che, invece, risulta vastissima. Occorre aggiungere, a proposito, che non è stato possibile reperire talune carte, pur di importanza, e che talune altre saranno, certamente, sfuggite. Si confi via che dal lavoro compiuto possa emergere una visione sufficientemente chiara della difficile strada percorsa per approfondire la conoscenze della penisola istriana, con l'auspicio che ulteriori indagini, possano, colmare inevitabili lacune e manchevolezze di questo primo saggio. Il volume rappresenta un'opera fondamentale per la conoscenza della realtà territoriale dell'Istria in quanto vi sono raccolte organicamente le carte più importanti) che riguardano questa entità regionale, nell' arco di tempo che parse dal tardo medioevo e si arresta al tramonto del secolo XVIII, cioè prima dell'avvento della cartografia geodetica.

Elio Apih, Catalogo analitico della stampa periodica istriana (1807-1870) Vol I

di Elio Apih


Cataloghi di fonti per la storia dell’Istria e di Fiume



Questo catalogo comprende la stampa periodica istriana dal 1807, anno in cui vede la luce il primo giornale stampato nella regione, ed il 1870, che vede un altro momento importante della storia di questo giornalismo, cioè la nascita del primo foglio in lingua croata, il Naša Sloga.
L’opera segue il criterio della catalogazione analitica e del regesto, e costituisce non soltanto una valida fonte per la ricerca storica, ma è anche un testo di informazione storica.
La ricerca sui giornali è stata condotta nelle biblioteche di Capodistria, Fiume, Pola, Trieste, Venezia, Vienna e Zagabria. Tra i giornali catalogati da segnalare i numeri dell’assai raro Foglio periodico istriano e della nota Istria di Pietro Kandler.
Ogni giornale è accompagnato da una scheda di presentazione, appoggiata alla bibliografia rinvenuta, con le informazioni essenziali sulla loro storia, sul loro profilo ideologico, sui loro interessi e orientamenti. Segue il regesto, ordinato cronologicamente, di tutti gli articoli, corrispondenze e scritti vari.


Crvena zvijezda na kapi nam sja

di GIURICIN Luciano-SCOTTI Giacomo


 
 

V (1979) La Voce del Popolo e i giornali minori.

 

Documenti 5



Introduzione di Luciano Giuricin

Catastico generale dei boschi della provincia dell’Istria (1775-1776)

di MOROSINI, V


Collana degli ATTI N. 4



Rovigno-Trieste, 1980
Edizioni Lint Trieste
Volume di 474 pagine con alcune illustrazioni b/n
Nel “Catastico” sono evidenziati tutti i boschi dell’Istria Veneta catasticati nel 1775-776 da Vincenzo Morosini IV, Patron all’Arsenal e Deputato ai boschi, tranne ovviamente quello di Montona che sottostava direttamente all’Arsenale  di Venezia, ovvero al Consiglio dei Dieci.
Il “Catastico” del Morosini assieme alla Terminazione sui boschi del 16 dicembre 1777, anch’essa pubblicata integralmente in versione bilingue (it. E cr.) nel volume, rappresenta l’unico esempio di amministrazione statale che abbia dimostrato di preoccuparsi per lo sfruttamento razionale dei boschi e per la loro coltura.


di Da sinistra: Pasquale Desimone, Luciano Rossit, Mario Marrosu (Commissario del Governo FVG), Giovanni Radossi, Anton Orbanić, Luciano Giuricin, Mario Bonita.


Rovigno



Cerimonia d'inaugurazione della nuova sede del CRS.

 

Rovigno



Il coro della SAC “M. Garbin” della CI di Rovigno alla cerimonia di apertura della nuova sede del CRS e della presentazione del volume VIII degli Atti.

di Al centro Vesna Girardi Jurkić, alla sinistra Giovanni Radossi.


Pola



Convegno degli storici, organizzato dalla Società Storica Istriana. (Hotel Brioni).

Memorie per la storia della liburnica città di Fiume

di Giovanni Kobler


Collana degli ATTI N. 3



È la prima storia di Fiume, ancora utile per chi voglia considerare la prospettiva tutta municipalista, quella del Kobler, del suo passato. Ricche di informazioni, dotate di un solido supporto di fonti e da una chiara esposizione, le Memorie sono appunto gli elementi per storicizzare la vicenda di una città che, similmente a Trieste o Ancona e Livorno, divenne rapidamente un emporio marittimo. Il Kobler si era posto il compito di dare un passato al luogo che amava, di mettere in relazione i secoli trascorsi di un borgo marittimo di marginale importanza con il presente di una moderna città, industrializzata e soprattutto cosmopolita.


Sprehod shozi čas

di Sprehod shozi čas Piranski Dukali 5


Rovinj-Rovigno



Sprehod shozi čas Piranski Dukali 5 (in IT,SLO)

di Da sinistra: Marino Budicin, Daniela Milotti e Antonio Miculian.


Rovigno



La prima equipe di ricercatori in pianta stabile presso il CRS di Rovigno.

Vocabolario Dignanese – Italiano

di Giovanni Andrea dalla Zonca (a cura di Miho Debeljuh. Presentazione di Pavao Tekavčić)


Collana degli Atti – N. 2



scarica il libro in formato pdf

Il Vocabolario dignanese-italiana volume pubblicato nel 1978, secondo numero della Collana degli Atti, edito dal Centro di Ricerche Storiche di Rovigno, con l’Unione Italiana di Fiume e l’Università Popolare di Trieste. Il volume è suddiviso come segue: presentazione di Pavao Tekavčić, introduzione di Miho Debeljuh, vocabolario dignanese-italiano – manoscritto di Giovanni Andrea dalla Zonca che costituisce l’ossatura portante del volume, supplemento al vocabolario dignanese-italiano di Miho Debeljuh, appendice: note biografiche dei testimoni dignanesi viventi che hanno collaborato alla stesura del Supplemento e racconti, poesie, proverbi in “bumbaro”, esempi di Giuseppe Moscheni. 


Storia documentata di Rovigno

di Bernardo Benussi


COLLANA DEGLI ATTI – N. 1



Trieste, 1977
Tipografia: Grafiche Erredicì di Padova
Volume unico di 380 pagine
Seconda edizione del volume edito a Trieste nel 1888 in occasione dell’apertura a Rovigno dell’Ospizio marino “Arciduchessa Maria Theresia”.
L’opera è, in effetti, la prima (e fino ad oggi l’unica) sintesi di storia rovignese. La sua seconda parte (quella introduttiva è dedicata ai cenni generali su Rovigno, al suo “Clima” ed all”Agricoltura e animalia” rovignesi), quella più importante, tratta della “Storia politica” di Rovigno”  dalla protostoria  agli inizi del secolo XIX, con particolare riguardo alla storia del periodo veneziano. Questa seconda parte termina con alcune pagine di “Appunti” che interessano il periodo dal 1813 fino all’epoca dell’autore.
Bernardo Benussi per la stesura di questa sua opera attinse moltissimo ai fondi, registri e libri dell’archivio comunale (specialmente di quelli di epoca veneta) che in quegli anni si trovava ancora in situ a Rovigno (successivamente è andato perduto il fondo di epoca veneta).
La terza parte del volume è riservata alla “Storia ecclesiastica”; nella quarta sono riportati in trascrizione  alcune tabelle statistiche, testi di iscrizioni romane rinvenute nel Rovignese e documenti vari (sempre in trascrizione) tra i quali pure l’elenco dei “Podestà Veneti di Rovigno” e la lista delle “Famiglie di Rovigno col loro capostipiti”.
Questa seconda ristampa presenta pure un saggio introduttivo di Giulio Cervani  dal titolo “Bernardo Benussi nel quadro della storiografia liberal-nazionale italiana in Istria alla fine dell’Ottocento”.


IV (1977) La XV Assemblea e la I Conferenza dell'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume, Pola, 13 maggio 1977; Capodistria, 17 giugno 1977

 

Documenti 4



 

Prim. Dr. Martin Horvat

di Prim. Dr. Martin Horvat


Rovinj-Rovigno



Prim. Dr. Martin Horvat

di A destra, Slobodan Nešović.


Rovigno



Presentazione del volume “Dr. Martin Horvat”. (Hotel Park)

Moj Život

di Andrea Benussi


 
Moj Život (1976)

Parlano i protagonisti

di Martini Lucifero


Monografie V (1976)



Raccolta di testimonianze con lo scopo di rievocare gli avvenimenti della Lotta popolare di liberazione a Fiume fino al 1943. Viene posta un’attenzione particolare alla presentazione delle vicende dei protagonisti di questi fatti e della loro lotta ideale e rivoluzionaria. Include le testimonianze di oltre trenta combattenti.


di Da sinistra: Michele Devescovi, Giovanni Radossi, Giulio Cervani, Arduino Agnelli.


Rovigno



Presentazione Atti VI.

di Da sinistra: Luciano Giuricin e Bruno Flego.


Rovigno



Presentazione del volume “Rossa una stella”, Monografie IV, di Luciano Giuricin e Giacomo Scotti.

di Al centro Ottavio Paoletich e Arialdo Demartini.


Rovigno



Presentazione del volume “Rossa una stella”, Monografie IV.

Rossa una stella. Storia del battaglione italiano “Pino Budicin” e degli Italiani dellʼIstria e di Fiume nellʼEsercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia

di Giacomo Scotti – Luciano Giuricin


Monografie IV (1975)



Il volume è dedicato al battaglione “Pino Budicin”, simbolo degli Italiani dell'Istria e di Fiume che militarono nelle formazioni armate dell'Esercito popolare di liberazione della Jugoslavia, ma anche alle altre formazioni italiane che ruotarono intorno allo stesso e che erano destinate ad ingrossarlo fino a trasformarlo in brigata. Il testo è diviso in tre parti: nella prima si ricostruisce la storia del glorioso battaglione, nella seconda vengono proposti numerosi documenti di lotta e nella terza si parla della Brigata Italiana che avrebbe dovuto essere costituita ma che esistette solo idealmente.


Nijema prozivka

di Arialdo DEMARTINI


 
 

di A sinistra Fiorentino Facchin segretario amministrativo dell’Università popolare di Trieste, Bruno Maier presidente, M. Fraulini collaboratore.


Umago



Presentazione del volume Atti V.

III (1974) La nostra lotta : marzo 1944 - maggio 1945.

 

Documenti 3



Introduzione di Giovanni Radossi

II (1973) Il Nostro giornale : dicembre 1943 - maggio 1945.

 

Documenti 2



Introduzione di Eros Sequi

La mia vita per un’idea - memorie raccolte da Alessandro Damiani

di BENUSSI. A


Monografie Vol. III (1973)



Volume della collana del CRS “Monografie” dedicato alle memorie di Andrea Benussi. I ricordi del “compagno” Benussi, figura di primo piano nel movimento operaio e comunista istriano, abbracciano un arco storico che va dagli albori delle lotte politiche e sindacali tra il proletariato polese fino ai temi dell’edificazione del socialismo in Jugoslavia, con vaste aperture sugli avvenimenti internazionali, nel cui contesto s’inseriscono sia le vicende sociali che le personali vicissitudini di un rivoluzionario della “vecchia guardia”.


I (1972) Documenti I La XIV Assemblea ordinaria dell'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume

 

Documenti 1



La XIV Assemblea ordinaria dell'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume svoltasi a Parenzo il 23 maggio 1971.


Quelli della montagna (Storia del Battaglione Triestino d’Assalto)

di GIACUZZO, R. - SCOTTI, G


Monografie Vol. II (1972)



Storia e cronaca del Battaglione Triestino d’Assalto del Carso, attraverso i ricordi di un comandante partigiano dall’8 settembre 1943 al 15 aprile 1944 sul Carso, nella Valle del Vipacco e sulla Bainsizza. Il Battaglione Triestino rimane nella storia come quell’unità partigiana italiana che agli estremi confini d’Italia servì da elemento catalizzatore delle più svariate componenti politiche della Resistenza italiana nel territorio giuliano.


di Al centro Paolo Sema senatore.


Isola



Presentazione del volume“Quelli della montagna – Storia del Battaglione Triestino d’Assalto”, Monografie II, di Riccardo Giacuzzo e Giacomo Scotti.

di Da sinistra: Riccardo Giacuzzo e Mario Abram.


Isola



Presentazione del volume “Quelli della montagna – Storia del Battaglione Triestino d’Assalto”, Monografie II, di Riccardo Giacuzzo e Giacomo Scotti.

Mancano all’appello

di Demartini A.


Monografie Vol. I (1971)



Arialdo Demartini, uno dei comandanti del battaglione italiano “Pino Budicin”, ripercorre gli episodi del Battaglione a partire dalle prime operazioni in Istria per poi trasferirsi con il racconto nelle montagne del Gorski Kotar.
Un libro denso di umanità, con pagine finali toccanti: allorché Demartini non è felice della nomina a comandante di presidio nella sua Rovigno, ma vorrebbe essere lontano per non dovere continuamente rispondere ai parenti dei compagni mancanti all’appello.


di Da sinistra: Anita Forlani, Giovanni Radossi, Luciano Giuricin, Giulio Cervani, Iginio Moncalvo, Antonio Pauletich


Dignano



Presentazione Atti I.

di Da sinistra: Giuseppe Rossi Sabatini, Nella Cefalo, Iginio Moncalvo, Antonio Borme, Onofrio Gennaro Messina, Luciano Rossit, Giovanni Radossi.


Barbana



Scoprimento della lapide commemorativa del canonico Pietro Stancovich.

di Da sinistra: Andrea Benussi, Milan Smoljan, Romano Barbančić e Antonio Pellizzer.


Barbana



Scoprimento della lapide a ricordo del canonico Pietro Stancovich.

di Comunità degli Italiani Dignano; in prima fila: M. Debeljuh, A. Borme, L. Rossit, G. Rossi Sabatini, J. Lazarić, P. Pirker, O. G. Messina, N. Cefalo, A. Benussi.


Dignano



Autorità e pubblico nella sede della CI di Dignano per la presentazione del I volume degli Atti.

di Il Prof. Giovanni Radossi nell'atto di scoprire le due targhe.


Barbana



Scoprimento della lapide bilingue a ricordo del canonico Pietro Stancovich durante la manifestazione di presentazione del volume I degli Atti.

Quaderni Vol I-X

di AA.VV


Quaderni Vol I-X



VOLUME I. (1971)

A. BORME. Presentazione del primo volume dei QUADERNI Pag. 7

Ricerche e documenti

G. SCOTTI - L. GIURICIN. La Repubblica di Albona e il movimento dell'occupazione delle fabbriche in Italia » 19

D. CERNECCA Giuseppina Martinuzzi: Educatrice, rivoluzionaria, poetessa » 181

G. SCOTTI. Gennaio 1920: Lo sciopero di Pola e la «Battaglia di Dignano» » 191

Il Partito Comunista di Fiume, Sezione dell'Internazionale comunista (1921-1924) » 225

G. ARRIGONI. Breve cronistoria del movimentorivoluzionario di Fiume dal 1918 al 1940 » 229

L. GIURICIN. Documenti sul PC di Fiume » 243

Memorie e testimonianze

T. QUARANTOTTO. La nascita del PCI a Rovigno (Dalle «Memorie politiche di un comunista rovignese») » 281

G. PRIVILEGGIO. La lotta dei giovani comunisti a Rovigno tra le due guerre » 299

G. RAKI]. Alcuni ricordi della lotta antifascista a Pola nelle file del Partito Cornunista Italiano » 313

Recensioni e cronache

L. GIURICIN. L'assassinio di Francesco Papo (Buie, 30 marzo 1921), cronaca » 319

D. SCHER. La rivolta di Maresego (cronaca) » 322

A. PAULETICH. Jadranski zbornik nro. VII recensione » 328

A. PAULETICH. Vinko Antic: «La situazione di Fiume dalla capitolazione dell'Italia,

fino alla seconda sessione dell'AVNOJ », recensione » 331

G. SCOTTI. Giuseppina Martinuzzi, scrittrice comunista, recensione » 337

G. RADOSSI. Ernest Radetic: «Istarski zapisi», recensione » 342

 

VOLUME II. (1972)

Ricerche e documenti

A. PAULETICH. La guerra dei volantini 1941-1945 : Appelli del movimento

popolare di liberazione agli italiani della Venezia Giulia Pag. 7

G. RADOSSI. L'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume : Documenti luglio 1944 - 1 maggio 1945 » 225

L.GIURICIN. Biografie di cinque eroi » 333

Pino Budicin (memorie) » 337

L'amico e compagno Pino (testimonianze di Giorgio Privileggio) » 347

Augusto Ferri » 353 | Vincenzo Gigante-Ugo » 359 | Aldo Negri (memorie) » 371 | Vlabimir Svalba - Vid » 377

M. KACIN-WOHINZ. Appunti sul movimento antifascista sloveno della Venezia Giulia » 383 | Documenti » 411

G. SCOTTI. Combattenti d'oltremare (Contributo per una storia degli italiani della Venezia Giulia nella L.P.L.) » 449

Memorie e testimonianze

T. QUARANTOTTO. Cenni storici sul Movimento Operaio Socialista a Rovigno (1898-1929)(Dalle «Memorie politiche di un comunista rovignese») » 491

C. RADIN. Prime vittime del fascismo in Istria » 517

Luigi Scalier » 519

Documenti (a cura di G.Radossi) » 523

C. RADIN. La famiglia Millin in Fasana d'Istria » 535

Recensioni

G. SCOTTI. 1919-1941 nei ricordi dei rivoluzionari veterani » 543

G. SCOTTI. Avvenne nel 1941 » 556

G. SCOTTI. Pola rivoluzionaria («Borbena Pula» di Tone Crnobori) » 561

 

VOLUME III. (1973)

Ricerche e documenti

G.RADOSSI. Documenti dell'Unione degli italiani dell'Istria e di Fiume - maggio 1945 - gennaio 1947 Pag. 9

Documenti » 87

APPENDICE 1: Bibliografia essenziale delle pubblicazioni in lingua italiana uscite in Jugoslavia dal maggio 1945 al dicembre 1946 » 206

APPENDICE 2: Indice degli articoli del mensile «30 Giorni» per le annate 1945-46 » 210

APPENDICE 3: Aggiunta ai documenti dell'UIIF luglio 1944 - 1 maggio 1945 » 217

G.SCOTTI. Il PCC a Fiume sulle radici del PCI (dal primo attivo politico alla prima Compagnia partigiana; settembre 1941- settembre 1942) » 225

G. SCOTTI. Garibaldi in Macedonia » 273

L.GIURICIN - A.GIURICIN. Aldo Rismondo fondatore dell'Unione degli Italiani » 305

G.SCOTTI. Giovanni Duiz-John » 333

R. GIACUZZO - P.SEMA. Lorenzo Vidali e la lotta della classe operaia a Pirano » 341

G. SCOTTI. Matteo Bernobich, eroe di Parenzo » 357

Memorie e testimonianze

G.PRIVILEGGIO. Memorie dell'Antifascismo e della resistenza » 371

T. QUARANTOTTO. Memorie politiche (III) » 397

A. e A. SUSICH. La prima donna coi capelli corti » 419

G. REBEZ. Votazioni quasi segrete nell'officina meccanica » 422

P. BORTOLOT. Fiamme e pugnali contro di noi » 424

 

VOLUME IV. (1974-77)

G. SCOTTI. Pola millenovecentoventi Pag. 7

M. KACIN-WOHINZ. Il Movimento Nazionale Sloveno-Croato durante l'opposizione dell'Aventino (1924-1925) » 75

S. NESOVIC. Gli alleati, l'Istria e la LPL nel 1944-1945 » 113

G. SCOTTI. La stampa partigiana dell'Istria in lingua italiana » 157

Scritti su Giuseppina Martinuzzi

A. DAMIANI. Giuseppina Martinuzzi e la questione nazionale in Istria » 221

B. FLEGO. Giuseppina Martinuzzi: Impostazione storica e particolartità concrete della questione nazionale in Istria negli anni 1899-1911 » 235

T. CRNOBORI. La donna nel movimento operaio in due discorsi di Giuseppina Martinuzzi a Pola nel 1898 e nel 1900

B. PRIBIC. Il contributo di Giuseppina Martinuzzi al principale organo della socialdemocrazia della Croazia e della Slovenia » 263

M. MIKOLIC. Giuseppina Martinuzzi: Vita e opere 1919-1925 » 267

Memorie, testimonianze, biografie

L. GIURICIN. L'eroe popolare Matteo Benussi-Cio » 287

G. SCOTTI. Riccardo Rohregger di Pola comandante in Spagna » 313

L. MEKOVIC - B. FLEGO. Rico, mio amico (nuova testimonianza) » 321

G. SCOTTI. Alessandro Mamich-Ugo » 325

G. SCOTTI. Undici mesi nella brigata che salvo Tito » 331

 

VOLUME V.

Ricerche e documenti

M. BUDICIN. Contributo alla conoscenza degli inizi del Movimento Socialista nelle borgate istriane Pag. 7

N. SISTOI PAOLI. Un'educatrice d'eccezione: Gemma Harasim » 77

A. MICULIAN. Appunti sul Movimento Socialista e la biblioteca illegale del PCI a Rovigno » 117

A. JANEZIC. Note sull'emancipazione femminile e il movimento operaio nella Trieste austroungarica della fine '800.

O. PAOLETTICH. La figura e l'opera di Alfredo Stiglich rivoluzionario polese » 159

D. MILOTTI. «La nuova gioventù» foglio partigiano di Pola » 201

Scritti su Giuseppina Martinuzzi (parte seconda)

G. SCOTTI. La poesia militante di Giuseppina Martinuzzi » 213

M. CETINA. La biblioteca di Giuseppina Martinuzzi » 305

D. CERNECCA. Giuseppina Martinuzzi - educatrice, rivoluzionaria poetessa, note sulla lingua » 325

T. VORANO. Il lavoro pedagogico di Giuseppina Martinuzzi » 339

Memorie, testimonianze, biografie

L. GIURICIN. Il maestro Biondi » 357

M. SOBOLEVSKI. Vladimir Copic nel movimento rivoluzionario operaio del litorale croato » 363

G. PRIVILEGGIO. Appunti di un carcerato antifascista istriano » 375

 

VOLUME VI. (1981-82)

Ricerche e documenti

M. BUDICIN. I primi convegni socialisti istriani (1902-1907) Pag. 7

R. DALAPIETRA. Le minoranze etniche e linguistiche nel parlamento italiano dallo statuto Albertino alla caduta del fascismo » 45

L. LUBIANA. La vita politica istriana nel primo dopoguerra (1918-1923) » 103

L. GIURICIN. Il movimento operaio albonese dalle pagine de «Il lavoratore» nel periodo 1921-1925 » 175

S. NESOVIC. Contributo all'analisi della questione delle rivendicazioni territoriali nei confronti dell'Italia durante la seconda guerra mondiale » 201

A. MICULIAN. Il contributo dell'organizzazione giovanile e dello SKOJ di Rovigno nell'organizzare la liberazione della città » 243

D. MILOTTI. L'economia del Comune di Rovigno da maggio a dicembre del 1945 » 259

Scritti sull'Istria tra le due guerre (parte prima)

E. APIH. Per un'analisi del trattato di Rapallo » 273

M. KACIN-WOHINZ. L'orientamento dei partiti politici degli sloveni e dei croati della Venezia Giulia dopo l'annessione della Regione all'Italia » 295

G. NEGRELLI. I rapporti tra italiani e sloveni ad una svolta: Trieste, 13 luglio 1920 » 311

P. STRCIC. Fiume dal 1918 al 1924 » 325

G. VALDEVIT. La crisi della chiesa triestina nel passaggio dall'Austria-Ungheria all'Italia » 347

Memorie, testimonianze, biografie

L. GIURICIN. Giordano Paliaga, Beniamino del «Budicin» » 361

M. SOBODEVSKI. L'eroe Bo`o Vidas-Vuk, vittima della dittatura Monarco-Fascista » 369

 

VOLUME VII. (1983-84)

Ricerche e documenti

E. MILLER - G. SOMMI-PANOFSKY. L'organizzazione sindacale radicale italiana negli Stati Uniti: Il contributo di Giovanni Pippan, 1924-1933 Pag. 9

Lj. KARPOWICZ. Biografia politica di un autonomista: Ruggero Gotthardi » 39

L. GIURICIN. Il movimento operaio e comunista a Fiume: 1924-1941 » 65

D. MILOTTI. Contributo per un profilo della storia dell'agricoltura istriana tra il 1918 e il 1939 » 135

L. LUBIANA. La gioventù italiana antifascista a Pirano, Isola e Capodistria (1941-1945) » 149

Scritti sull'Istria tra le due guerre (parte seconda)

S. BON-GHERARDI. Dopoguerra e fascismo in Istria negli anni venti » 171

B. GOMBAC. Il Movimento Operaio a Trieste, 1920-1921 » 185

H. HAAS. Trieste a Austria alla conferenza di pace a Parigi » 197

Memorie, testimonianze, biografie

A. MICULIAN. Agostino Ritossa (15 gennaio 1869 - 25 novembre 1933) » 207

M. BUDICIN. Giuseppe Tuntar » 223

P. STRCIC. Lelio Zustovich e il movimento rivoluzionario dell'Istria tra le due guerre mondiali » 245

B. FLEGO. Ulderico Mardegani-Carlo » 259

 

VOLUME VIII. (1984-85)

Ricerche e documenti

E. APIH. La questione sociale nella stampa italian in Istria (1850-1894) Pag. 11

Lj. KARPOWICZ. La «Stato di Fiume» nel periodico del liberalismo » 17

B. FLEGO - O. PAOLETIC. Il Movimento Operaio a Pola nel 1907 » 31

B. FLEGO - O. PAOLETIC. Il «Biennio rosso» a Pola e nel circondario: Gli avvenimenti nel 1920-1921 » 41

L. GIURICIN. Il montonese insorge contro la guerra di Spagna » 69

M. KACIN-WOHINZ. La minoranza sloveno-croata sotto l'Italia fascista » 89

M. BUDICIN. Gli istriani, capodistriani e fiumani nelle carceri, campi di concentramento e resistenza italiana 1941-1945: appunti e considerazioni per l'impostazione della ricerca » 145

M. SOBOLEVSKI. La costituzione e l'attività del partito operaio indipendente della Jugoslavia nel Gorski Kotar e nel Litorale croato » 157

B. FLEGO. La revisione della politica nazionale del PCI. nella Venezia Giulia negli anni 1929-1934 » 181

A. ANDRI. Scuola e «iffusione della cultura nazionale» nella Venezia Giulia durante il fascismo (1926-1942) » 195

L. GIURICIN. La missione Jugoslava di Rigoletto Martini » 205

A. MICULIAN. Bibliografia degli scritti a stampa di Luciano Giuricin » 235

Scritti sull'Istria tra le due guerre (parte terza)

A. MILLO - A.M. VINCI. Ipotesi di lavoro sull'industria mineraria in Istria:

La Società anonima carbonifera Arsa dalle origini al 1929 » 259

A. MITROVIC. Le direttrici della politica del Regno dei SCS verso l'Italia dal 1920 al 1929 » 273

D. NECAK - A. VOVKO. L'attività degli sloveni e dei croati della Venezia Giulia nell'emigrazione in Jugoslavia » 289

Memorie, testimonianze, biografie

L. GIURICIN. Vincenzo Gigante-Ugo eroe della resistenza italiana e Jugoslava: nuovi contributi » 311

C. RADIN. Profilo di un Comunista polese: Riccardo Rohregger-Richard «El longo» Un leggendario del Movimento Operaio (nuovi contributi) » 329

E. MILLER. Omaggioa Egidio Clemente 1899-1984 » 345

C. RADIN. Il dott. Angelo Coatto: Un eroe da valutare - nel 40º della sua tragica fine » 351

L. GIURICIN. Giuseppe Carrabino, commissario della I Compagnia fiumana » 357

 

VOLUME IX. (1988-89)

Ricerche e documenti

M. BUDICIN. Considerazioni critico-scientifiche sui risultati della ricerca sul Movimento Operaio e Socialista dell'Istria fino al 1914 svolta da studiosi ed enti del gruppo nazionale italiano in Jugoslavia Pag. 9

Lj. KARPOWICZ. La concezione della nazione e dello Stato nell'interpretazione degli autonomisti fiumani (Contributo allo studio del movimento autonomista di Fiume nel 1899-1918) » 19

J. PIRJEVEC. Basovizza 1930 » 35

L. GIURICIN. L'azione della gioventù comunista e antifascista a Fiume dal 1941 al 1945 » 49

E. MILAK. L'instaurazione delle relazioni commerciali tra Italia e Jugoslavia negli anni 1945-1947 » 67

B. FLEGO. Il ruolo del polese dott. Mirko Vratovi} nel rivoluzionario 1918 e nel prebelico 1940 » 81

Ricerche sociali

A. BORME. Riflessioni sull'identità nazionale e sulla scuola del gruppo etnico italiano » 89

N. MILANI-KRULJAC - S. ORBANIC. Lingua interferita e comunicazione disturbata » 107

F. JURI. L'etnia italiana di Capodistria: su alcuni perché dell'assimilazione » 137

L. BOGLJUN-DEBELJUH. L'Istria plurietnica e plurilingue (Riflessioni sull'integrazione culturale) » 147

G. FILIPI. Situazione linguistica Istro-Quarnerina » 153

Memorie, testimonianze, biografie

I. CHERIN. Maestra nelle scuole per allogeni in Istria durante il periodo fascista » 167

A. MICULIAN. Il rovignese Domenico Buratto fondatore e protagonista del PCI in Istria » 199

A. DAMIANI. Attualità di Angelo Vivante » 209

O. PAOLETTICH. Il polese Anton Smokvic - Antonio mocchi tenente del SIM italiano nel movimento popolare di liberazione (1941-1944) » 211

 

VOLUME X. (1990-91)

Memorie

I. CHERIN. Il teatro «Antonio Gandusio» centro di vita sociale Pag. 9

L. GIURICIN. Fiume 1941-1942: La guerra in Italia » 35

G. SCOTTI. Sette mesi sul Carso: Il dramma del battaglione «Giovanni Zol» » 67

S. DEVETAK. Problemi di collegamento con gli sloveni d'oltre confine e la popolazione delle nazionalità dal punto di vista del fattore nazionale e di quello di classe » 91

A. MICULIAN. Storiografia e pubblicistica sull'esodo: Considerazioni critiche » 103

Ricerche sociali

N. MUSIZZA ORBANIC. Bilinguismo nelle classi inferiori della scuola elementare » 113

S. ORBANIC. La competenza bilingue autonoma tra la logica delle teorie e la logica dei fatti » 125

L. MONICA. Con chi e quando parlo italiano? Rispondono gli alunni delle scuole elementari dell'Istria e di Fiume

N. MILANI-KRULJAC. Acquisto del linguaggio e lo sviluppo della competenza comunicativa nei bambini degli asili di lingua italiana: metasistema e interlinguismo » 143

A. BORME. Bilinguismo e biculturalismo integrali: Meta rggiungibile o chimera da vagheggiare? (Leggittimità e fattibilità di un progetto sociolinguistico per l'area Istro-Quarnerina) » 155


Atti Vol. I-XXVIII (1970-1998)

di AA.VV.


Atti Vol. I-XXVIII (1970-1998)



VOLUME I (1970)

BORME, A. - Presentazione del Centro di ricerche storiche

CERVANI, G. - Presentazione del primo volume degli «Atti»

RADOSSI, G. - Introduzione allo Statuto di Dignano - Una lettera di Niccolò Tommaseo del 1874

CERNECCA, D. - Pietro Stancovich (studio)

STANCOVICH, P. - Biografia degli uomini distinti dell'Istria

MILINOVICH, E. - I nostri nonni in maschera - Estratto dallo Statuto del Centro di Ricerche storiche

 

VOLUME II (1971)

JELINCIC, J. - Aggiunte e modifiche allo Statuto di Dignano

PAULETICH, A. - Il «Libro catastico di Rovigno» del 1637     

MONCALVO, I. - La consegna del monumento di Tartini al Municipio di Pirano

RADOSSI, G. - «La Concordia» - Almanacco istriano per l'anno 1884

STANCOVICH, P. - Biografia degli uomini distinti dell'Istria

CHERIN, I. - Testimonianze di Rovignesi sfollati a Wagna (1915-1918)

 

VOLUME III (1972)

AGNELLI, A. - Mazzini e le giovani Nazioni

CERVANI, G. - Undici lettere del conservatore imperiale Pietro Kandler alla municipalità di Rovigno (1868-1869)

BERTOSA, M. - Valle d'Istria durante la dominazione veneziana

RADOSSI, G. - Gli Albertini di Parenzo

STANCOVICH, P. - Biografia degli uomini distinti dell'Istria

 

VOLUME IV(1973

CERVANI, G. ; DE FRANCESCHI, E. - Fattori di spopolamento nell’Istria veneta dei secoli XVI e XVII                   

APIH, E. - Contributo alla storia dell'agricoltura istriana.

RADOSSI, G. - Presentazione del lavoro di Francesco Tomasi, contributo alla storialinguistica di Montona

BERTOSA, M. - Due progetti veneti per  sistemare i porti di Parenzo e di Rovigno ­nella seconda metà del XVII secolo.

FORLANI, A. - Consuetudini dignanesi - Il contratto di matrimonio

STANCOVICH, P. - Biografia degli uomini distinti dell'Istria

FORLANI,  A. - Acconciatura caratteristica della donna dignanese

 

VOLUME V (1974)

JURKIC-GIRARDI, V. - Arte plastica del culto come determinante l'esistenza dei culti romani e sincretici nella regione istriana

BERTOSA, M. - La guerra degli Uscocchi e la rovina dell'economia istriana

APIH, E. - Sui rapporti tra Istria e Friuli nell'età moderna

PIERAZZI, G. - Un'opera poco nota di Nicolò Tommaseo: «Gli scritti di un vecchio calogero»

BERTOSA, M. - Ivan Kukuljevic Sakcinski e l'Istria

STANCOVICH, P. - Biografia degli uomini distinti dell'Istria

BUDICIN, E. - I camini di Rovigno 

                                                                       

VOLUME VI (1975-76)

MARUSIC, M. - Il complesso della basilica di Santa Sofia a Due Castelli  

BERTOSA, M. - Alcuni dati sulla costruzione della fortezza di Zaule ........ 

CERVANI, G. - A proposito dello scritto «Trieste e Ragusi» di Pietro Kandler . 

RADOSSI, G. - Sette lettere di Antonio Ive a Guseppe Pitrè

AGNELLI, A. - Recenti studi sulla visita inIstria di Agostino Valier ............ 

BERTOSA, M. -  Sommario della storiografia istriana dal  1965 al 1975 in Jugoslavia.

APIH, F. - Qualche notizia sull’attività di rimboschimento in Istria avanti la prima guerra mondiale. 

RADOSSI, G. ; PAULETICH, A. - Compendio di alcune  Cronache di Rovigno di Antonio Angelini. 

MATEICIC, I. - Gruppo scultoreo a Pola

BUDICIN, E. - I ferri battuti di Rovigno

 

VOLUME VII (1976-77)

 

MUCIACCIA, G. - Gli statuti di Valle d'Istria.

BANDELLI, G. - La questione dei castellieri. 

BERTOSA, M. - L'Istria veneta nel Cinquecento e nel Seicento 

ROSSI SABATINI, G. - Rassegna degli studi storici istriani editi in Italia nell’ultimo decennio      

RADOSSI, G. ;  PAULETICH, A. - Repertorio alfabetico delle Cronache di Antonio Angelini...

BENUSSI, L. - Le «Arie da nuoto» di Rovigno 

AGNELLI, A. - Spunti e proposte

VOLUME VIII (1977-78)

JURKIC-GIRARDI, V. - Monumenti romani sul territorio di Pinguente e di Rozzo. 

MARUSIC, B. - Il gruppo istriano dei monumenti di architettura sacra con abside inscritta­

BERTOSA, M. - La crisi economica di Venezia nei secoli XVI e XVII alla luce della recente storiografia italiana.

BUDICIN, M. - Per un contributo alla storia culturale e letteraria di Pirano nel XVIII e XIX secolo

APIH, E. - Qualche testimonianza e qualche considerazione per la storia del socialismo in Istria

RADOSSI, G. ; PAULETICH, A. - Un gruppo di otto manoscritti di Antonio Angelini da Rovigno

CHERIN,  I. - L’ esodo degli abitanti di Rovigno nel periodo di guerra 1915‑1918 ‑ Testimonianze di Rovignesi sfollati a Pottendorf-Landegg 

FORLANI, A. - Usi e tradizioni matrimoniali dignanesi: la fantasia dell'arte popolare femminile nella preparazione dei corredi nuziali

BENUSSI, L. - Le «Arie da nuoto» di Rvigno (II)

CERVANI, G. - Note al «Nicolò Tommaseo tra Italia e Slavia» di Joze Pirjevec

AGNELLI, A. - Note a «Gli anarchici a Trieste durante il periodo asburgico» di Ennio Maserati

VOLUME IX (1978-79)

RADOSSI, G. - Lo statuto del comune di Pinguente del 1575

LAGO, L. – ROSSIT, C. – Le reffigurazioni della penisola Istriana negli atlanti cinquecenteschi dell’Ortelio, De Jode e Mercatore

PETRIC, N. - Introduzione alla preistoria dell'Istria

JURKIC‑GIRARDI, V. - Promontore antica 

JURKIC‑GIRARDI, V. - Scavi  in  una  parte  della  villa rustica romana a Cervera porto presso Parenzo (1)  (Campagne 1976-1978)

MARGETIC, L. - Plinio e le comunità  della Liburnia

PAHOR, M. - L'organizzazione del potere nel comune di Isola secondo i documenti del 1253 e del 1260 

CAVAZZA, S. - Una lettera ineditadi Francesco Patrizi da Cherso 

BERTOSA ZANIER, G. - Il medico capodistriano Giovanni Bratti e la tradizione alchimistica italiana­

BERTOSA, M. - I  catastici di Umago e di Cittanova (1613-1614) – La modesta realizzazione di un grandioso disegno nell'Istria veneta (XVI-XVII sec.)

BERTOSA, M. - L'iniziativa ecologica di un rettore veneto dell'Istria negli anni 1623-1624 

APIH, E. - Capodistria nel '700 in alcune lettere inedite di Gianrinaldo Carli

MICULIAN, A. - L'evoluzione politica in Dalmazia dai moti del 1848 all'unificazione nazionale 

BUDICIN, M. - Dieci documenti sulle origini del movimento socialista a Rovigno alla fine del XIX secolo

STRCIC, P. - La storiografia jugoslava sull’Istria e sulle isole del Quarnero nel XIX secolo e all’inizio del XX (1965-1975)

BENUSSI, L. - Le «arie da nuoto» di Rovigno (III)

                                               

VOLUME X

SKILJAN,  M. - L'Istria  nella protostoria e nell’età antica 

MARGETIC, L. - Accenni ai confini augustei del territorio tergestino

JURKC-GIRARDI, V. - Il territorio di Pomeralla luce del materiale archeologico

MARUSIC, B. - Breve contributo alla conoscenza della necropoli altomedioevale di Mejica presso  Pinguente     

PAHOR, M. - L'acrostico nel libro degli Statuti di Pirano del 1384 ............ 

BERTOSA, M. - Provveditori sopra beni inculti - Un tentativo di insediamento di Bolognesi nella Polesana (1560-1567) 

MICULIAN, A. - Contributo alla storia della riforma protestante in Istria

MATEJCIC, R. - Le caratteristiche fondamentali dell' architettura dell'Istria nei secoli  XVII e XVIII

BUDICIN, M. - Il 1849 in Dalmazia

APIH, E. - Appunti sull'agricoltura istriana nell'800

RADOSSI, G.  ; PAULETICH, A. - Le chiese di Rovigno e del suo territorio di Antonio Angelini - Con note ed aggiunte 

BENUSSI, L. - Le “arie da nuoto” di Rovigno (IV)

MICULIAN, A. - Indici delle annate (1970-1980)

 

VOLUME XI (1980-81)

JURKIC‑GIRARDI, V. - Medolino e i suoi dintorni dalla preistoria al medioevo

JURKIC‑GIRARDI, V. - Nuovi rinvenimenti nella necropoli romana di Fontana sotto Pinguente

MARUSIC,  B. - Contributo alla conoscenzadella scultura altomedioevale in Istria    

SONJE, A. - L’ubicazione della sede del vescovo di Cessa, Vindemio ...... 

CAVAZZA, S. - Profilo di Giovanni Battista Goineo, umanista piranese ........  

MICULIAN, A. - Il Santo Ufficio e la riforma protestante  in Istria - Il .......

MILOTTI, D. - Le campagne del Buiese nella prima metà del '600 

BERTOSA, M. - Un episodio della colonizzazione  organizzata dell'Istria veneta: gli aiduchi a Pola e nel Polese    

BUDICIN, M. - La terminazione Paruta del 1773 sulla «terra di Pirano»

ROSSI‑SABATINI, G. - Caenazzo Tomaso.  Cinque  secoli di dominazione veneta a Rovìgno

AGNELLI, A. - Recenti ricerche sulla  storia del movimento operaio istriano .        

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili dì Pinguente

BENUSSI, L. - Le «arie da nuoto» di Rovigno (V)

 

VOLUME XII (1981-82)

JURKIC-GIRARDI, V. - Lo sviluppo di alcuni centri economici sulla costa occidentale dell’Istria dal I al IV  secolo

MATIJASIC, R. - Il ripostiglio di monete romane di Centora  (Centur) custodito presso il  Museo Archeologico dell'Istria di Pola

MARUSIC, B. - Contributo alla conoscenza  dei siti archeologici  nel Pinguentino

GESTRIN, F. - Contributo alla conoscenza dell'attività  commerciale a Fiume nel qindicesimo secolo

BUDICIN, M. - Commissione ò uero Capitoli del Castellan di Momian 

BERTOSA, M. - L'equilibrio nel processo di «acculturazione” in Istria: trainterazioni e opposizioni 

MICULIAN, A. - La riforma protestante in Istria. Processi di Luteranesimo-III

MARGETIC, L. - La Legge del Vinodol (1288) e l’Urbario di Grobnico (1700)

APIH, E. - Il rapporto sull’Istria del Consigliere di Stato Giulio Cesare Bargnani (1806)

MILOTTI, D. - Il «Quadro della Provincia dell'Istria» di Giann'Antonio Tognana (1816)             

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Valle d'Istria

TURCINOVICH, S. - I quaderni in vallese di Zaneto Obrovaz 

 

VOLUME XIII (1982-83)

 

JURKIC‑GIRARDI, V. - I nomi delle colonie e dei municipi sulle epigrafi romane in  Istria             

MARUSIC,  B. - Contributo alla conoscenza dei monumenti storico-artistici di Castrum Vallis e del suo territorio (Parte Prima)                       

DE MANZINI, O. -  «Follis» bizantina rinvenuta a Capodistria in località «Portisolana»                        .                      

SONJE, A. - I mosaici parietali del complesso architettonico dellabasilica Eufrasiana di Parenzo ........  

MARGETIC, L. - Diritto medioevale croato - Diritti reali

MILOTTI, D. - La «Bergamina delle Ville del Carso» (secc. XV-XVII) 

BUDICIN, M. -  Statuti, et Ordini da osseruarsi nel Castello di Orsera et suo Contado

BERTOSA, M. - L’equilibrio nel processo di «acculturazione in Istria »: tra interazioni e opposizioni MICULIAN, A. - La Riforma  protestante in Istria: Giacomo Morosini e la diocesi di Parenzo dal XV al XVII secolo (IV)

CERVANI, G. - Trieste «Cucibrech» nella satira di Pasquale Besenghi degli Ughi ..............

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Dignano d'Istria

MALUSA, G. - Terminologia agri cola dell'istro‑romanzo a Rovigno, Valle eDignano 

 

VOLUME XIV (1983-84)

JURKIC‑GIRARDI, V. - La continuità dei culti illirici in Istria durante il periodo romano

MARUSIC, B. - Il tramonto del periodo antico ai confini orientali dell'agro

PETRANOVIC, A. ; MARGETIC, A. - Il placito del Risano 

MARGETIC, L. - Il diritto medioevale croato. Diritti reali -  II

PEDERIN, I. - Il registro dei boschi dell'Istria occidentale del 1541/42 

MICULIAN, A. - La riforma protestante in Istria.- Pier Paolo Vergerio, Giovanni  Battista Goineo e le comunità eterodosse di Capodistria nel XVI sec. V.

BUDICIN, M. - Il catastico dei dazi, delle decime e dei livelli di Orsera del 1668               

MILOTTI, D. - La «Bergamina delle ville del Carso» (secc. XV-XVII)

MUNIC, D. - Liber iurium episcopalìum (Una fonte inedita concernente ilpassato di Parenzo)

BERT0SA, M. - Frammento di una autotestimonianza (Pietro Stancovich nel1850 - par lui méme)

CERVANI,  G. - Cavour e gli Slavi in un articolo poco noto di Francesco Ruffini 

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Buie .............. 

MATIJAS1C, R. - Toponomastica storica dell'antico agro polese di BernardoSchiavuzzi

MIILANII‑KRULJAC, N. - Il dialetto flumano. Premessa e fonologia di Maria Batò     

BENUSSI, L. - Le “arie da nuoto” di Rovigno (VI)

 

VOLUME XV (1984-85)

CERVANI, G. ; VIOLANTE, C. - In ricordo di Giuseppe Rossi Sabatini (1911- 1982)

MARUSIC, B. - La necropoli altomedievale sulcolle Vrhpresso Brkac (S. Pancrazio)

MARGETIC, L. - La «pace provinciale» tra gli Istriani e il Margravio W

MICULIAN, A.  - La riforma protestante in Istria  (VI). La diocesi di Cittanova  el XVI secolo

BUDICIN, M. - Governo civile e criminale. Ius regale‑Economia. Orsera (1778‑1783).  Regesti 

ARCON, R. ; COLOMBO, F. - Pietro Kandler‑ e la genesi del «Saggio di bibliografia  istriana»

GANZA‑ARAS, T. - Il rapporto della politica croata in Dalmazia nei confront degli Italiani nel periodo della grave crisi che investì il dualismo austro-ungarico  agli inizi del XX secolo 

COLLI, C. - Degli Slavi istriani di Don Antonio Facchinetti.

PAULETICH, A. - Trentaquattro ex voto marinari della chiesa della B.V. delle Grazie di Rovigno

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Portole in Istria 

PELLIZZER, A. - Terminologia marinaresca di Rovigno d'Istria

 

VOLUME XVI (1985-86)

CERVANI, G. - Bernardo Benussi ricordato nel 140" anniversario della nascita

JURKIC - GIRARDI, V. - Contributo alla storia di Parenzo  fino al dominium di Venezia

CUSCITO, G. - I santi Mauro ed Eleuterio di Parenzo. L'identità, il culto, lereliquie

CORRAIN, C. - Ricognizione dei resti attribuiti ai SS. Mauro ed Eleuterio in Parenzo, Istria 26, 27 dicembre 1982)

MARUSIC,  B. - Miscellanea Archeologica Parentina Mediae Aetatis (Osservazioni critiche su  alcune località archeologiche altomedioevali del Parentino)

SONJE, A. - 1 mosaici pavimentali delle basiliche paleocristiane del Parentino in rapporto con gli altri mosaici delle coste adriatiche

STIPCEVIC, E.  - Francesco Sponga - Usper compositore veneziano di origine istriana

MICULIAN, A. - La riforma tridentina a Parenzo 

BERTOSA, M. - «Sudditi di natura grava»: Banditismo nel Parentino nel Seicento e nei primi decenni del Settecento      

BUDICIN, M. - Governo civile e criminale. Ius  regale - economia  Orsera. (1778‑1783)  Regesti (Il parte)  

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Parenzo         

 

VOLUME XVII (1986-87)

 

CUSCTO, G. - Alle origini della Chiesa di Rovigno fra  tradizioni agiografiche e memorie episcopali

BALDINI, R. -  Sarcofagi nord‑adriatici:  alcuni esempi 

MARUSIC, B. - Ricerche archeologiche nella basilica di S. Quirino presso Dignano

COVA, L. -  «Super septem vitia» e «De proportionibus».Due  opuscoli inediti di Ludovico da Pirano

BERTOSA, M. - I porti istriani e i rifornimenti di cereali a Venezia nell’anno 1528

GRANIC, M. - Lo stemma della famiglia italiana Piccolomini nell’araldica croata

CAVALLINI, I. - Musica e. filosofia nell'Accademia Palladia di Capodistria: considerazioni sul dialogo “Dieci de’ Cento dubbi amorosi” (1621)

MICULIAN, A. - La riforma protestante in Istria  (VIII) ‑ La Contea di Pisinoe  la Diocesi di Pedena nel XVI e XVII sec

MARGETIC, A. - Lo statuto di Castua in italiano (1706)

BUDICIN, M. - 1 possessi del Monastero di S. Nicolò di Parenzo (1771)

RADOSSI , G. -  Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Isola d'Istria 

MATEJCIC, R. - Le condizioni sanitarie  sull’isola di Veglia  (7874)

PELLIZZER, A. - Le condizioni sanitarie sull’isola di Veglia (1874)

STAREC, R. - L'armonica diatonica  in Istria 

VOLUME  XVIII (1987-88)

RAIMONDI, A. - Santorio Santorio: valore attuale dell'opera scientifica

MARUSIC, B. -  Il tramonto della civiltà romano‑bizantina nel castello di Nesazio           

SONJE, A. - Il ciborio della basilica Eufrasiana  

MICULIAN, A. - La Riforma protestante in Istria (IX): la diocesi di Pola nel XVI secolo             

BUDICIN, M. - Alcune linee e fattori di sviluppo demografico di Orsera nei secoli XVI‑XVIII 

TRAMPUS, A. -  Alcuni documenti su Piero Stancovich

MALUSA, M. - Il carteggio Manzoni‑Luciani‑Manzoni (1869‑1885)

MILANI‑KRULJAC, N. - Il dialetto di Veglia.

RADOSSI, G. -  Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Grisignana d'Istria  

LUBIANA, L.  ;VOJNOVIC, D. -   L'arte farmaceutica e i farmacisti a Buie d’Istria (XVI-XX sec.)

VOLUME XIX (1988-89)

MARUSIC, B. - Il castello Neapolis-Novas alla luce delle fonti archeologiche

SONJE, A. - La chiesa di S. Agata di Cittanova

CUSCITO, G. - Antiche testimonianze cristiane a Cittanova d'Istria .......... 

BUDICIN, M. - L'andamento della popolazìone a Cittanova nei secolì XVI  e XVIII .............

MALUSA, M. - Elenco delle famiglie di Cittanova desunto dai libri parrocchiali (secoli XVI‑XVIII)  

CAPPELLARI VOJNOVIC,  S. ; VOJNOVIC, D. - Arte farmaceutica e farmacisti a Cittanova d'Istria

MICULIAN, A. - Euisebio Caimo: visita alle chiese della diocesi di Cittanova (1622-1623) . 

BERTOSA, M. -  «Lienteria cronica» e «Febbre consuntiva» (La fame, il tifo petecchiale e la morte a Cittanova nel 1817) 

JELINCIC, J. - Proclami dei neoeletti podestà

UGUSSI, L. - I toponimi del comune catastale di Cittanova

TRAMPUS, A. -  Suggestioni graviniane nel pensiero di Stefano Carli sulle origini di Cittanova

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori, vescovi e di famiglie notabili di Cittanova d'Istria .......... 

STAREC, R. - La musica di tradizione orale nel territorio dì Cittanova d'Istria

ZILLI, S. - Bibliogafia  di Cittanova

VOLUME XX (1989-90)

MARGETIC, L. - Glì aspetti principali del diritto delle obbligazioni nell'Istria medioevale

RADOSSI, G. - La toponomastica comparata di Dignano, Fasana, Gallesano Valle e Sissano in Istria 

VIDA,  M. - Giorgio Baglivi tra osservazione clinica e speculazioni iatromeccaniche

BERTOSA, M. - Uno scontro drammatico nel Consiglio comunale di Cherso nell'anno 1718 

BUDICIN, M. -  L'«Archivio  Benedetti» 

MALUSA, M. -  L'Accademia degli Intraprendenti di Rovigno (1763-1765)

MATIJASIC, R. - Le isole di Cherso e Lussino in età romana

MICULIAN, A. -  La Scuola Nautica Secondaria di Rovigno (1854-1860)

RADOLE, G. - Le sei «Laudi sacre» musicate da T. Caenazzo

SALIMBENI, F. - Gli studi di storia medievale e moderna negli «Atti e Memo­rie della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria. Tra politica e storiografia

TRAMPUS, A. - Gianrinaldo Carli e il processo a Cagliostiro (Lettere di Alesssandro Verri)

ZUCCHI, S. - Fonti e studi sul vescovo Gaudenzio di Ossero -  Bílancio  critico - bibliografico

ZUPANCIC, M. - Contributo alla topografia archeologica  dell'Istria nord-occidentale

 

VOLUME XXI (1991) 

DE SIMON, G. - L’ “Indice delli Semplici” di G. F. Tommasini, vescovo di Cittanova nel XVII secolo, ricuperato in concordanza con la nomenclaturascientifica attuale

IVETIC, E. - La popolazione di Parenzo nel Settecento: aspetti, problemi ed episodi del movimento demografico

RADOSSI, G.- Stemmi di capitani, rettori e famiglie notabili di S. Lorenzo del Pasenatico in Istria

BERTOSA, M. - Nuovi frammenti a testimonianza dei legami esistenti tra Ivan Kukuljevic Sakcinski e Pietro Kandler

BONIFACIO, M. - Cognomi piranesi: Brazzafolli e Pitacco

DE SIMON, G. - Aspetti fisiografici dell’Istria flyschiode nord-occidentale

MALUSA, M. - Il carteggio de Madonizza-Luciani (1878.1889) riguardante “La provincia dell’Istria”

MARGETIC, L. - Lo statuto di Tersatto (1640) nel testo italiano 

MATIJASIC, R. - Monumento funerario romano scoperto a Zambrattia (Umago)

MATEJCIC, R. - Il ruolo degli architetti tiestini nella progettazione degli edifici monumentali di Fiume

MICULIAN, A. - “Incombenze del Capitanio Gabriel Rivanelli Reggimento di Verona come direttore della linea di sanità nel Quarner in Istria, stesa nell’anno 1783 per ilo fatal morbo che affligeva la Dalmazia”

SONJE, A. - La decorazione marmorea della Basilica Eufrasiana di Parenzo

 

VOLUME XXII (1992)

 APOLLONIO, A. - Crepuscolo e fine delle Province Illiriche. Dalle relazioni dei consoli italiani a Trieste ed a Fiume (1812-1813)

BAKER, K. - PANFILLI, D. e A. - I Panfilli di una famiglia istriano-triestina di costruttori navali e

uomini di mare nei secoli XVIII-XI

BUDICIN, M. - Lo sviluppo dell’abitato di Rovigno oltre il canale sulla terraferma (secoli XVII e XVII)CUSCITO, G. - Medioevo istriano. Vicende storiche e lineamenti storiografici

RADOSSI, G. - Stemmi di rettori e di famiglie notabili di Albona d’Istria  

BERTOSA, M. - “Libercolo che descrive...” - Vademecum di un rettore di Pola

CIGUI, R. -  La toponomastica del comune catastale di Verteneglio 

IVETIC, E. - La classe dirigente veneta e i piani di risanamento dell’Istria - Ruoli e prospettive di sviluppo per Pola in un discorso del primo Seicento

DE ROSA, D. - Il naufragio del pielego “Adriatico”. Per una storia della scuola in Istria nel XIX secolo: le isole del Quarnero

JELINCIC, A. -  L’ archivio capitolare di Rovigno.

MICULIAN, A. - Giannantonio Sintich e la visita alla diocesi di Veglia (1796)

MILAZZI, L. -  Note sulla politica scolastica a Trieste tra Ottocento e Novecento

SALIMBENI, F. - Gli studi di storia medievale e moderna negli “Atti e Memorie” della Società Istriana di Archeologia e Storia Patria. Tra politica e storiografia. II. Da una guerra all’altra il primato dell’italianità (1919-1940)

TEKAVCIC, P. - L’auto-correttivo “oh, Dio” nei testi rovignesi - Noterelle di linguistica pragmatica e testuale

VORANO, T. - Il territorio del comune di Albona sotto la dominazione veneta nell’ottica di due documenti inediti

 VOLUME XXIII (1993)

APOLLONIO, A. - Una cittadina istriana nell’età napoleonica: Pirano 1805-1813

BUDICIN, M. - Rassegna della storiografia croata sull’Istria e sulle isole di Cherso e Lussino (1976-1993)

RADOSSI, G. - Stemmi e notizie di famiglie di Rovigno  d’Istria

BENUSSI, L. -  Quattro canti sacri dei compositori rovignesi G. Masato e G. Dapas

BRUZZONE, G.L. - Un capitolo per Pier Paolo Vergerio (1498-1565) in un romanzo di metà Ottocento

CIGUI, R. - I nomi locali del territorio di Salvore

DEMONJA, D. - Contributo alla tipologia dei campanili romanici in Istria

GHISALBERTIA, C. - Giovanni de Vergottini e l’Istria

GLAVINIC, V. - L’abate letterato chersino Giovanni Moise

IVETIC, E. - Struttura della famiglia e società s Villa di Rovigno nel 1746

MALUSA, M. - Raccolta di uarii poetici componimenti accaduti in Rovigno dedicata dal Racolgitore al merito sopra grande del Signor N.N. - (Pietro Stancovich) - nell’anno della salute MDCCLXXXVIII in Rovigno”

MARGETIC, A. - Un inedito estratto di decisione di Ferdinando II (1635) concernente lo Statuto di Castua 

MICULIAN, A. - Catastico di Veglia fatto dal   Nobil et Eccell.te Sig! benetto Balbi avvocato fiscale di veglia (17 febbraio 1730)

MORETTI, R. - La presenza ebrea a Rovigno in epoca veneta  -  Storie nascoste da non dimenticare

VOLUME XXIV (1994)

APOLLONIO, A. - Autogoverno comunale nell’ Istria absburgica - Il caso di Pirano: prima fase 1845-1888

IVETIC, E. - Caratteri generali e problemi dell’economia dell’Istria veneta nel Settecento

RADOSSI , G. - Il “Catastico de’ benni della spettabile Comunità di Rovigno” del 1696

BUDICIN, M. - La vertenza settecentesca sulla pesca tra Chioggiotti e Istriani

CIGUI, R. - Contributo all’araldica di Umago

CULIC-DALBELLO, M. - Gli albori consolari italiani come patrimonio giuridico della civiltà crepuscolare veneta a Spalato

DE ROSA, A. - Sulla lingua d’istruzione nelle isole del Quarnero (1855-59)

KOZLICIC, M. - La costa dell’Istria nella “Geografia” di Tolomeo

MALUSA, M. - Società filarmoniche e corpi corali in Istria

MATEJCIC, I. - Una chiesa a doppia abside: Santa Maria Piccola presso Valle

MICULIAN, A. - Giovanbattista Del Giudice e la “Visitatio generalis Parentinae Diocesis - 1653”

 

VOLUME XXV (1995)

BUDICIN, M. - Contributo alla conoscenza delle opere urbano-architettonmiche pubbliche del centro storico di Umago in epoca veneta

KOZLICIC, M. - Risultati delle ricerche sull’Istria del 1806 del Beautemps-Beaupré (Contributo alla storia della mareineria e della casrtografia della costa occidentale dell’Istria)

RADOSSI, G. -  Notizie storico-araldiche di Docastelli, sue ville e territorio

BALDINI, M. -  Il mosaico altomedievale di Parenzo

BURSIC - GIUDICI, B. -  Alcuni aspetti della terminologia domestica nell’istrioto di Sissano

CAVALLINI, I. - Il feudo di Sanvincenti. Aspetti giuridici, politici ed economici della comunità nel Settecento

CUSCITO, G. -  Il castello di Muggia. Dal Castrum Muglae al Burgus Lauri

IVETIC, E. -  La Dalmazia nelle Anagrafi venete (1766-1775)

MASERATI, E. - Promovimento della piccola industria e istruzione professionale in Istria tra fine ‘800 e primo ‘900

MICULIAN, A. - “Copia dei Capitoli già stabiliti dall’ Ill. mo et ecc. mo Sig.r Antonio Barbaro Prov.re Gnal in Dalmatia, et Albania per gl’Haiduci”

NOVAK, N. -  La topografia archeologica della Cittavecchia di Fiume

ZILLER, P. -  Francesco Salata. Il Bollettino la “Vita Autonoma” (1904-1912) ed il liberalismo nazionale istriano nell’ultima Austria

VOLUME XXVI (1996)

CERVANI, G. - In occasione del centocinquantesimo anniversario della nascita di Bernardo (1846-1929)

APOLLONIO, A. - Autogoverno comunale nell’Istria asburgica. Il caso di Pirano: seconda fase 1888-1908

BUDICIN, M. - Le opere urbano architettoniche dei centri di podesteria dell’Istria ex veneta nei disegni dell’Archivio di Stato di Venezia (secc. XVII-XVIII)

KRNJAK, O.  ; RADOSSI, G. -  Notizie storico-araldiche di Pola

MARGETIC, L. ; MARGETIC A. - Il libro terzo (Il diritto penale) di un’inedita versione italiana dello statuto di Fiume

BONIFACIO, M. - Cognomi di Isola d’Istria

CIGUI, R. - Nomi e luoghi del territorio di San Lorenzo di Daila

COLOMBO, F. - Note di storia altomedievale istriana. I due diplomi imperiali di Ludovico II a favore del monastero di S. Michele in Dilian

DECARLI, L. - Vecchi soprannomi rovignesi (da lista inedita di Aristocle Vatova)

LJUBOVIC, E. - Antiche epigrafi di Segna

LUCA, G. - Capitelli dei secoli IX e X a Capodistria e a San Lorenzo del Pasenatico

MICULIAN, A. – “Dimostrazione delli stabili pell’infrascritte scuole laiche del castello di Valle che vennero affittati per conto ed interesse delle scuole stesse...” (sec.XVII-XVIII)

PAOLETTI, G. - La medaglia rinascimentale in Istria

REDIVO, D. - Gino Piva. Un socialista nelle terre redente della Venezia Giulia.

SONJE, A. - Il palazzo vescovile del complesso edilizio della basilica eufrasiana di Parenzo

STAREC, R. - I mulini al acqua dell’Istria setterntrionale. Struttura e terminologia

ZUPANCIC, M. - Insediamento, governo ed uso del territorio. Il passato non è più una realtà virtuale.

VOLUME XXVII (1997)

APOLLONIO, A. - Autogoverno comunale nell’Istria asburgica. Il caso di Pirano: terza fase (1908-1918), con un epilogo (1921-1926)

BALDINI, M. - Parentium - Topografia antica (Topografia dalle origini all’ epoca paleobizantina)

BUDICIN, M. - Acquedotto di “S. Martino” e Casello di sanità di Pinguente: due progetti presentati e non realizzati durante gli anni Ottanta del secolo XVIII

RADOSSI, G. - L’inventario dell’eredità di Francesco Fabris qm. Vittorio da Villa di Rovigno del 1797

STAREC, R. - Aspetti della casa rurale istriana. Rivelazioni sul territorio e fonti d’archivio

BENUSSI, L. - Su alcuni canti popolari di Rovigno

BONIFACIO, M. - Cognomi di isola d’Istria (Dellòre e Dùdine)

CIGUI, R. - Catastici, rendite, e livelli annui delle Confraternite di Momiano (1782-1788)

MARGETIC, L. - Marcellinus scolasticus e proconsulDalmatiae

MICULIAN, A. - Lo statuto e “Il libro delli confratelli e consorelle della veneranda scuola del carmine” Valle - 1760

MOSCARDA, O. - Rassegna bibliografica su Gallesano

SIROK, L. - Il teatro capodistriano nel Settecento

VISINTIN, A. - Paesaggio agrario e organizzazione produttiva nelle campagne del Buiese nel primo Ottocento

VORANO, T. – I beni del Capitolo Pedena nei secoli XVII e XVIII

 

VOLUME XXVIII (1998)

APOLLONIO, A. - Gli "anni difficili" delle province illiriche 1809-1813. Dai documenti conservati nell'Archivio di Stato di Trieste

DEMONJA, D.. - Contributo alla tipologia delle chiese romaniche in Istria: le chiese uninavate con absidi inscritte

IVETIC, E. . - Finanza pubblica e sistema fiscale nell'Istria veneta del Sei-Settecento

BENUSSI, L. - Di alcuni vecchi canti natalizi di Rovigno

DELTON, P. - Credenze e superstizioni a Dignano

KOZLICIC, M. - Giuseppe Rieger ed i suoi panorami della Dalmazia

KRIZMANIC, A. - Lo stemma storico del comune di Sanvincenti

LJUBOVIC, E . - Iscrizioni romane di Segna e dintorni

MICULIAN, A. - Il castello di Valle d'Istria nei secoli XVII e XVIII e il "catastico delle rendite, aniuersarij et liuelli, del m: reuerendo capitolo (...)"

MUNIC, D . - I rapporti tra Fiume e Venezia nel secolo XV

NALESINI, L. - Una tomba in stile siamese a Capodistria

PERICIN, C. - Nomi e piante nella parlata istriota di Valle

RADOSSI, G. – Il testamento di Monsignor G.M. Bottari "Vescovo meritissimo di Pola" (1695-1729)

STAREC, R. – La trattistica istriana dell'Ottocento sulla vinicultura

VISINTIN, D. – Contributo all'antica metrologia del Buiese


Pianoterra

   
L'entrata al Centro.

Terzo piano

   
Ricercatore al lavoro

Pianoterra:

   
Aula Magna "B. Benussi"

Pianoterra:

   
Biblioteca.

Pianoterra.

   
Aula Magna "B. Benussi"

Vano scale primo piano:

   
Esposizione di Carte geografiche storiche.

Biblioteca primo piano:

   
La bibliotecaria.

Biblioteca primo piano:

   
Scaffali di libri

Primo piano:

   
II Sala della Biblioteca

Biblioteca primo piano:

   
Un utente.

Secondo piano:

   
Corridoio amministrazione ed esposizione di Carte geografiche storiche.

Secondo piano:

   
Corridoio amministrazione ed esposizione Carte geografiche storiche

Direzione ed amministrazione:

   
La segreteria.

Direzione ed amministrazione:

   
Ufficio del direttore.

Biblioteca secondo piano:

   
Scaffali di volumi.

Biblioteca secondo piano:

   
La Biblioteca Europea

Vano scale terzo piano:

   
Particolare di carte geografiche storiche della Dalmazia.

Terzo piano:

   
Corridoio uffici.

Terzo piano:

   
Ricercatore al lavoro.

Terzo piano:

   
Particolare interno ufficio.

Terzo piano:

   
Ufficio vicedirettore.

Terzo piano:

   
Sala riunioni.

Terzo piano:

   
Corridoio entrata Archivio.

Terzo piano:

   
Archivio CRS.

Terzo piano:

   
Particolari Archivio CRS.

Terzo piano:

   
Particolare archvio CRS.

Casa Albertini I:

   
Biblioteca del II piano.

Casa Albertini I:

   
Biblioteca del II piano.

Casa Albertini I:

   
Emeroteca.

Casa Albertini I:

   
Emeroteca (pianoterra).

Casa Albertini I:

   
Particolare della Biblioteca al I Piano.

Casa Albertini I:

   
Particolare della Bilbioteca al I piano.

Casa Albertini I:

   
Particolare della Bilbioteca.

Casa Albertini I:

   
Particolare dell'archivio dell'ente.

Casa Albertini II:

   
Biblioteca del I Piano.

Casa Albertini I:

   
Archivio dell'ente.

Casa Albertini II:

   
Saletta cartografia nautica.

Casa Albertini II:

   
Saletta cartografia nautica.

Terzo piano

   
Ricercatrice al lavoro

Terzo piano

   
Ricercatore al lavoro.

Terzo piano

   
Ufficio ricercatore

Casa Albertini II:

   
Targa riconoscimento ad Antonio Borme

Terzo piano:

   
Particolare finestra

Casa Albertini II:

   
Entrata dalla corte interna per Casa Albertini II e saletta cartografia nautica.

Casa Albertini I e II

   
Particolare entrate per Albertini I e II viste dalla piazza

Par tere e vedurni (1988)

di Flavio Forlani


 
 

Itinerari (1989)

di Romano Farina


 
 

Pianoterra

   
Seconda sala bilbioteca

Primo piano:

   
II Sala della Biblioteca

Civiltà istriana. Ricerche e proposte

di a cura di Nelida Milani


ETNIA – Extra serie n. 1



Rovigno – Trieste, 1998, pp. 357.
Il volume rappresenta il risultato di un progetto interdisciplinare denominato “Culture locali”, che si proponeva di indagare personaggi, istituzioni, usanze tradizionali, espressioni di cultura materiale e immateriale dell’Istria attraverso ricerche d’archivio e ricerche sul campo ai fini della riattivazione di un ricordo critico e della conservazione e trasmissione di alcuni aspetti di un patrimonio di ininterrotta presenza linguistico-culturale in Istria. La pubblicazione consta di 17 contributi-saggi (scritti da 18 autori, ovvero docenti e attivisti della Comunità Nazionale Italiana distintisi per la loro attività di ricerca in campo culturale) e si articola sostanzialmente in tre sezioni tematiche: culture locali, le radici del presente e l’immaginario dell’Altro.


RIVISTA – RICERCHE SOCIALI

di AA.VV.


RICERCHE SOCIALI (alcuni volumi sono scaricabili in PDF)



RICERCHE SOCIALI – INDICI

 

 

RICERCHE SOCIALI - N. 1

Rovigno, 1989, p. 88.

Antonio Borme – Riflessioni sull’identità nazionale e sulla scuola del gruppo etnico italiano, p. 9-25.

Nelida Milani Kruljac e Srđa Orbanić – Lingua interferita e comunicazione disturbata, p. 27-56.

Franco Juri – L’etnia italiana di Capodistria: su alcuni perché dell’assimilazione, p. 57-65.

Loredana Bogliun Debeljuh – L’Istria plurietnica e plurilingue (Riflessioni sull’integrazione culturale), p. 67-72.

Goran Filipi – Situazione linguistica istro‑quarnerina, p. 73-83.     

 

RICERCHE SOCIALI - N. 2

Rovigno, 1990-1991, p. 64.

Nataša Musizza Orbanić – Bilinguismo nelle classi inferiori della scuola elementare, p. 7-17.

Srđa Orbanić – Competenza bilingue autonoma tra la logica della teoria e la logica dei fatti, p. 19-27.

Luciano Monica – Con chi e quando parlo italiano? Rispondono gli alunni delle scuole elementari dell’Istria e di Fiume, p. 29-36.

Nelida Milani Kruljac – L’acquisizione del linguaggio e lo sviluppo della competenza comunicativa nei bambini degli asili in lingua italiana: metasistema e interlinguaggio, p. 37-47.

Antonio Borme – Bilinguismo e biculturalismo integrali: meta raggiungibile o chimera da vagheggiare? (Legittimità e fattibilità di un progetto sociolinguistico per l’area istro‑quarnerina), p. 49-62.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 3

Rovigno, 1992, p. 118.

Srđa Orbanić e Nataša Musizza Orbanić – Gruppo familiare mistilingue e comunicazione bilingue, p. 7-32.

Nelida Milani Kruljac – Componenti metalinguistiche e bilinguismo, p. 33-46.    

Loredana Bogliun Debeljuh – Identità etnica della comunità italiana dell’area istro‑quarnerina, p. 47-57.

Romano Ugussi – Il rapporto dialettico tra esuli e “rimasti”, p. 59-67.

Luciano Monica – Strumenti: come studiano i giovani della Scuola Media Superiore “Leonardo da Vinci” di Buie, p. 69-81.

Fulvio Šuran – L’etnia istro‑veneta, quale minoranza nazionale italiana, tra politica ed etica, p. 83-118.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 4

Rovigno, 1993, p. 101.

Maurizio Tremul – Per una politica del cambiamento, p. 9-14.

Fulvio Šuran – L’istrianità quale identità sociale, p. 15-36.

Karmen Medica – Lo stato e lo stato nazionale, p. 37-40.

Silvano Zilli – La comunità nazionale italiana e il nuovo corso, p. 41-57.

Maurizio Tremul – Situazione etno‑linguistica della minoranza italiana, p. 59-68.

Luciano Monica – Strumenti II: come studiano i giovani delle Scuole Medie Superiori e Ginnasi dell’Istria (Buie, Capodistria, Isola, Fiume, Pirano, Pola e Rovigno), p. 69-101.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 5

Rovigno, 1994-1995, p. 80.

Elvio Baccarini – Democrazia liberale e autonomia locale, p. 9-16.

Fulvio Šuran – La famiglia mista: l’esempio istriano (saggio psicopolitico), p. 17-38.

Egidio Ivetic – La famiglia in alcuni centri urbani e rurali dell’Istria tra il Settecento e l’Ottocento, p. 39-51.

Angelo Ara – La minoranza italiana in Istria dopo la dissoluzione dello stato Jugoslavo, p. 53-62.

Rita Scotti Jurić – La competenza linguistica dei bambini a livello morfosintattico, p. 63-79.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 6-7

Trieste - Rovigno, 1996-1997, p. 145.

Egidio Ivetic – Le trasformazioni demografiche e sociali nell’Istria rurale dopo la prima guerra mondiale: una riflessione, p. 5-16.

Luciano Monica – Analisi in funzione formativa di una prova di verifica, p. 17-26.

Rita Scotti Jurić – Incidenze sociolinguistiche sulla competenza linguistica dei bambini, p. 27-50.

Elvio Baccarini – La comunità nazionale italiana tra liberalismo e antiliberalismo, p. 51-73.        

Gabriele Blasutig – Il ruolo del sociale nell’economia di mercato. Capire meglio l’Ovest per far crescere l’economia ad Est, p. 75-109.

Nicolò Sponza e Fulvio Šuran – “Progetto 11”, p. 111-145.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 8-9

Trieste - Rovigno, 1998-1999, p. 181.

Giovanni D’Alessio – Riflessioni sul problema dell’identità etnica e nazionale nell’Istria tardoasburgica, p. 5-12.

Furio Radin – L’identità etnica: aspetti ascrittivi, p. 13-61.

Elvio Baccarini – Teoria della giustizia liberale e comunità nazionale italiana. Problemi attuali, p. 63-72.

Fulvio Šuran – Cultura e stato nazionale, p. 73-126.

Irene Fontanot Nicolini – Formazione interculturale ed identità in Istria, 127-134.

Jahn Jens-Eberhard – Lingue in contatto e plurilinguismo in Istria. La situazione etnolinguistica del gruppo nazionale italiano, p. 135-181.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 10

Trieste - Rovigno, 2001, p. 132.

Valentino Russell Scott – Utopian Dreams and the Nostalgic Impulse: Fulvio Tomizza’s “Materada” and the Continuing Istrian Diasporic Discourse, p. 7-19.

Ryan Geoff – Istria: past and present with a few thoughts on the future, p. 21-49.

Ezio Giuricin – La grande svolta. Il processo di rinnovamento democratico e civile della comunità italiana dal 1988 al 1991, p. 51-82.

Fulvio Šuran – L’identità socio-territoriale di un’area storicamente plurietnica (tra nazionalismo e pluralismo culturale), p. 83-129.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 11

Rovigno - Trieste, 2002, p. 232.

Olinto Mileta Mattiaz – Ipotesi sulla composizione etnica in Istria, Fiume e Zara: ieri e oggi, p. 7-120.

Lidija Nikočević – Le lunghe trattative confinarie: mito, retorica e realtà politica dei confini istriani, p. 121-148.

Fulvio Šuran – Società e multiculturalismo in Istria: pluri-identità di una zona di frontiera e di confine, p. 149-208.

Ezio Giuricin – Contro i “diritti del numero”, p. 209-216.

Elvio Baccarini – Convivere nella diversità, p. 217-232.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 12

Rovigno - Trieste, 2004, p. 160.

Luciano Monica – Organizzazione e dirigenza scolastica, p. 7-26.

Tonino Sanavia – L’istrianità nell’opinione pubblica degli italiani d’Istria, p. 27-97.

Stefano Lusa – Il “punk” nel processo di democratizzazione sloveno, p. 99-112.

Fulvio Šuran – Sociologia di un territorio, con particolare riferimento alla comunità nazionale italiana, p. 113-158.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 13

Rovigno - Trieste, 2005, p. 175.

Giulia Cnapich – Le radici della memoria, p. 7-74.

Silvija Jeromela – La mediazione culturale. Il caso dei libri di testo in uso nelle scuole italiane in Croazia, p. 75-109.

Fulvio Šuran – Le scienze sociali nell’età della tecnica, p. 111-175.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 14

Rovigno, 2006, p. 143.

Aleksandro Burra – La tutela della comunità nazionale italiana in Jugoslavia nelle normative internazionali e nazionali, p. 7-60.

Luciano Monica – Standard scolastici a confronto in Slovenia (in attuazione del principio di discriminazione positiva), p. 61-78.

Zoran Franjić e Marko Paliaga – Ricerca sull’immagine della città quale elemento di gestione del marchio, p. 79-98.

Fulvio Šuran – Potere, politica, autonomia, p. 99-143.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 15

Rovigno, 2008, p. 166.

Aleksandro Burra – Le minoranze: evoluzione del quadro normativo internazionale e regionale a partire dalla loro comparsa nelle relazioni internazionali, p. 7-44.

Andrea Debeljuh – Bisogni formativi dei maturandi della comunità nazionale italiana, p. 45-92.

Antonio Polo – Maturità statale 2006 - Esame di matematica. Analisi e correzione delle traduzioni, p. 93-122.

Fulvio Šuran – Democrazia e rappresentazione, p. 123-141.

Marko Paliaga e Silvano Zilli – Sviluppo economico locale delle città: ruolo dei sondaggi nella sfera lavorativa e della raccolta di dati nella formulazione delle nuove e moderne politiche economiche cittadine, p. 143-166.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 16

Rovigno, 2009, p. 175.

Francesco Cianci – La tutela delle minoranze attraverso gli strumenti della rappresentanza: un’analisi giuridica comparata e questioni teoriche (ancora) aperte, p. 7-42.

Massimiliano Rovati – La minoranza italiana in Istria e l’ingresso della Slovenia in Europa: situazione, scenari futuri ed opportunità, p. 43-70.

Marko Paliaga e Lenko Uravić – Approccio integrale allo sviluppo del “brand” e allo sviluppo economico delle città, in condizioni di concorrenzialità globale, p. 71-84.

Eliana Moscarda Mirković – Quattro identità a confronto. L’esperienza letteraria di Marisa Madieri, Nelida Milani Kruljac, Anna Maria Mori e Graziella Fiorentin, p. 85-108.

Stefano Pontiggia – Vivere da superstiti. L’esodo istriano come esperienza del presente nel mondo associativo triestino, p. 109-132.

Emilio Cocco – Il mimetismo di frontiera. Un’interpretazione socio-ecologica del senso dell’istrianità, p. 133-175.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 17

Scarica PDF

Rovigno, 2010, p. 140.

Francesco Cianci – Sulla problematica assenza di una definizione giuridica vincolante e universalmente riconosciuta di minoranza e sulle sue annesse implicazioni in diritto internazionale, p. 7-37.

Dario Saftich – Al confine tra le culture, p. 39-58.

Rita Scotti Jurić e Nada Poropat – Lo studio delle barzellette: per una competenza pragmatica interculturale, p. 59-82.

Eliana Moscarda Mirković – L’“istrianità” di Ester Sardoz Barlessi, p. 83-115.

Zoran Franjić e Marko Paliaga – Influsso del marketing urbano e della creazione di un marchio (brand) cittadino sullo sviluppo economico locale delle unità d’autogoverno della Repubblica di Croazia, p. 117-140.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 18

Scarica PDF

Rovigno, 2011, p. 186.

Dario Saftich – Tra comunismo e nazionalismo, p. 7-37.

William Klinger – Nazionalismo civico ed etnico in Venezia Giulia, p. 39-45.

Edita Paulišić – Strategie nella dinamica di apprendimento della L2, p. 47-80.

Francesco Cianci – La protezione delle minoranze nazionali nel Consiglio d’Europa e nel diritto europeo, p. 81-118.

Marko Paliaga – Immagine cittadina, suo posizionamento e impatti macroeconomici degli investimenti nel turismo e nell’infrastruttura sportivi, p. 119-137.

Ezio Giuricin – La comunità italiana nei censimenti jugoslavi, croati e sloveni (1945-2011), p. 139-186.

 

RICERCHE SOCIALI - N. 19

Scarica PDF

Rovigno, 2012, p. 143.

Dario Saftich – Esodo e complessità etniche, p. 7-20.

Edita Paulišić – Stili di apprendimento linguistico nella dinamica di apprendimento della L2, p. 21-46.

Francesco Cianci – Normative linguistiche comparate e tutela delle minoranze nazionali, p. 47-84.

Marko Paliaga ed Enes Oliva – Ricerca preliminare sulla penetrazione della gestione elettronica nel sistema delle aziende municipalizzate della Regione Istriana, p. 85-103.

Ezio Giuricin – Le popolazioni di troppo. Spostamenti forzati di popolazioni dal Trattato di Losanna all’esodo istriano: aspetti storici e giuridici, p. 105-143.

RICERCHE SOCIALI - N. 20

Scarica PDF

Rovigno, 2013, p. 154.

Simon Flambeaux – La politica linguistica della Croazia nei confronti della minoranza nazionale italiana, p. 7-93.

Dario Saftich – Zara, più delle bombe poterono le mine e la ricostruzione, p. 95-108.

Igor Dobrača ed Edita Paulišić – Abitudini, atteggiamenti e modi d’utilizzo di internet tra gli alunni della Scuola Elementare Italiana “Bernardo Benussi” di Rovigno, p. 109-132.

Francesco Cianci – La promozione e la tutela dei diritti delle minoranze nell’insegnamento della dottrina sociale della Chiesa, p. 133-154.

RICERCHE SOCIALI - N. 21

Scarica PDF

Rovigno, 2014, p. 119

Isabella Matticchio e Rita Scotti Jurić - Motivazioni per l’uso della lingua madre nella classe di L2: analisi dell’interazione verbale, p. 7-44.

Marko Paliaga ed Ernes Oliva - Reti sociali e servizi pubblici, p. 45-65. 

Dario Saftich - Traduzione, atto di creatività, p. 67-79. 

William Klinger - Jugoslavismo e nazionalismo nel carteggio Milovan Đilas - Mate Meštrović (1961-1981), p. 81-89. 

Francesco Cianci - Alle radici storiche dell’idea dei diritti umani: il linguaggio dell’humanitas nell’antichità classica e nel cristianesimo, p. 91-119.


Atti Vol. XXIX-XXXVIII (1999-2008)

di AA.VV.


Atti Vol. XXIX-XXXVIII (1999-2008)



VOLUME XXIX (1999)

APOLLONIO, A. – Gli "anni difficili" delle Province illiriche

BALDINI, M. – Parentium - Contributi alla lettura della cronologia urbana e l'episodio romano del martirio di S. Mauro

BRADANOVIC, M. – Il lazzaretto fiumano di S. Carlo Borromeo

CANALI, F. – "Il presidente della società degli ingegneri e degli architetti di Trieste dott. Eugenio Geiringer (1843-1904)

DEMONJA, D. – Le chiese romaniche a tre navate in Istria e la loro importanza nell'ambito dell'architettura sacra istriana

MICULIAN, A. – La controriforma in Istria: il concilio di Trento e il ruolo dei Gesuiti

MOSCARDA, D. – Tra diritto e politica: una rapida indagine sulla libertà di navigazione nell'Adriatico tra il XIV e il XVI secolo

NICOLINI, A. – La fonetica del dialetto di Rovigno

RADOSSI, G. – Dieci lettere di Giampaolo Polesini a Pietro Kandler (1863)

ROKSANDIC, D. – Lujo Matutinovic (1765-1844) Le sfide di una ricerca sulla biografia di un ignoto maresciallo

BUDICIN, M. – Due relazioni del podestà e capitano di Capodistria Angelo Morosini (1677-78)

CIGUI, R. - VISENTIN, D. -Nota di quelli che tengono beni stabeli in raggion della mag.ca città di Buie e della chiesa di S. Servolo

DELTON, P. – Indagine sulla conoscenza del "bòumbaro"

FAKIN, N. – Il Catasto franceschino di Umago

GHIRALDO, C. – "Origine ed antichità di Gallesano"

KRIZMANIC, A. – Gli stemmi di Barbana

LJUBOVIC, E. – Stemmi delle famiglie nobili italiane di Segna

MANZIN, M. – La popolazione civile dell'Istria meridionale nei campi d'internamento austriaci: 1915-1918, con particolare riferimento al campo di Wagna

PERICIN, C. – Nomi e piante nella parlata istro-romena paragonati a quelli italiani e istrocroati dell'Albonese

PERICIN, C. – Nomi e piante nella parlata istriota di Gallesano

 

VOLUME XXX (2000)

Ricordo di Paolo ZILLER (1946-2001)

MARGETIC, L. – Lo Statuto di Arbe

BERTOSA, M. – Carnizza, Gallesano e Fasana nel 1690: tre villaggi istriani durante la visita pastorale di Eleonoro Pagello, vescovo della diocesi di Pola

RADOSSI, G. – Quindici lettere di P. Kandler a F. Bradamante di Parenzo (1843-1861)

ROKSANDIC, D. – Stojan Jankovic nella guerra di Morea ovvero degli Uscocchi, degli schiavi e dei sudditi

BENUSSI, G. – Contributi allo studio del monopolio veneto del sale in Istria nel secolo XVIII

BERTOSA, S. – I Rovignesi nei registri di stato civile di Pola dal 1613 al 1817

BRADANOVIC, M. – Il Lazzaretto di S. Francesco a S. Martino (Martinscica)

CANALI, F. – Archeologia, architettura e restauro dei monumenti in Istria tra Otto e Novecento - Corrado Ricci e l'Istria (1903-1934): studi eruditi, valorizzazione e restauro delle testimonianze archeologiche e monumentali (dall'antichità all'umanesimo), opere celebrative per Nazario Sauro

CIGUI, R. - VISINTIN, D. – Il Processo Cigui - Martincic: una divisione ereditaria nella Carsette di fine '700

GHIRALDO, C. – "Dignano. Storia." In un manoscritto del parroco di Gallesano Giacomo Giachin (1875)

MICULIAN, A. – La visita generale del vescovo di Parenzo Giovanbattista Del Giudice "nel contado di Pisino" 1658

MOSCARDA, O. – I libri scolastici della scuola italiana dell'Istria. Per la storia della scuola nell'Istria austriaca

PERICIN, C. – Sulle tracce di Matteo Calegari, illustre studioso della flora del distretto di Parenzo. Nomi e piante nel dialetto locale veneto-giuliano. I resti del giardino botanico di Parenzo

BONIFACIO, M. – Cognomi di Muggia d'Istria: Stener

 

Volume - XXXI (2001)

BERTOŠA, M. - Tra piaceri e guadagni: "Erba Santa" dall'uso all'abuso. Contributo alla storia del tabacco nell'Istria del Settecento

BUDICIN, M. - Considerazioni sulle strutture murario-difensive dei centri costieri dell'Istria veneta all'indomani della guerra uscocca (1619-1620)

CIGUI, R. - VISINTIN, D. - Condizioni economico-patrimoniali delle confraternite istriane alla caduta della Repubblica di Venezia

IVETIC. E. - Spunti dalla cronaca di Gherdosella, Castelverde (Grdoselo) (Contado di Pisino, 1680-1705)

MICULIAN, A. - Le incursioni dei Turchi e le fortezze veneziane in Friuli e in Istria nel quadro dell'organizzazione militare di terraferma nel XVI secolo

RADOSSI, G. - Un estremo tentativo di riforma della pubblica amministrazione nella terra di Rovigno 1766

WIGGERMANN, F. - Fede e nazione. Cenni sulla storia della chiesa cattolica nell'Istria meridionale prima del 1914

BERTOŠA, S. - Andamento del numero degli abitanti della città di Pola secondo i dati dei libri parrocchiali dal 1613 al 1817

BONIFACIO, M. - I cognomi di Pola, Frézza e Gardèl, Gardèl, Gardèlli, Gardèlli, Gardello

BRHAN, D. - Le confraternite di Cittanova (Storia religiosa e economica delle dinamiche sociali di una micro-città)

DE CARLI, L. - Di una raccolta di soprannomi capodistriani

DEMONJA, D. - Tradizione e innovazione nell'architettura sacra-medievale - Alcuni esempi istriani

LJUBOVIC, B. - Vetri e sculture litiche di epoca romana custoditi dal museo di Segna

MARGETIC, L. - Alcune note concernenti lo statuto di Dignano

MOSCARDA MIRKOVIC, E. - La tradizione paremiologica a Gallesano (parte I)

OBAD, S. - Studenti dalmati all'università di Padova

PERICIN, C. - Nomi e piante nella parlata veneto- giuliana di Buie e del territorio tra i fiumi Quieto e Dragogna

 

Volume XXXII (2002)

CERNECCA, A. - Theodor Mommsen e Tomaso Luciani. Carteggio inedito (1867-1890)

DI PAOLI PAULOVICH, D. - Un tesoro perduto del patriarcato di Venezia ora ritrovato: le antiche melodie patriarchine del Mattutino e delle Lodi dei defunti

BERTOŠA, M. - L'Adriatico orientale e il Mediterraneo tra il XVI e il XVIII secolo. Abbozzo storico-antropologico

MOSCARDA, D. - Grozio, Sarpi: due dissertazioni politiche sulla navigazione dei mari nel secolo XVII

MICULIAN, A. - Venezia, gli Asburgo, le cittadine dell'Istria e la navigazione nell'Adriatico nel '700

KRNJAK, O - RADOSSI, G. - Testimonianze e notizie storico-araldiche di Brioni, Fasana e dintorni

BERTOŠA, M. - Le strategie onomastiche nella formazione dei cognomi dei trovatelli del brefotrofio triestino nella prima metà dell'ottocento

BUDICIN, M. - Il gruppo forestale "Leme-Vidorno" nel piano di assestamento per il quindicennio 1928-1842

CIGUI, R.- VISINTIN, D. - Beni stabili e rendite delle Scuole laiche di Isola alla fine del '700

MOSCARDA MIRKOVIC, E. - La tradizione paremiologica a Gallesano (Parte II)

RADIC, E. - Toponimia istriana: San Lorenzo

PERICIN, C. - Nomi di piante nella parlata istriota di Sissano

PAULETICH, A. - Cenni sopra i conventi di Rovigno di Antonio Angelini fu Stefano (1856-1861)

KLINGER, W. - Cesare Durando: frammenti della corrispondenza consolare (1887)

GIURICIN, N. - Da Rovigno a Hòdmezòvàsàrhely (Ungheria) nel racconto della "Storia del viaggio" di uno sfollato rovignese durante la I guerra mondiale

Atti XXXIII (2003)

JURKIC-GIRARDI, V. - Storia delle ricerche sull'anfiteatro di Pola

KRIZMANIC, A. - Medolino: sviluppo dell'insediamento

BRADARA, T. - Maiolica arcaica del Museo archeologico dell'Istria

MICULIAN, A. - Gli Asburgo, i confini militari - "Vojna Krajina" e le fortezze venete in Dalmazia in età moderna

BERTOŠA, M. - Le vicende di "Zea Mays" in Istria. Alcuni dati archivistici tra il secolo XVII e l'inizio del secolo XIX

ULJANCIC VEKIC, E. - Testamenti di cittadini e di patrizi parentini. Contributo allo studio della vita spirituale ed economica nella Parenzo della seconda metà del '600 fino alla prima metà del '700

RADOSSI, G. - VORANO, T. - Testimonianze e notizie storico-araldiche di Fianona d'Istria

ALDRIGHETTI, G. - Lo stemma della città di Rovigno

MANIN, M. - Dei rapporti di colonato e dei tributi feudali nell'Istria occidentale (secondo le descrizioni contenute nel catasto franceschino della prima metà dell'Ottocento)

KRNJAK, O. - Il pittore dignanese Venerio Trevisan e due nuovi contributi alla sua opera pittorica

WIGGERMANN, F. - "Due città in una". Pola, le sue istituzioni e l'I.R. marina da guerra nei decenni precedenti la prima guerra mondiale

ROKSANDIC, D. - Dell'Italia nella paura e nella speranza. L'Italia nell'immaginazione dei Serbi nelle terre croate durante la guerra italo-turca (1911-1912)

FOSCAN, L. - I fondamenti storico-giuridici della contea dell'Istria e la sua espansione territoriale fino al secolo XV

LJUBOVIC, E. - Le relazioni commerciali e marittime tra Fano e Segna

BERTOŠA, S. - Su alcuni ceti sociali marginali del polese nei sec. XVII-XIX: coloni, sozali, poveri e mendicanti

CIGUI, R. - "Morbus seu causa mortis" Alcune considerazioni sulle malattie e forme di contagio in Istria nella prima metà del XIX secolo

CERNECCA, A. - Antonio Ive e Tomaso Luciani - Lettere inedite (1877-1883)

GIURICIN, N. - Contributi alla conoscenza dell'attività musicale del maestro Giulio Hermann

BUDICIN, M. - Il gruppo forestale "Lisignamoro-Siana" nel piano di assestamento per il quindicennio 1928-1942. Contributo alla conoscenza delle sue vicende storiche

BATTELLI, C. - ALBERTI, G. - Antonio Zaratin (1846-1923): raccoglitore e preparatore d'alghe dell'Istria e del Quarnero

BENUSSI, L. - Le "bitinade" di Rovigno

MOSCARDA MIRKOVIC, E. - La tradizione paremiologica a Gallesano (parte III)

PERICIN, C. - Nomi di piante nella parlata istriota di Fasana

Atti XXXIV (2004)


Girardi-Jurkic, V. - Culti e riti di Pola antica e del suo agro

Džin, K. - I gioielli d'oro della necropoli di Burle (Medolino)

Visintin, D. - Dalla Serenissima agli Asburgo: agricoltura e proprietà fondiaria nel Buiese (secoli XVI-XIX)


Bertoša, M. - Pastori dell'herbadego nelle differentie veneto-arciducali

Scotti, G. - Un frate con "li Turchi"

Radossi, G. - L'araldica pubblica di Rovigno d'Istria

Ziherl, J. - Analisi di un segmento architettonico nel suo contesto culturologico

Cigui, R. - Omago. Cenni storici di Pietro Kandler

Brhan, D. - "In partibus Carsi ed Istriae": l'emigrazione dalla Carnia verso l'Istria (XVI-XIX secolo)

Miculian, A. - "Sinodo diocesana di Città Noua celebrata adì 17. maggio 1644. nella chiesa catedrale del monsignor Giacomo Filippo Tomasini
vescouo, e conte di S. Lorenzo in Daila"

Bertoša, S. - Bambini illegittimi e abbandonati nella Pola dei secoli XVII-XIX

Ivetic, E. - Su i Regesti marittimi croati

Ljubovic, E. - Gli stemmi delle famiglie nobili italiane di Buccari

Ghiraldo, C. - Cenni sopra le chiese esistenti o crollate nella campagna di Dignano

Ugussi, L. - I toponimi del comune catastale di Buie

Pericin, C. - Itinerari botanici con Bartolomeo Biasoletto nell'Istria dell'Ottocento. Nuove segnalazioni

 

Atti XXXV (2005)

Džin, K. – Nuove scoperte archeologiche effettuate nel complesso romano situato nei pressi di Stanzia Pelliccetti nel Polese

Girardi Jurkić, V. – Scavi archeologici effettuati nel secondo settore della villa rustica a Porto Cervera, Parenzo – oleificio (II) (campagna di scavi 1977-1980)

Benčić, G. – Malaguti, C. – Riavez, P. – Torre Vecchia. Elementi per un progetto archeologico

Bertoša, S. – Contributo alla conoscenza della storia sanitaria della città di Pola (1613-1815)

Budicin, M. – Il palazzo del Podestà di Parenzo nel 1673: cronistoria di un restauro

Radossi, G. – Notizie storico-araldiche di Montona in Istria

Miculian, A. – Alcune considerazioni sulla costituzione politico-amministrativa del territorio istriano, del Litorale austriaco e la questione nazionale in Istria dalla seconda metà del XIX agli inizi del XX secolo

Ivetic, E. – Ripensare lo sviluppo della nazionalità italiana nell’Adriatico orientale dell’Ottocento

Di Paoli Paulovich, D. – Antichi rituali del tempo di Natale e di passione a Montona

Radole, G. – I Tre Re Magi a Trieste e in Istria

Maračić, L. – Gli inquisitori d’Istria nel catalogo del pm Lorenzo Antonio Bragaldi

Bertoša, S. – Toponimi istriani nei libri parrocchiali della città di Pola (secoli XVII – XIX)

Cigui, R. – Due statuti di confraternite giustinopolitane

Ljubović, E. – Gli stemmi dei vescovi di Segna e di Segna-Modruš Cardinalibus, Cavallini e Piccardi

Budicin, M. – Il gruppo forestale “S. Marco – Corneria” nel piano di assestamento per il decennio 1933-1942. Contributo alla conoscenza delle sue vicende storiche 

Ghiraldo, C. – i toponimi del comune catastale di Gallesano

Moscarda, L. – Il rito del corteggiamento, del fidanzamento e del matrimonio nella Gallesano del secolo XIX

Mirković, A. – Giochi raccolti a Valle d’Istria

Atti XXXVI (2006)

Matijašić, R. – Tre iscrizioni inedite da Alvona (Albona) e dintorni

Miculian, A. – Considerazioni sulla costituzione politica delle cittadine costiere dell’Istria dal Medioevo all’età moderna

Gudelj, J. – Gli ambienti della cultura nobiliare in Istria: gli edifici della famiglia Scampicchio

Bertoša, S. – Morti insolite e longevità a Pola nei secoli XVII-XIX

Budicin, M. – Contributo alla conoscenza dell’idraulica veneta in Istria: uno studio sulla sistemazione della Valle del Quieto degli anni Ottanta del secolo XVIII

Cigui, R. – Alcuni aspetti dell’organizzazione sanitaria in Istria durante la dominazione francese (1806 – 1813)

 D’Erme, E. – Il capitano sir Richard Francio Burton alla scoperta dell’Istria e della Dalmazia

Cernecca, A. – Ettore Pais e Tomaso Lucani. Carteggio inedito (1883-1885)

Di Paoli Paulovich, D. – Ossero e la tradizione musicale-liturgica della sua cattedrale, custode della latinità nelle isole del Quarnero

Ghiraldo, C. – Cenni sopra le chiese esistenti o crollate nel territorio di Gallesano

Ghirardi Jurkić, V. – Džin, K. – Isole del Vescovo (Vižula). Complesso marittimo residenziale antico e tardoantico nei pressi di Medolino – Campagna di ricerche 2005

Ivetic, E. – La tolleranza verso l’”altro” nelle città della Dalmazia veneta (1540-1645)

Visintin, D. – Tessitori di Carnia. Contributo per una storia della tessitura in Istria

Maurel, S. – Il contributo del ceto mercantile alla costruzione dei fari in Adriatico

Radossi, G. – Due brevi manoscritti dell’eredità di Antonio Ivi

Piccoli, V. – Ceramica tardomedievale e rinascimentale dal mare di Rovigno

Ljubović, B. – Le pipe d’argilla del museo civico di Segna

Zanlorenzi, S. – Il giapponismo nella belle epoque europea e absburgica: il caso del Barone Georg Hütterott a Trieste e Rovigno

Atti XXXVII (2007)

Budicin, M. – Antonio Miculian (1950-2007) ed il suo opus storiografico

Džin, K. – Manus Dei – Singolare scoperta del culto di Sabazio a Pola

Ghirardi Jurkić, V. – Alcune caratteristiche tipologiche delle cisterne romane dell’Istria meridionale

Štih, P. – L'Istria agli inizi del potere franco. L’influenza della politica globale sulle condizioni regionali e locali

Margetić, L. – La nozione del termine medievale “città”

Bertoša, S. – La peste in Istria nel Medio Evo e nell’Età Moderna (il contesto europeo delle epidemie)

Ivetic, E. – Per una periodizzazione della storia dell’Adriatico orientale

Cernecca, A. – Mommsen in Istria: i viaggi epigrafici del 1857, 1862 e 1866

Radossi, G. – L’attività dell’Agenzia consolare del Regno d’Italia a Rovigno dal 1872 al 1876

Di Paoli Paulovich, D. – I Mattutini della settimana santa secondo le tradizioni del Patriarcato veneziano, dell’Istria, del Quarnero e della Dalmazia

Zanlorenzi, S. – Georg von Hütterott, giapponista e figura di spicco della vita economica e culturale triestina e rovignese

Cigui, R. – “I Benedettini nella Venezia Giulia” di Antonio Alisi

Visintin, D. – Cenni sulla storia e sull’economia della giurisdizione feudale di Piemonte d’Istria

Giuricin, N. – Contributo alla conoscenza delle condizioni del feudo di Sanvincenti. La “Commissione” redatta nel 1747 da Pietro Grimani per il suo capitano Francesco Ingaldeo

Pericin, C. – “Notizie statistiche delle 11 comuni appartenenti al Distretto di Albona (1828)” con Protocollo di definizione dei confini della Capo comune di Albona (1819)

Maurel, S. – 1851: Un intraprendente dalmata apre al commercio triestino nuove relazioni transoceaniche

Atti XXXVIII (2008)

Girardi Jurkić, V. - Il centro di culto romano nella villa residenziale sulle isole Brioni Insulae Pullariae (Contributo alla conoscenza dei centri di culto e delle ville antiche in Istria)

Džin, K. - L’esplorazione archeologica di recupero di parte dell’edificio romano a Pomer

Batelja, J. - L’ordine degli eremiti di S. Agostino in Istria

Margetić, L. - La regola paterna paternis nell’Istria medievale

Klinger, W. - “Le macchinazioni ragusee da repristinazione della loro repubblica vanno sempre più realizzandosi”: l’infelice tentativo di restaurazione della Repubblica di Ragusa nel 1814

Roksandić, D. - Niccolò Tommaseo (1802 - 1874): prospettiva storica sulle appropriazioni culturali e ideologico-nazionali croate e serbe

Bertoša, M. - “Non è d’uopo, che gli agricoltori sieno filosofi, ma pure in certo senso dovrebbero esserlo”

Bertoša, S. - La famiglia dei nobili Balbi e il suo membro illustre Giovanni Andrea, vescovo di Nona (1692 - 1771)

Ivetic, E. - Sull’esperienza episcopalista nelle diocesi dell’Istria Veneta del Settecento

Budicin, M. - Un episodio di regolamentazione urbanistica a Portole: le investiture dello “jus dell’appoggio” degli anni 1777-78

Vorano, T. - Il catastico di Albona del 1708

Cigui, R. - Antiche e nuove paure: le epidemie di colera a Trieste e in Istria nel secolo XIX

D’Erme, E. - Sguardi vittoriani. Istria e Dalmazia nella letteratura di viaggio britannica dell’Ottocento

Visintin, D. - Le confraternite di Capodistria; religiosità, economia, società e folclore

Zanlorenzi, S. - Documenti per uno studio della storia economica dell’Istria nella seconda metà dell’Ottocento

Cernecca, A. - Tomaso Luciani e Otto Hirschfeld: ricerca epigrafica in Istria e Dalmazia nel 1888

Radossi, G. - Otto lettere di Luigi Morteani a Tomaso Luciani (1884-1892)

Di Paoli Paulovich, D. - Un istriano illustre da Barbana d’Istria. Giuseppe Radole e il suo grande lascito culturale


Quaderni Vol. XI-XXV (1997-2014)

di AA.VV.


Alcuni volumi si possono scaricare in PDF



Volume XI (1997)

Luciano Giuricin. Il Settembre '43 in Istria e a Fiume

Pamela Ballinger. Rewriting the text of the nation: D'Annunzio a Fiume

Stefano Marizza. L'importanza economica del tabacco un esempio istriano: La fabbrica tabacchi di Rovigno

Volume XII (1999)

L. Giuricin. La difficile ripresa della resistenza in Istria e a Fiume (autunno 1943 - primavera 1944)

S. Olivo. Comunisti ed esuli istriani nella provincia di Gorizia del secondo dopoguerra. Isolamento e discriminazione a confronto

K. Pizzi. "Silentes Loquimur": archetipo e ideologia nelle foibe di Enrico Morovich

C. Tonel. Riflessioni su foibe ed esodo dall'Istria

W. Klinger. Antonio Grossich e la nascita dei movimenti nazionali a Fiume

D. Brhan. Il Partito Contadino croato nella storiografia ed i rapporti con l'Italia e gli ustascia

Volume XIII (2001)

Massimo Radossi. La Comunità Nazionale Italiana in Croazia e Slovenia tra consensi interni ed opposizioni politiche (1987-1991) p.7

Luciano Giuricin. Istria, teatro di guerra e di contrasti internazionali (Estate 1944 - Primavera 1945).p.155

Luciano Giuricin. Le vittime del Cominform: un'altra tragedia istriana.p.247

Ferruccio Canali. Architettura del Moderno nell'Istria italiana (1922-1942) Futurismo a Pola.p.291

Lucio Lubiana. Gli statuti di alcune cantine sociali dell'Istria (1890-1914).p. 331

Ljubinka Toseva Karpowicz. Gaspare Matcovich (1797-1881), biografia politica di un personaggio controverso.p. 353

Volume XIV (2002)

RADOSSI, A. - L'Unione degli Italiani dell'Istria e di Fiume dal 1945 al 1964

GIURICIN, E. - Gli anni difficili (1971-1987). Il percorso storico dell'Unione degli Italiani dall'Assemblea di Parenzo al "dopo Borme"

LUSA, S. - Italiani in Jugoslavia e sloveni in Italia di fronte al processo d'indipendenza della Slovenia (1990-1992)

SCOTTI, G. - Mosaico foibe: nuove tessere

KLINGER, W. - La carta del Carnaro: una Costituzione per lo Stato Libero di Fiume (1920)

CANALI, F. - Architettura del moderno nell'Istria italiana (1922-1942). Luigi e Gaspare Lenzi per il piano Regolatore di Pola (1935-1939)

TOŠEVA KARPOWICZ, LJ. - Georgi e Michele Melissinò, cavalieri dell'Ordine di Sant'Anna a Fiume

BON, S. - Le comunità ebraiche della Provincia del Carnaro negli anni della persecuzione fascista e nazista ed il problema della spoliazione dei beni

Volume XV (2003)

GIURICIN, L. - 1951: preludio degli anni bui.

SOŠIC, T. - I beni immobili dei cittadini italiani della ex Zona B e del TLT dal Trattato di pace al procedimento di denazionalizzazione

MOSCARDA OBLAK, O. - Contributo all'analisi del "potere popolare" in Istria e a Rovigno (1945)

PAOLETICH, O. - Riflessioni sulla resistenza e il dopoguerra in Istria e in particolare a Pola

ULJANCIC VEKIC, E. - Il Civico museo d'arte e storia di Parenzo. La seconda fase di sviluppo (1926-1945)

RADOLE, G. - Luigi Dallapiccola

DURAKOVIC, L. - Le stagioni operistiche all'Arena di Pola negli anni Trenta del '900

MARSETIC, R. - L'incidente del sommergibile F.14 (1928),

KLINGER, W. - La storiografia di Fiume (1823-1924): una comunità immaginata?

LUSA, S. - L'autunno del patriarca. Il tramonto e l'agonia di Tito,

CINGOLANI, G. - Crisi e instabilità nel dopo Tito: l'inizio del procedimento di disgregazione della federazione jugoslava (1981-1985)

LUSA, S. - L'Armata popolare jugoslava e gli sloveni. Dalla morte di Tito alla disgregazione della Lega dei comunisti

Volume XVI (2004)

SCHIFFRER, C. – Le correnti democratiche del Risorgimento italiano. Alle radici dell’Italia contemporanea

MOSCARDA OBLAK, O. – RADOSSI, A. – Bibliografia di Luciano Giuricin 1961-2005

KLINGER, W. – Intervista a Marina Cattaruzza: il 1945 dopo 60 anni (Berna 14 febbraio 2005)

KACIN WOHINZ, M. – Appunti sui rapporti italo-sloveni trattati dalla Commissione storico-culturale mista

MOSCARDA OBLAK, O. – Instaurazione del “potere popolare in Istria e a Rovigno. I verbali del Comitato popolare cittadino di Rovigno (1946)

ROGOZNICA, D. – Il ruolo delle confische del patrimonio di fascisti e collaborazionisti nella ristrutturazione economica del distretto di Capodistria

GREGO, M. – Memorie e riflessioni sull’esodo istriano

BERNARDIS, B. – Memorie di un istriano: una lotta continua

MARSETIČ, R. – La censura postale di guerra nella provincia di Pola (1940-1945)

COSTAMAGNA, B. – I profughi ebrei jugoslavi in Piemonte e Valle d’Aosta (1941-1942)

GOTTARDI, R. – Ruggero Gottardi (Fiume, 1882 – Diano Marina, 1954)

D’ALESSIO, V. – Il Risorgimento non solo. Rappresentazioni italiane d’istrianità e slavismo nel discorso pubblico istriano di fine Ottocento

Volume XVII (2006)

MARSETIČ, R. – Il porto di Pola, il cantiere navale Scoglio Olivi e l’Arsenale durante il periodo italiano

MOSCARDA OBLAK, O. – Instaurazione del “potere popolare”in Istria e Rovigno. La seconda Assemblea del Comitato popolare cittadino di Rovigno (1947)

ROGOZNICA, D. – La politica agraria dei poteri popolari nella zona B del Territorio Libero di Trieste

SPAGNOLI, D. – Il gruppo”Rohregger”. Maquis italiani a Parigi 1940-1942

GIURICIN, L. – Il movimento operaio e antifascista nel Buiese tra le due guerre mondiali

CANALI, F. – Architettura del Moderno nell’Istria italiana (1922-1942). Gustavo Pulitzer Finali, Giorgio Lah (o Lach) e Eugenio Montuori, per la fondazione delle “città del lavoro minerario” istriano “Liburnia”/”Arsia” e “Pozzo Littorio” (1936-1942)

ORBANICH, G. – Da Pola a Pula (1940-1947)

PIN-GIURICIN, M. – I motivi di una scelta. Una vita vissuta tra Monfalcone e Fiume

SELLA MARSONI, S. – Cronologia essenziale della vita di Massimo Sella

KLINGER, W. – Quando è nazione? Una rivisitazione critica delle teorie sul nazionalismo

MARAČIĆ, A. – P. Giacomo Gorlatto (1889-1951). Minore conventuale di Pola, eminente musicista a Padova

KLINGER, W. – Emilio Caldara e Fiume

MAUREL, S. – Alcune considerazioni sul confine di stato croato-sloveno nell’Istria occidentale marittima

Volume XVIII (2007)

MILETA MATTIUZ, O. – I confini etno-linguistici nell’Istria interna e nel Carso istriano. Anomalie nei rilevamenti assurgici

ORLIC, M. – L’esodo degli italiani dall’Istria e l’insediamento nella provincia di Modena

MOSCARDA OBLAK, O. – Le memorie contrapposte di Goli Otok-Isola Calva

MARAČIĆ, A. – appunti cronacali del Convento di S. Francesco di Pola (1947-1991)

DURAKOVIĆ, L. – Musica e ideologie: la vita musicale a Pola durante l’Amministrazione anglo-americana (1945-1947)

GIURICIN, L. – La collaborazione dei soldati italiani con il MPL nel Litorale croato

CANALI, F. – Architettura e città nella Dalmazia italiana (1922-1943). L’arte dalmata e il palazzo di Diocleziano di Spalato (parte prima)

BOSAZZI, G. – L’irredentismo in Istria

RASTELLI, A. – L’affondamento della SMS Viribus Unitis: un fatto militare o politico

D’ALESSIO, V. – L’esercito italiano e l’”effettività della Redenzione” a Pisino e in Istria alla fine della Grande Guerra

Volume XIX (2008)

RAUL MARSETIČ, L’incendio del Duomo di Pola del 7 ottobre 1923 e il successivo riatto e riforma

STEFANO FELCHER, Dalla bonifica alla colonizzazione forzata. Il Piano di bonifica integrale per l’Istria varato dal regime fascista a cavallo tra le due guerre

FERRUCCIO CANALI, Architettura e città nella Dalmazia italiana (1922-1943). Il Palazzo di Diocleziano di Spalato (1929-1943)(Parte seconda)

LUCIO LUBIANA, Gli statuti delle casse rurali di prestito e risparmio dell’Istria (1890-1914)

MARCO CUZZI, L'irredentismo dalmata di Eugenio Coselschi

GIAN LUIGI BETTOLI, Prefascismo al confine orientale: la biografia pisentiana di Isidoro Furlani

P. LODOVICO ANTONIO MARAČIĆ, Il minore conventuale chersino P. Placido Cortese, eroe e martire

DAVIDE SPAGNOLI, Riccardo Rohregger. Appunti sul ruolo degli emigrati nella Resistenza francese

LEONARDO RAITO, I comunisti italiani ai confini orientali dall’occupazione italiana alla seconda guerra mondiale (1919-1945)

DEBORAH ROGOZNICA, La ricostruzione dell’industria alberghiera e lo sviluppo del settore turistico nell’area capodistriana (1945-1956)

CHIARA BERTOGLIO, “Sì bella e perduta”: gli esuli giuliani e dalmati ed il canto del Va’ pensiero

Volume XX (2009)

GIRARDI JURKIĆ, V. - DŽIN, K. - Il Museo archeologico dell’Istria a Pola. Sessant’anni di attività (1947-2007)

CANALI,F. - Architettura e città nella Dalmazia italiana (1922-1943). Il palazzo di Diocleziano di Spalato: Luigi Crema (parte terza)

MARAČIĆ, L. A. - Il convento di San Francesco a Pola: il Diario dei frati padovani (1937-1947)

SALIMBENI, L. - Il collaborazionismo cetnico in Dalmazia

KLINGER, W. - Lussino, dicembre 1944: Operazione “Antagonise”

RAITO, L. - La missione di Vincenzo Bianco nel sistema dei rapporti PCI-PCS

GIURICIN,  L. - La tragedia del battaglione italiano “Alma Vivoda”

RASTELLI, A. - I cantieri Navali Adriatici 1941-1945

VISINTIN, D. - Agricoltura e società agraria nel Buiese tra XIX e XX secolo

ROGOZNICA, D. - L’economia capodistriana nel dopoguerra: il settore industriale (1945-1954)

MOSCARDA OBLAK, O. - (a cura di) Indici dei volumi I-XX

Volume XXI (2010) Scarica PDF

KNEZ, K. – L’Istria nel viaggio di Charles Yriarte

GIURICIN, E. – Socialismo istriano e questione nazionale. Le idee e le concezioni sulla questione nazionale degli esponenti istriani della Sezione Italiana Adriatica del Partito Operaio Socialdemocratico d’Austria

PETAROS JEROMELA, V. – Millo. Ufficio approvvigionamenti civili della Dalmazia e delle isole dalmate e curzolane (1918-1922)

KACIN WOHINC, M. – Gorizia e Trieste nei giorni dell’interregno

RASTELLI, A. – Monografia militare su Pola

CANALI, F. – Architettura e città nella Dalmazia italiana (1922-1943). Zara e il restauro del patrimonio monumentale della capitale regionale dalmata come questione di identità nazionale italiana (Parte prima)

KLINGER, W. – Josip Broz Tito (1892-1980): un’intervista con Geoffrey Swain

MILETA MATTIUZ, O. – Spostamenti di popolazione nella Zona B del TLT e gli italiani “nascosti” del Buiese. Nota demografica

BRACCO, N. – Elsie A. Ragusin: un’istroamericana ad Auschwitz

Volume XXII (2011) Scarica PDF

KLINGER, W. - La Cunard nel Quarnero: la linea Fiume- New York (1904-1914)

CIGUI, R. - La minaccia invisibile: endemie ed epidemie in Istria alla fine dell'Ottocento

MILETA, O. - Le genti di Pola. Indagine demografica sulla storia di una città

PETAROS JEROMELA, V. - Fonti archivistiche per l'introduzione dell'amministrazione italiana nella Dalmazia ex austriaca. Attività direttiva dell'ammiraglio Enrico Millo

COPETTI, M. - I rapporti tra italiani e cetnici nella storiografia in lingua italiana e inglese

DE ANGELINI, G. - Le memorie istriane di Raimondo Devescovi

Volume XXIII (2012) Scarica PDF

VENIER, I. - Pola: mutamenti di regime e conseguenze nelle relazioni tra città e stato in una piazzaforte militare

PETAROS JEROMELA, V. - I trattati di pace e la loro influenza sull'amministrazione militare dell'ammiraglio Enrico Millo

KLINGER, W. - Crepuscolo adriatico. Nazionalismo e socialismo italiano in Venezia Giulia (1896-1945)

BUTTIGNON, I. - Il fascismo di sinistra a Trieste nel quinquennio 1922-1926

CANALI, F. - Architettura e città nella Dalmazia italiana (1922-1943). Zara e il restauro del patrimonio monumentale della «capitale» regionale dalmata come questione di «identità nazionale italiana»

RAITO, L. - La missione del delegato sloveno Anton Vratuša presso i vertici della Resistenza italiana

MOSCARDA OBLAK, O. - Il Ministero per i territori neo liberati e l'Istria (1949-1951): ruolo e funzioni

ARGENTI TREMUL, A. - L'Unione degli Italiani nella zona B del TLT

CALEGARI, F. - Il canottaggio nella Venezia Giulia e Dalmazia (1919-1950)

Volume XXIV (2013) Scarica PDF

ROKSANDIĆ, D. - Esiste ancor sempre l'Europa centrale?

MOSCARDA OBLAK, O. - La presa del potere in Istria e in Jugoslavia. Il ruolo dell'Ozna

BUTTIGNON, I. - Lega Nazionale e Governo Militare Alleato. La lotta per l'egemonia culturale nella Venezia Giulia

CANALI, F. - Nuovi piani regolatori di «città italiane» dell'Adriatico orientale (1922-1943). Zara: il Piano Regolatore Generale del 1938 (Parte prima)

KLINGER, W. - Organizzazione del regime fascista nella Provincia del Carnaro (1934-1936)

ZOVATTO, P. - Mons. Antonio Dessanti: la carità tra l'Istria e Trieste

PETAROS JEROMELA, V. - Messaggeri (corrieri) postali militari in Istria (1940-1948)

DELTON, P. - Memorie della prigionia di Erminio Vojvoda (1944-1945)

RADOSSI, G. - Parenzo tra la "Serenissima" e la "Superba". Le reliquie dei santi Mauro ed Eleuterio: memoria storica sulla loro restituzione

Volume XXV (2014) Scarica PDF

ORIETTA MOSCARDA OBLAK, L’Armata e l’Amministrazione militare jugoslava nella liberazione dell’Istria (1945-1947)

LORENZO SALIMBENI, Maria Pasquinelli, una donna nella bufera

IVAN BUTTIGNON, Il sentimento nazionale italiano durante il periodo di occupazione alleata della Zona A (1945-1954) secondo l’Archivio del Ministero dell’Interno italiano

DRAGO ROKSANDIĆ, Gli anni di guerra di Vladan Desnica (1938-1949)

DAVID ORLOVIĆ, La guerra d'Etiopia e gli Slavi della Venezia Giulia sulle pagine dell’ Istra, settimanale degli emigrati croati e sloveni a Zagabria

WILLIAM KLINGER, Un fronte unico da Trieste a Salonicco: La Venezia Giulia nella “Federazione Balcanica” (1918 – 1928)

FERRUCCIO CANALI, Nuovi Piani Regolatori di “città italiane” dell’Adriatico orientale (1922-1943) – Fiume (Parte seconda)

VALENTINA PETAROS JEROMELA, 11 luglio 1920: l’incidente di Spalato e le scelte politico-militari

PAOLA DELTON, Il lascito testamentario di Angelo Cecon (1830 – 1873) a favore dei cittadini di Dignano


Disegni partigiani 1944-1945

di Cesco Dessanti


 
 

DOMINIO VENETO NELL'ITALIA. Magini, 1620

 

DOMINIO VENETO NELL'ITALIA. Magini, 1620



DOMINIO VENETO NELL'ITALIA. Magini, 1620

mappa nova

 

mappa nova



mappa nova

indietro